Uncategorized

Il giorno di Halloween

di Giuliana P.

Tra le tante cose che noi italiani importiamo dagli Stati Uniti, c’è anche la festa di Halloween. Infatti, da alcuni anni, anche nel nostro paese, è ormai tradizione (specie per i più piccini…ma non solo!!) festeggiare questa ricorrenza dalle origini celtiche. Ci si prepara ai festeggiamenti organizzando feste mostruose, si passa di casa in casa per il tradizionale “dolcetto o scherzetto?” oppure, le più creative si armano di forbici (è sempre una scena macabra no?) e s’impegnano al fine di realizzare bellissime decorazioni a tema. Non a caso, la nostra amica Taty ha realizzato questo progetto da appendere alla porta d’ingresso e vi invito a visitare il suo blog per scoprire tutti i passo-passo per la realizzazione.

Ma veniamo a noi! Prima di passare ai festeggiamenti per questa notte di Halloween, cercherò di illustrarvi le tradizioni, un po’ di storia e spiegarvi il motivo per cui nelle pagine scrap, create per questa festa, predomina il nero e l’arancio!
La parola HALLOWEEN deriva dalla frase ALL HALLOWS EVE cioè la notte di ognissanti che si festeggia appunto oggi, 31 ottobre. La celebrazione di Halloween ha origini pagane molto remote e pone le sue radici nella civilta’ Celtica. Per gli antichi Celti che abitavano in Gran Bretagna, Irlanda e Francia, il 31 ottobre era la fine dell’anno e di conseguenza il 1° novembre segnava l’arrivo di quello nuovo. In questa notte, chiamata notte di Samhain (capodanno celtico), si svolgevano grandi festeggiamenti e si salutava l’arrivo dell’inverno. Per i Celti, popolo dedito all’agricoltura e alla pastorizia, la ricorrenza, che segnava la fine dei raccolti e l’inizio dell’inverno, assumeva una rilevanza particolare in quanto la vita cambiava radicalmente.
Una leggenda riferisce che tutte le persone morte l’anno precedente tornavano sulla terra la notte del 31 ottobre, in cerca di nuovi corpi da possedere per l’anno prossimo venturo. Così nei villaggi veniva spento ogni focolare per evitare che gli spiriti maligni venissero a soggiornarvi, rendendo le abitazioni luoghi poco accoglienti. L’usanza moderna di travestirsi nel giorno di Halloween, nasce dalla tradizione che i Celti avevano nella notte del 31 ottobre, quella di festeggiare mascherandosi con le pelli degli animali per esorcizzare e spaventare gli spiriti, in modo da farli scappare.
La festa di Halloween venne portata negli USA intorno al 1840 dagli emigranti irlandesi che fuggivano dalla carestia di patate che aveva colpito la loro patria.
Da allora Halloween è rimasta ancorata nella cultura americana ed è una delle più famose feste del paese.
Molti sono i simboli associati a questa festa, alcuni di natura macabra. Il pipistrello, la zucca (Jack-O’-Lantern), i fantasmi e gli scheletri, il gatto nero, il colore nero e arancio, il calderone della strega, il gufo, il ragno, il manico di scopa. Ce ne sono tantissimi altri…potrebbero essere fonti d’ispirazione per la vostra pagina scrap a tema!!
Vi siete chieste come mai le carte di scrapbooking a tema Halloween hanno i colori predominanti dell’arancione, nero, verde e viola?
I colori delle carte si rifanno alle origini di questa ricorrenza: l’arancio richiama il colore del grano mietuto (fine dell’estate) ed il nero ricorda il buio dell’inverno. A questi colori vanno ad aggiungersi il viola e il verde, le tinte che richiamano le maschere mostruose dei travestimenti dei bambini. E per testimoniare quanto detto, ho creato la pagina che vedete in questo post. Elementi essenziali come cartoncino e patterned, alfabeto in cartone e trasferelli e poi taaaanta pazienza nel ritagliare la cornice di pipistrelli! Unico extra: la ragnatela ripassata con il “sparkles”, una colla con brillantini in barattolino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ChatClick here to chat!+