Archivi autore: Susanna Vicentini

FAIRY WORLD

Ciao a tutti! 

Oggi volevo presentarvi delle decorazioni veloci da fare e molto versatili che possono diventare un allegro segnalibro, un bigliettino d’auguri, una decorazioni per i mini e perché no, anche un portachiavi, o qualsiasi altro capolavoro la vostra fantasia vi suggerisca. 

Per prima cosa ho timbrato delle piccole immagini, io ho scelto un unicorno, un castello e dei draghetti, che ho colorato con le matite acquarellabili. 

Su dei supporti in bazzil colorato o bianco, colorato poi da me con gli Oxide, ho creato delle piccole shaker, due con l’acetato e due con il vellum. All’interno ho inserito delle paiettes di diverso colore, della stessa tonalità della cornice. Quindi ho applicato sopra le timbrate colorate e ho aggiunto un sentiment. 

Spero vi piacciano quanto piacciono a me!

Buon scrap a tutti!

Susanna

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Meeting ASI che passione: un salto in FVG!

Ciao a tutte!

Questo mese per la rubrica “Meeting ASI che passione” sarà il Friuli Venezia Giulia a tenerci compagnia raccontandoci del loro ultimo meeting!

Oggi per la rubrica “Meeting Asi che passione” vi raccontiamo il nostro ultimo incontro che si è
svolto il 10 febbraio 2019 in Friuli Venezia Giulia.
Durante l’anno si svolgeranno 5 meeting e noi, per accontentare tutte le scrapper friulane, variamo di volta in volta la struttura che ci ospiterà. Domenica eravamo a Udine presso l’istituto Bearzi.
Le giornate dei meeting per noi referenti iniziano sempre piuttosto presto perché cerchiamo di
addobbare la sala nei migliore dei modi sperando così di far passare alle socie una giornata
gradevole e spensierata.

Per rallegrare la sala abbiamo realizzato questo cartellone che abbiamo riempito di notizie utili per le ragazze: il programma della giornata, delle notizie sulla teacher (questa volta era nostra ospite la bravissima Francesca Donà), le date dei prossimi meeting e le ultime news dal forum Asi.

Solitamente per “coccolare” le nostre associate prepariamo loro dei pensierini per accoglierle nei migliore dei modi. Questa volta, essendo vicini alla festa di San Valentino, abbiamo pensato di utilizzare questa festa come tema del nostro meeting, così anche il regalino che abbiamo preparato per loro rispecchia il tema “Love”: oltre al solito cioccolatino (sempre molto apprezzato) e alla bottiglietta d’acqua, abbiamo scrappato una matita che siamo sicure che le partecipanti utilizzeranno con piacere!

I nostri meeting iniziano verso le 9.30 e questa volta il banchetto dell’accoglienza era un po’ movimentato a causa dei rinnovi e delle nuove iscrizioni. Asi, per le nuove iscritte, dona un gadget molto particolare: il passaporto della scrapper che andrà riempito con tutti i timbri dei meeting a cui la socia parteciperà… inutile dirvi che ormai è partita una gara a chi ha più timbri!!

Come ogni incontro era presente anche lo shop (noi ospitavamo questa volta un negozio della
provincia di Verona “La Magnolia”). Per noi friulane ogni meeting è anche un’occasione di shopping non avendo negozi fisici di scrapbooking nelle vicinanze. Le ragazze del negozio sono sempre molto gentili e disponibili con noi e ci danno la possibilità di acquistare i kit con tutto il
necessario per la realizzazione del progetto direttamente da loro.

Come vi avevamo anticipato prima, l’insegnante questa volta era Francesca Donà che a noi si è raccontata così: “Ciao a tutti, sono Francesca in attesa dei 39 anni sono moglie di Omar e mamma di Thomas, la mia miglior creazione del 2014! Sono sempre stata con le mani in pasta, sia quella della pizza che quella della creatività! Nel 2016 sono stata travolta dal mondo dello scrapbooking, io amante delle foto, dei ricordi e del viverli anche con una certa malinconia! Nel mondo creativo mi faccio chiamare SbALziCrEatiVi, un nome che sento cucito sulla mia pelle! Amo tutto ciò che è creativo, il cucito, la bigiotteria, il fimo, ma ha a che fare anche con il mio umore ballerino! Grazie di essere qui e di condividere insieme il bello della creatività!”
Francesca ci ha proposto un delizioso mini album che ha soddisfatto proprio tutte!

Durante lo svolgimento del progetto si crea sempre un certo silenzio.. segno di impegno e
attenzione!

Per far divertire le socie nelle giornate precedenti al meeting abbiamo deciso di organizzare uno
swap: una happy mail che le socie si sono poi scambiate tra loro.

Dopo il pranzo condiviso, c’è stato il classico momento di convivialità tra chiacchere, abbracci e
molte foto!

Ecco questa è stata la nostra giornata carica di entusiasmo e creatività!
Se vorrete venirci a trovare vi accoglieremo sempre a braccia aperte!
Un abbraccio
Le referenti Asi Fvg

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

CalendAsi 24/25

Ciao a tutti!

Ciao a tutte! Sono Antonella Beggiora. Sono una mamma,  un’educatrice di asilo nido una scraper e sono qui come membro del Consiglio Direttivo dell’ASI. Faccio scrapbooking da tutta la vita senza saperlo e da circa 5 anni con consapevolezza. Amo questo mondo in tutte le sue sfacettature, mi piacciono le carte, i colori, il gesso…Mi piace moltissimo fare fotografie che un tempo raccoglievo in anonimi album e che oggi son in grado di valorizzare grazie alle molteplici tecniche dello scrapbooking.

Ho una passione sfrenata per il Natale (torno da ogni viaggio estivo con almeno una decorazione natalizia!) anche se negli ultimi anni l’entusiasmo è stato un po’ smorzato dalle fatiche della vita… ma l’idea di fare il post della vigilia mi è sembrato un segno del destino…un ottimo modo per entrare nel Natale!

E a tutti voi, alle vostre famiglie, ai vostri amici , a tutti quelli che vi son cari ( cosi raggiungiamo il mondo intero…) auguro un sereno Natale, ricco di sorrisi e di abbracci. E che ognuno possa trovare sotto l’albero ciò che più desidera…

EXPLOSION BOX di Antonella Beggiora 

E’ la vigilia di Natale, stanotte si comincia a scartare i regali… e quindi cosa Dib più indicato di un explosion box per farvi i miei  auguri?

E’ un explosion box un po’ fuori dal normale, le misure sono adattate al suo contenuto… Cos’è?
Un po’ alla volta… L’attesa di vedere il regalo aumenta l’aspettativa e la soddisfazione. 

Questa esplosion box misura 15 cm x 15 cm di base e 29 cm di altezza. Ho tagliato due bazzil bianchi a 15 cm per tutta la lunghezza  e li ho cordonati a 29 cm. Poi ho tagliato due paterne grigie con i fiocchi di neve bianchi ottenendo quattro pezzi da 29cm x 24,5 cm che ho incollato sui passi di bazzil bianco. Per l’intero ho seguito lo stesso procedimento utilizzando dei bazzil blu. Quindi ho attaccato sulla  parte esterna dei nastri di organza blu che dal fondo arrivano fino al bordo superiore. Per il fondo ho usato del cartone vegetale (avevo bisogno di un sostegno che il bazzil non poteva darmi) 15×15 cm e l’ho ricoperto con un pezzo di bazzil blu 15×15 cm. Ho fustellato dei fiocchi di neve bianchi di varie dimensioni e li ho attaccati sul bazzil blu, ho incollato i pezzi blu  sul lato libero del bazzil bianco e ho attaccato le alette di circa 1,5 cm precedentemente cordonate sotto i quatto lati del cartone vegetale. 

Quindi ho creato una shaker a forma di pallina. Ho fustellato una pallina su del bazzil bianco e ci ho timbrato e embossato un sentiment d’auguri in argento. Ho incollato una  corona di gomma crepla, ho inserito delle paietfes bianche, argento e blu chiusa con acetato e coperta con un altra fustellata a corona di gomma
crepla glitterata. Ho messo un fiocco di organza blu e ho attaccato ad uno dei lati esterni della scatola. 

Per il coperchio ho tagliato un pezzo di bazzil  bianco 25 cm x25
cm e l’ho cordonato da ogni lato a 4,5 cm tagliando, poi, come in figura. 

Ho tagliato sia dalla paterned a fiocchi di neve che dal bazzil blu  un pezzo da 15 cm x15 cm e quattro pezzi di 4,4 cm x 15,5 cm  che ho usato per rivestire la parte esterna e quella interna del
coperchio. 

 

Quindi ho piegato i lati lunghi e incollato i quadrati esterni, creando così il coperchio.

Poi ho messo il nastro di organza blu, come nei lati della scatola, incrociandolo al centro. Con lo stesso nastro ho creato una coccarda che ho attaccato assieme  ad un fiocco di neve in plexiglas  all’incrocio dei nastri. 

 

 

 

 

                     

A all’interno…? 

explosion box!

Nell’alzatine in vetro c’è una casetta fustellata creata in bazzil bianco e blu e con il tetto in gomma crepla bianca glitterata, e dei piccoli abeti appiccati su un letto di neve artificiale, il tutto illuminato da piccole lucette. 

BUON NATALE a tutte!

 Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

CalendASI 17/25

Sadia Minichini, alias Sadilla 

http://sadilla.blogspot.it/

Portavoce della calda Sardegna

Sono una scrap addicted, collezionista seriale di timbri, amante della carta e del colore, amo sperimentare, giocare, perdermi nel mio mondo di timbri e colori ogni qual volta la vita frenetica di mamma di gemelli me lo consente… Lo scrap per me è rigenerazione, vita, divertimento e terapia! Un modo per esprimere sentimenti e fissare indelebili ricordi ed emozioni… 

A tutte voi che leggete, che mi seguite e che con tanta pazienza mi sopportate, auguro feste gioiose e giorni creativi, un Natale di gioia e serenità con chi amate, ed un 2019 pieno di ispirazione… e per citare un grande: “la creatività è contagiosa, diffondiamola!!” (parole di Albert Einstein)…. Ed  ora vi lascio al mio progetto.

      

Quella che vi mostro oggi è una semplice card, ma che secondo me ha un effetto carinissimo molto appropriato al periodo, con queste stelline luminose per illuminare questi giorni di festa. E’ anche semplice da realizzare, l’unica cosa che probabilmente vi richiederà un pochino più di attenzione (se come me non capite un acca di elettricità e cariche negative e positive) è il posizionamento appunto delle luci, ma fidatevi tutto molto semplice, se ci sono riuscita io potete crederci!!!

Per realizzare questa card servono bazzil bianco,del vellum, colla, biadesivo spessorato, inchiostri per il cielo, fustelle, stckles e il chibi tronic starter kit (o se siete più navigate qualche nastro di rame, led e una batteria.

Iniziamo col tagliare la base, un pezzo di bazzil bianco 5”x10” piegato a metà, e passiamo alle fustellate

pastedGraphic_2.png

Ci occorre la cornicetta, lo sfondo con le stelline, il paesaggio fustellato due volte e la scritta.

pastedGraphic.png

Una volta che abbiamo tutte le fustellate possiamo passare a colorare il fondo, io ho usato gli oxide, sfumati con un blending tool, con movimenti circolari per miscelare bene i colori.

A questo punto creiamo la scena, sovrapponendo la cornice, le due fustellate del paesaggio e la scritta, una delle due fustellate del paesaggio l’ho tagliata a metà e invertito il lato destro e sinistro come da foto, per creare un po’ di movimento

pastedGraphic_1.png

Una volta creata la scena frontale passiamo a creare il circuito che farà accendere le lucine, sovrapporre il cielo stellato sulla base della card, il cartoncino piegato per intenderci, e con una matite e tratto molto leggero disegnare le stelline per capire dove posizionare i led e fare dei segni dove intendiamo posizionarli, e tracciare le linee del circuito.

 pastedGraphic_2.png

Per far si che si accendano le luci i led devono toccare entrambi i nastri di rame, che a loro volta devono arrivare alla batteria su entrambi i lati: uno sul polo negativo ed uno sul polo positivo. procediamo quindi alla stesura del rame, quello presente nello starter kit è adesivo quindi facile da posizionare, bisogna solo avere l’accortezza di non interrompere la conduzione tagliandolo.

pastedGraphic.png  pastedGraphic_1.png

Come si vede in foto, uno dei nastri di rame arriva sotto la batteria, l’altro sulla linguetta piegata a metà, per cui con una leggera pressione tocca la batteria accendendosi. Creare una sede per la batteria delimitandola con il biadesivo spessorato.

A questo punto per assemblare la card attacchiamo un foglio di vellum dietro il cartoncino con le stelle, che farà diffondere la luce in modo più omogeneo, e applichiamo il biadesivo spessorato, che se come nel mio caso non è abbastanza alto andrà messo doppio o triplo (come ho fatto io) per evitar che il filo tocchi la batteria sempre tenendola accesa. A questo punto procedere ad incollare la parte frontale sulla base, e finire di decorare, con lo stickles sulla scritta. Al termine ho applicato una decorazione in legno che ho colorato come il cielo per indicare dove premere per accendere la card.

pastedGraphic_2.png

E così abbiamo la nostra notte illuminata, spero che la mia card vi piaccia, e che vi sia utile… auguro a tutte voi ancora delle dolcissime feste

Xoxo SadiaFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

CalendASI 9/25

Ciao, 

Mi presento, sono Eda e sono socia Asi dal 2011: Sarò per voi oggi portavoce, nella mia casella dell’avvento, del comitato Direttivo. Risiedo nella ridente provincia di Lodi, a pochi passi da Milano e nella mia zona conosco solo due persone appassionate di scrapbooking e l’associazione mi ha aperto un mondo.

Nel frattempo, ho anche aperto un Blog che aggiorno con poca costanza: www.edieda.blogspot.it e mi dispiace molto non pubblicare mail niente.

Che dire, sono piena di energia, e penso di essere una persona molto solare: credo nel valore di quest’associazione ed è per questo che mi impegno per la buona riuscita di tutti i progetti che proponiamo. 

Quando poi avanza un po’ di tempo libero, ho un marito adorabile, una famiglia affettuosa e sono circondata da amici!

ASI per me è vedere la passione che unisce tante persone, così diverse tra loro, spesso lontane e di diverse generazioni, in un unico grande Hobby che ci accomuna: un posto dove, nonostante le difficoltà che ognuna di noi trova ogni giorno, si può trovare un po’ di pace, un po’ di allegria e un po’ di quei pensieri leggeri che tutti noi desideriamo soprattutto nel weekend!

ASI mi ha fatto conoscere delle persone splendide, che ora chiamo amiche e questo è già un grandissimo regalo!

Mi piacciano le cose semplici, molto “Clean & Simple”, le cose anche un po’ riciclate perché mi piace dare una seconda vita alle cose ed è per questo che oggi vi voglio raccontare di cosa ho fatto con tutti i Magnum ( Si si il gelato dell’Algida!) che mi sono mangiata nelle ultime estati!

Il mio progetto parte infatti dalla bacchette di gelato, rigorosamente Magnum ( vanno bene anche i mini):

Ho dipinto con del banalissimo acrilico bianco opaco i miei bastoncini da entrambi i lati: per assicurarvi una copertura totale vi suggerisco di fare due passate, sarà sicuramente più omogeneo e bianco.

 

Ho poi bucato e inserito l’eyelet per tutti:

Ho poi aggiunto l’effetto Barba con la pasta neve: questa volta mi sono aiutata con la spatola per rendere tutto un po’ in rilievo e poco controllato (del resto solo mio marito si pettina accuratamente la barba, mica Babbo Natale) ottenendo questo effetto:

Con un tampone nero (preferibilmente ad asciugatura veloce) ho timbrato la scritta Buon Natale:

Ogni bastoncino è diverso ma è il bello del fatto a mano non credete? Incomincia comunque a vedersi il risultato…

Ho fustellato un esercito di cappellini di Natale con vari colori e al posto del pon pon, ho creato un enemel dots con i nuvo: ho utilizzato il bianco perla.

                          

E poi alla fine l’ultima fase, l’assemblaggio:

Mi sono permessa di dare un piccolo tocco per ricreare gli occhi e una punta di Nuvo, questa volta in rosa, per dare un senso al naso.

Io sono entusiasta dell’effetto: sono simpaticissimi e abbelliranno tutti i miei pacchetti di Natale.

 

E’ davvero semplice ricrearli ed è una simpatica idea da creare: solo una cosa… Bisogna mangiare tanti GELATI MAGNUM!!!!

Ecco il risultato finale: li ho impacchettati perché sono il regalo che hanno ricevuto alcune amiche, mie compagne di avventura in questo mondo scrapposo!

               

Spero di avervi dato un’idea da poter ricreare e condividere! Del resto l’associazione è proprio questo condividere, confrontarsi, creare insieme e perché no, copiare un po’ le altre associate che fanno sempre dei fantastici lavori e se mai rivedrò in giro i miei “Babbi Natale” vorrà dire che l’idea è piaciuta e potrò solo che esserne onorata.

Grazie per essere arrivate a leggere fino qua: vi auguro che l’allegria sia sempre compagna fedele delle vostre festività natalizie e tutte le giornate a seguire!

A presto, 

EdaFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

CalendASI 8/25

Ciao ragazze,

sono Veronica Grosselli, per gli amici Veve, referente A.S.I. Trentino Alto Adige ed oggi è il mio turno per proporvi un tutorial e parlarvi un po’ di me….

Che dirvi? Ho 25 anni, lavoro in R.S.A. come O.S.S. E vivo a Mattarello, un paesino vicino alla città di Trento assieme al mio compagno ed alla mia gatta.

Amo tutto ciò che ha a che fare con la carta, amo i colori e la creatività ma sopratutto amo sorridere e far sorridere gli altri (da quest’ultima cosa deriva la passione per il mio lavoro).

Ho conosciuto lo scrapbooking circa 5-6 anni fa guardando un video di make-up poiché era tra i suggeriti, mi si è aperto un mondo che non ho più voluto lasciare! Momentaneamente mi diverto anche a disegnare timbri e fustella per Evoluzione Party.

A.S.I. è entrata nella mia vita grazie ad un’amica conosciuta online e non ho più voluto lasciarla, poi lo scorso anno le referenti hanno deciso di dimettersi ed un’amica mi ha convinto a fare la referente con lei ed ora siamo in 3.

il mio blog che non aggiorno da molto è:http://bananascrappando.blogspot.com/

Ed ora eccoci col progetto, farò una corona fuoriporta per Natale che io in realtà ho messo dentro la porta ma non so si possa definire un “dentroporta”.

MATERIALE:

  • due cartoncini fantasia 30,5 cm x 30,5 cm duble face
  • un piatto di carta
  • scarti di carta bianco e colorati
  • fommy bianco glitter
  • inchiostro (distress)
  • spago
  • taglierina
  • colla
  • timbro albero
  • fustella pupazzo di neve
  • matite colorate

SVOLGIMENTO:

1)Ho preso piatto di carta e ho tagliato il centro;

  1. ho tagliato i cartoncini a striscie di 3 cm l’uno
  2. ho ridotto le strisce in striscette da 17cm e da 12,5 cm
  3. le ho piegate a metà e le ho attaccate sul piatto.
  4. Ho creato delle bandierine con le striscette incollate
  5. Con la fustella pupazzo di neve che mi sta piacendo davvero un sacco e dei ritagli di carta e del piatto ho creato il pupazzo di neve sporcandone i bordi.
  6. Ho poi timbrato un albero di Natale con un timbro disegnato da me e lo ho colorato con le matite e ritagliato sui bordi.
  7. ho poi fustella con la fustella disegnata da una cara amica la scritta tanti auguri sul fommy glitter bianco e ho incollato il tutto.
  8. Per appenderla ho utilizzato dello spago.
Il progetto è finito ed io ho deciso di appenderlo in casa per creare atmosfera Natalizia.
Spero vi sia piaciuto e…. fatemi vedere le vostre interpretazioni, a presto!
Veve

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

CalendAsi 3/25

Ciao a tutti!

Io sono Cristina (Rosset), ma come nicknamein internet mi faccio chiamare da sempre Almayer, e così il nome è rimasto. Ho un blog che poverino è stato abbandonato, ma che rientra nei buoni propositi per il 2019, sono referente ASIVeneto da qualche anno e finalmente mi sono decisa a lanciarmi in questa che per me è davvero una sfida!

 

Premetto che per me, pubblicare qualcosa fatto con le mie mani è davvero una cosa rara. Faccio fatica a condividere semplicemente per un motivo: quello che faccio non è (quasi) mai all’altezza delle mie aspettative, o delle immagini che mi si

compongono in testa, quindi mi sembra sempre poco interessante, poco bello… voglio dire, basta che mi guardi in giro un attimo per trovare un sacco – ma un sacco proprio – di gente brava, che mi piace, che mi ispira, che lo fa in modo accattivante e divertente. Non credo di far niente di originale (difficile, a dire il vero anche in quelle creatrici che ammiro, trovare cose veramente originali e nuove…) né fatto in modo magistrale. Quindi quello che faccio lo faccio essenzialmente perché mi fa stare bene, indipendentemente dal risultato.

Il fatto che io adesso sia qui a pensare a cosa scrivere di sensato e simpatico, e che non verrà pubblicato su quello che é(ra) il mio blog è già un grandissimo passo avanti.

E’ stata una bella sfida anche questa, trovare qualcosa che nessuno facesse già e non fosse proprio una stupidaggine. E così ho pensato alle tre cose che al momento mi intrippano di più:

lo scrap

il bullet journal

e il brushlettering.

E cos’è, al momento, la cosa che mi permetterebbe di entrare (anche solo per un dettaglio) nei miei tre mondi preferiti contemporaneamente? Macccccerto! Il Christmas Planner! Basta digitare su Pinterest per trovare tante ispirazioni e anche tanti pdf pronti da stampare. Ma io mi diverto di più a preparamelo da sola.

E non c’è niente di più semplice:

il materiale essenziale sono un quaderno, delle carte e delle penne.

Poi ci si aggiungono stickers, washi tape, fustellate, schizzi di colore e timbri… et voilà, il gioco è fatto.

Il mio non è un vero e proprio tutorial, perché abbellire un quaderno è una cosa piuttosto semplice, ma vi farò vedere un pochino di come ho diviso e abbellito le pagine e come ho fatto la copertina del mio Christmas Planner, che è la cosa che mi piace di più perché mi ha permesso di sperimentare  due delle diavolerie che al momento preferisco: 

la sticky embossing powder e i foil flakes.

Adesso però la smetto di parlare, e lascio spazio alle immagini.

Prima qualche foto dell’interno, semplice e veloce da realizzare:

 pastedGraphic.png