Archivi categoria: Cartonaggio

Cartonaggio, lesson # 7, porta corrispondenza da scrivania

Ciao a tutte.

questo mese, per la nostra lezione di cartonaggio, realizzeremo un porta corrispondenza da scrivania, utilissimo sia per tenere in ordine il vostro piano di lavoro in ufficio, che come regalo anche per un maschietto.

Questo è stato realizzato in modo da potere ospitare verticalmente il formato A4, ma può essere costruito, ovviamente , nella misura che più si desidera.

per le nozioni base e per i materiali utili alla realizzazione vi rimando, come sempre, alla prima lezione, che trovate qui.

Per questo lavoro ci occorreranno :

cartoncino mm 1.5 / 2 nelle seguenti misure :

4 pezzi da cm 13 x 7.5 laterali interni ed esterni

1 pezzo da cm 7 x 22 parete frontale

1 pezzo da cm 8 x 22 fondo

1 pezzo da cm 13 x 22 parete posteriore

1 pezzo cm 9 x 23 base

1 pezzo da cm 11 x 21.5 separatore

carta patterned 12″, 4 fogli

colla vinavil e bostik

pennelli, pieghetta, taglierina, cutter

Cominciamo con il preparare i fianchi del porta corrispondenza. tagliamo dal cartoncino 4 pezzi uguali da cm 7.5 x 13. A questi pratichiamo un taglio obliquo, a specchio, in modo da averne due smussati a destra e due a sinistra. Facendo questo taglio, lasciamo 2 cm sul lato superiore e 7 cm sul fianco, come da figura.

portacorrispondenza 002

 

Due cartoncini laterali vanno lasciati come sono e saranno i fianchi esterni, mentre i due che andranno inseriti all’interno, andranno tagliati verticalmente a 3.5 e a 4 cm in modo da eliminare una porzione da 1/2 cm, come in foto, che costituirà il solco in cui scorrerà il separatore.

portacorrispondenza 003

 

Prima di montare la struttura, usate i fianchetti per tracciare la sagoma degli stessi sulla carta che li rivestirà, tenendo conto di queste caratteristiche : per i fianchi esterni avremo due pezzi ( a specchio, mi raccomando ) con un margine di cm 1.5 su tre lati, obliquo, inferiore e posteriore. Mentre per il rivestimento interno dovremo tagliare due pezzi ( sempre a specchio ) della misura del fianchetto, togliendo 2 mm dal lato obliquo. Avremo cura di preparare i due pezzi marcando bene i due solchi. In questo modo, quando andremo a montare il rivestimento, i due pezzi si inseriranno perfettamente senza difetti. Ricordatevi che queste porzioni da carta andranno solo preparate ma non ancora incollate.

 

portacorrispondenza 005 portacorrispondenza 007

 

A questo punto si può montare il porta corrispondenza. Con il bostik, e mettendo la colla come si può vedere qui, montiamo la struttura del nostro oggetto, incollando i lati a coppie. Lasciamo asciugare bene la colla e carteggiamo i bordi per togliere eventuali imperfezioni.

portacorrispondenza 004

 

Ora possiamo cominciare  a preoccuparci del rivestimento della nostro oggetto. Dalla carta patterned tagliamo un pezzo da cm 10 x 24 e, con la colla vinilica, lo incolliamo sulla facciata anteriore, facendo sbordare la carta di 1.5 cm per ogni lato. Pratichiamo dei tagli in corrispondenza degli angoli e facciamo aderire la carta anche sui bordi e all’interno del porta corrispondenza.

Poi prendiamo le carte già preparate per il rivestimento esterno dei fianchi, la incolliamo mettendo il lato anteriore a 1 mm dall’angolo e pratichiamo dei tagli come in foto, a coda di rondine in corrispondenza dei vari angoli e perpendicolarmente sul lato obliquo. Rivoltiamo i margini e incolliamo bene. Ripetiamo l’operazione sull’altro fianchetto. portacorrispondenza 012 portacorrispondenza 014

Rivestire il lato posteriore con un taglio di carta patterned di cm 16 x 21.6. ce dovrà essere rimboccata all’interno e sotto, e tenersi a 1 mm dagli angoli, sovrapponendosi al margine dei fianchetti.

Passiamo all’interno :

Dalla carta patterned tagliamo un pezzo da cm 6.7 x 23.5 ( facciata anteriore ) e un pezzo da cm 12.7 x 23.5 ( facciata posteriore ). Queste andranno incollate lasciando 2 mm dai margini superiori, andranno a filo sul fondo dell’oggetto e si ripiegheranno di circa 1 cm sui fianchi    ( foto a sinistra ) . Una volta rivestite le due pareti, si possono rivestire i fianchetti con i pezzi preparati precedentemente facendo combaciare i solchi (foto destra) e incollando il tutto.

Copriamo il fondo con un pezzo da cm 7.5 x 21.5

portacorrispondenza 015 portacorrispondenza 016

 

Dalla carta patterned tagliamo un pezzo da cm 11.5 x 26 e un pezzo da cm 8 x 22.5. incolliamo il cartone da cm 8.5 x 23 al centro della carta più grande, smussiamo gli angoli e rivoltiamo i margini sul cartone, quindi incolliamo il pezzo da cm 8 x 22.5 lasciando 2 mm di margine tutto intorno. A questo punto incolliamo il nostro porta corrispondenza al centro di questo cartone, ( mettendo il lato con i risvolti sotto ) lasciando un’unghia dimezzo cm tutto intorno.

portacorrispondenza 009 portacorrispondenza 017             Dalla carta patterned tagliamo un pezzo da cm 14 x 24.7 e un pezzo da cm 10.5 x 21.2.

rivestiamo il cartone da cm 11 x 21.6 come abbiamo fatto per la base e creiamo in questo modo il tramezzo, che una volta asciutto, andrà inserito nel solco dei fianchetti.

portacorrispondenza 018 portacorrispondenza 019

Ed ecco pronto il nostro porta corrispondenza da scrivania.

Spero che vi sia piaciuta anche questa lezione!!!

Marina

 

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Cartonaggio, lesson # 6 : portaocchiali

ciao a tutte, un altro mese è passato ed eccoci qui con una nuova lezione di cartonaggio.       l’oggetto in questione è un portaocchiali rigido con una forma a trapezio.

per quanto riguarda le nozioni principali, come sempre vi rimando alla prima lezione.

per questo progetto ci occorrerà del cartoncino da 1.5 mm di spessore nei seguenti tagli

per la copertina:

2 pezzi da cm 6 x 16

1 pezzo da cm 16 x 2.5

1 pezzo da cm 16 x 3

1 pezzo da cm 16 x 1

per il portaocchiali :

1 pezzo da cm 15.5 x 5.5

1 pezzo da cm 15.2 x 2.7

1 pezzo da cm 15.2 x 1

1 pezzo da cm 5.5 x 3.7 ( da questo andranno ricavati due trapezi con larghezza cm 5.5 e altezza di cm 2.7 da un lato e di cm 1 dall’altro, come si vede nella foto che segue )  portaocchiali   portaocchiali (1)

di seguito ho montato i vari pezzi, come abbiamo già visto nelle lezioni precedenti.

la copertina è stata assemblata utilizzando il nastro di carta e lasciando spazio tra un pezzo e l’altro, in modo che le pieghe possano funzionare agevolmente ( la sequenza è ben visibile nella fotografia di destra)

mentre il portaocchiali è stato assemblato con l’uso di colla bostik, fissando i quattro lati sulla base ( come abbiamo già visto in precedenza)portaocchiali (2)

per rivestire il mio portaocchiali ho voluto usare della carta ad imballaggio bianca, che ho sporcato con distress attraverso degli stencil, e su cui ho timbrato delle scritte a contrasto.

una volta che la carta è stata asciutta, l’ho tagliata secondo queste misure :

per la copertina :

1 pezzo da cm 20 x 24 per l’esterno

1 pezzo da cm 15.5 x 19 per l’interno

per il portaocchiali :

1 pezzo da cm 20 x 15

1 pezzo da cm 7 x 4 esterno trapezio

1 pezzo da cm 5 x 3.5 interno trapezio

portaocchiali (3)

con la carta da cm 20 x 24, rivestiamo l’esterno della copertina, facendo risvoltare l’eccesso sulla parte interna della copertina. incolliamo con attenzione e lasciamo asciugare.

portaocchiali (4)

con i due pezzi a trapezio più grandi, rivestiamo la parte esterna del trapezio del portaocchiali, ripiegando il bordo in eccesso lungo tutto il perimetro.

portaocchiali (5)

ora prendiamo la carta da cm 20 x 15, partendo dalla base inferiore del portaocchiali, rivestiamo tutto intorno alla scatola, curando bene le pieghe, e facendo aderire la carta avvolgendo l’intero pezzo.

portaocchiali (6)

a questo punto dobbiamo solo più rivestire il trapezio nella parte interna, coprendo in questo modo tutte i risvolti di carta fatti in precedenza.

portaocchiali (7)

siamo a buon punto, incolliamo il portaocchiali sulla base da 6 cm, quella adiacente al lato da 3 cm, lasciano un piccolo bordo tutto intorno.

portaocchiali (10)    portaocchiali (9)ora non ci resta che fissare un nastrino tutto intorno, incollandolo al centro della scatola e lasciando libero il lato da 3 cm, dove andrà a sovrapporsi il lato opposto da cm 2.5.

incollare ai due capi del nastrino un pezzettino di velcro per la chiusura.

portaocchiali (8)

et voilà, il nostro portaocchiali è pronto a viaggiare con noi.

vi è piaciuto questo progettino?

Marina

 

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Cartonaggio, lesson # 5 : la scatola a libro

Eccomi di nuovo qui con una nuova scatola, ma giuro che è l’ultima!!!
Dal prossimo mese si cambia genere, promesso!!!
Quella che vi presento in questa lezione è una scatola a libro. si presenta come un libro, si apre come un libro, ma non è un libro. In compenso può rappresentare una soluzione per confezionare un regalo o per conservare oggetti con dei volumi  e particolari caratteristiche di delicatezza.
Per i materiali e per tutte le nozioni base del cartonaggio vi ricordo di ripassare questo post.
La scatola che ho realizzato io è piuttosto grande, ha misure finite di cm 28×22.5×8.
Ovviamente potrà essere realizzata nelle misure che più preferite, tenendo conto come regola di base che la scatola all’interno dovrà essere più stretta di 1 cm sia in larghezza che in lunghezza.
Materiale occorrente
per la copertina, cartone da cartonaggio da mm 2
2 piatti da cm 28 x 22.5
1 dorso da cm 28 x 7.5
per la scatola, cartone da cartonaggio da mm 2
1 base cm 27 x 21.5
2 lati cm 27 x 7
2 lati cm 21.1 x 7
carta per rivestire
copertina
2 piatti esterni cm 30.5 x 23.5
1 dorso esterno cm 30.5 x 11
1 piatto interno cm 27.5 x 20.5
1 dorso interno cm 27.5 x 11
scatola
2 lati esterni cm 10 x 30.5
2 lati esterni cm 10 x 21
2 lati interni cm 6.5 x 29
2 lati interni cm 6.5 x 20.5
1 fondo scatola cm 26.5 x 21
Cominciamo con il creare la struttura della copertina, unendo tra loro i tre pezzi, tenuti insieme con il nastro di carta da 30 mm, lasciando 5 mm di spazio tra un pezzo e l’altro

A questo punto possiamo procedere rivestendo l’esterno dei due piatti della copertina allineando la carta con un margine di 2 cm verso l’esterno e distribuendo quello che limane sopra e sotto i piatti.

Tagliamo gli angoli a 45°

E ripieghiamo l’eccesso all’interno dei piatti. facciamo questo incollaggio con la colla vinilica
ripetiamo l’operazione anche sull’altro piatto.
Applichiamo le strisce per rivestire i dorsi, prima esternamente, facendo risvoltare l’eccesso all’interno, poi internamente, avendo cura di incanalare bene la carta nei solchi durante la fase di incollaggio.

 Quindi rivestiamo internamente SOLO il piatto di sinistra posizionando la carta a filo con la striscia del dorso e lasciando un paio di mm di margine sui tre lati esterni.

Ora preoccupiamoci della scatola. Come abbiamo già visto in questo post , montiamo la scatola incollando con il bostik i quattro lati della scatola sul fondo, lasciamo aderire bene, rifiliamo e carteggiamo eventuali imperfezioni, quindi passiamo al rivestimento esterno
poi a quello interno, le istruzioni le trovate sempre nello stesso post
Quindi il fondo interno (scusate la bolla, ieri sera non si vedeva….)

Il fondo esterno invece non ci interesserà questa volta, perchè la scatola dovrà essere incollata (con il bostik, mi raccomando) sulla parete interna del piatto destro.

Ed ecco la mia scatola finita!
Cosa conterrà????
le cose preziose che non voglio che si rovinino, che devo trovare al primo colpo e che mi ricordano due meravigliosi giorni trascorsi con voi!!!!

all’interno c’è un semplice album rilegato con un anello che contiene tutti i gadget ricevuti al nazionale, mentre sulla copertina di sinistra ho posizionato quelli tridimensionali che avrebbero patito di più.
così saranno preservati da ammaccature, polvere e li troverò a colpo sicuro!

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Cartonaggio, lesson # 4 : scatola a gola

Ciao a tutte.
Pronte per una nuova avventura di cartonaggio?
Ricordatevi che per tutte le nozioni base, potete sempre consultare questo post
Spero di non annoiarvi con le scatole….. e anche di non romperle.
Quella che vi propongo in questa lezione è la scatola detta “a gola”.
Qui la base e il coperchio hanno dimensioni identiche , e l’incastro avviene tramite la “gola”, che altro non è se non una ulteriore costruzione inserita all’interno della base.
Io ho realizzato una scatola 12×12 cm, alta 20cm. ideale per contenere un oggetto regalo, per esempio dei pennarelli, dei pennelli. ma anche un barattolo. O qualsiasi altra cosa la fantasia vi suggerisca.
Ovviamente potrete adattare le misure alle vostre esigenze.

Per realizzare la scatola in queste misure vi occorreranno :
cartoncino da cartonaggio spessore mm 2 e mm 1.5
carta patterned 12x 12″, 4 fogli
carta in tinta unita a contrasto, 2 fogli 12×12″
colla vinilica, colla bostik, la vostra pieghetta, taglierina, cutter, base per il taglio.

Dal cartoncino da 2 mm, per la struttura esterna, tagliamo :
n° 2 pezzi cm 12×12
n° 4 pezzi cm 12×10
n° 4 pezzi cm 11.5 x 10

Questa è la panoramica dei pezzi tagliati per la base e per il coperchio della nostra scatola ” a gola”

Dal cartoncino da mm 1.5 tagliamo :
n° 2 pezzi cm 12.5 x 11.3
n° 2 pezzi cm 12.5 x 11
e un pezzo di carta in tinta unita di cm 11.3×11.3

Questa è la panoramica dei pezzi tagliati per realizzare la struttura della gola, che dovrà essere più alta della scatola di circa 2.5 cm 

Incolliamo con il bostik i vari pezzi della scatola mettendo la colla nei punti segnati in rosso e montiamo
i tre blocchi della scatola, tenendo conto del fatto che la gola andrà incollata sulla base in carta anzichè in cartoncino.

Una volta terminato il montaggio, assicuriamoci che la gola entri liberamente sia nella base che nel coperchio della nostra scatola

Passiamo ora alla fase di rivestimento dei vari blocchi.
Dalle carte scelte dobbiamo ricavare i seguenti tagli :
per la base :
patterned, n°2 pezzi cm 13×15.5
patterned, n° 2 pezzi cm 13×11.5
unito, n° 1 pezzo cm 11.5×11.5

per il coperchio tagliamo invece :
esterno
patterned, n° 2 pezzi cm 13×15.5
patterned, n° 2 pezzi cm 13×11
patterned, n° 1 pezzo cm 11.5×11.5
interno
patterned, n° 2 pezzi cm 10.5×13.5
patterned, n° 2 pezzi cm 10.5×11.5
unito, n° 1 pezzo cm 11.5×11.5

Infine per la gola, tagliamo
interno :
patterned, n° 2 pezzi cm 12×13
patterned, n°2 pezzi cm 10.5 x 12
tinta unita, n° 1 pezzo cm 11×11
esterno :
tinta unita, n° 2 pezzi cm 10×15
tinta unita, n° 2 pezzi cm 10×10.5

Cominciamo col rivestire base e coperchio partendo dalle patterned da cm 13×15.5 e coprendo i due lati fronte e retro, rivoltando i margini, come spiegato qui

 quindi incolliamo i pezzi da cm 13×11 sui fianchi della scatola

e il fondo della scatola e la facciata superiore del coperchio.
il montaggio di questi due elementi è identico fino a questo punto.

Ora occupiamoci degli elementi interni
Prima rivestiamo la gola, che andrà coperta solo parzialmente con i pezzi in tinta unita, seguendo lo stesso procedimento della scatola, ma posizionando la carta a cavallo dei margini, metà dentro e metà fuori,

Terminata la parte esterna, ci occupiamo della parte interna.
Con questo stesso procedimento rivestiremo sia l’interno della gola che l’interno del coperchio.

Ai pezzi restanti più larghi, pratichiamo una piega di 1 cm su tre lati e due tacche per consentirne l’incollaggio Mentre ai pezzi più stretti, pratichiamo solo la piega e le tacche del fondo.
Rivestiamo anche la base con un secondo taglio di carta unita per rinforzare il primo e coprire le linee di incontro dei vari pezzi

 A questo punto bisogna dare un generoso strato di colla sul fondo della base della scatola e incastrare la gola

 Ed ecco la nostra scatola a gola pronta, come si presenta chiusa,

e aperta.
Spero che anche questo progetto vi sia piaciuto.
Marina

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Cartonaggio lesson number 3, scatola con coperchio

Per la rubrica di cartonaggio, questo mese vi propongo una scatola rettangolare, con coperchio.
la potrete realizzare nella misura che più preferite. io ho scelto di fare una scatola che potesse contenere tutte le foto vagabonde che ancora aspettano di essere scrappate.
Le misure della mia scatola sono L 17 X H 12 X P 8.
Per tutte le info sui materiali e la tecnica base, vi ricordo questo post
Ho usato un cartoncino da mm 1.5

Dal cartoncino bisogna tagliare, come da foto
per la scatola
2 pezzi cm 12 x 17 ( facciate davanti e dietro )
2 pezzi cm 12 x 7.7 ( fianchi )
1 pezzo cm 8 x 17 ( fondo )
per il coperchio
1 pezzo cm 8.3 x 17.3 ( fondo )
2 pezzi cm 3 x 17.3 ( bordi lunghi )
2 pezzi cm 3 x 8 ( bordi corti )

Mettere il bostik superchiaro sui bordi che ho contrassegnato con il pennarello rosso.
Quindi incollare  i lati due per volta, come da foto.

Completare con i due lati rimanenti.
A questo punto del lavoro abbiamo la scatola grezza montata.

Lasciare asciugare per una decina di minuti la colla, in modo che faccia presa bene.
Quindi carteggiarne i bordi in modo da eliminare eventuali imperfezioni.

Ora passiamo al rivestimento della nostra scatola, cominciando dalle facciate laterali.
Tagliamo dalla carta patterned scelta 2 pezzi di cm 11 x 15.
Spennelliamo tutta la superficie della carta con colla vinilica o da legatoria, e rivestiamo, uno per volta, i fianchi della scatola, facendo sbordare il margine sul quattro lati.

Quindi incolliamo anche i margini , rimboccandoli sul fondo e all’interno della scatola.

Ripetere l’operazione anche per le facciate davanti e dietro, che misureranno cm 15 x 16.8.
Queste sborderanno solo sopra e sotto, quindi nella fase di incollatura andranno rimboccati solo questi due lati. Vi dovrete ritrovare con questa situazione sul fondo della scatola :

Dopo avere rivestito tutti i lati della scatola, si può procedere con il fondo, che misurerà cm 16.8 x 7.8

Per il rivestimento interno, tagliare dalle carte patterned scelte 2 pezzi da cm 10 x 13 e 2 pezzi da cm 13 x 16.5 e procedere rivestendo prima i fianchi che avranno un eccedenza di 1 cm su tre lati.
Andranno incollati a un paio di mm dal bordo superiore della scatola e fatti scivolare all’interno, ripiegando gli eccessi lateralmente e sul fondo.
Per fare aderire bene la carta negli angoli, aiutarsi con la pieghetta.

Ripetere l’operazione con i rivestimenti dei pezzi davanti e dietro, che avranno un cm di eccesso solo verso il fondo, mentre lateralmente saranno leggermente più stretti della scatola e andranno a sovrapporsi  alle eccedenze dei fianchetti.
Tagliare un pezzo di patterned di cm 7.5 x 16.5 e rivestire il fondo.
E ora passiamo al coperchio, che andrà rivestito in un solo colpo, fatta eccezione per il fondo interno.

Il pezzo che servirà per rivestire il coperchio, in questo caso avrà come misura cm 29.5 x 20.5.
queste misure si ottengono calcolando le misure della base del coperchio + ( 3 altezza del coperchio x 2 ).
In questo modo avremo carta sufficiente per rivestire sia il bordo esterno che quello interno.
Dalla carta elimineremo i quattro angoli ridotti di un cm, come si vede in foto, per permettere di rivestire il bordo del coperchio sovrapponendo la carta.

Incollare il coperchio nel centro della carta pretagliata e incollare come da foto, la carta ai bordi del coperchio cominciando dai lati corti e finendo con quelli lunghi.

Ora non ci resta che il rivestimento interno del coperchio, che avrà la misura di cm 10 x 19.
Eliminiamo un centimetro per ogni angolo e rivestiamo l’interno del coperchio, facendo sovrapporre il centimetro di eccedenza sui bordi del coperchio. In questa operazione aiutiamoci con la peghetta.

 Fatta questa operazione, io ho ancora creato dei separatori per dividere le foto per genere.

E questa è la mia scatola in tutto lo splendore di queste bellissime e vivacissime carte!
Spero che anche questo progetto vi sia piaciuto e arrivederci al prossimo appuntamento di cartonaggio!

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Cartonaggio . lesson number two, il raccoglitore a soffietto

Pronte per una nuova lezione di cartonaggio?
Facile facile, ancora per questa volta….
Creeremo insieme un raccoglitore a soffietto per contenere i “pizzini”.
Io ci metto dentro le spese di casa divise per argomenti, ma ognuna di noi può scegliere che uso farne.
Potrebbe essere un’idea per archiviare i ritagli di carta divisi per colore, o delle ricette….

vi ricordo che tutte le info di base per il cartonaggio le trovate qui

materiale occorrente per la nostro raccoglitore:

Dal cartoncino leggero (tipo favini 200 gr) bianco, tagliare
10 fogli cm 15×21 (separatori)
2 fogli 30×15 (soffietti)
Dal cartoncino pesante mm 1.5, tagliare 2 piatti da cm 16×22
2 patterned cm 20×26
1 patterned cm 7×21

colla vinilica, biadesivo da 6 mm e da 20 mm, pennello, taglierina con cordonatrice, cutter, base per taglio, pieghetta, carta vetro.
PRONTE???

Ok. per  prima cosa prendiamo i due pezzi di cartoncino bianco da 30×15 e li cordoniamo sul lato da 30 ogni 1.5 cm, ottenendo 20 spazi.
Pieghiamo a fisarmonica, aiutandoci con la pieghetta, come nella foto sopra.

 Io ho scelto di colorare sia i soffietti che i separatori, con distress tamponati su craft sheet, quindi trasferiti sulle carte. ho usato 3 colori abbinati alle carte, facendo asciugare tra un colore  e l’altro.

Cominciamo a montare il soffietto, inserendo i separatori nelle pieghe interne del soffietto, incollandoli col biadesivo da 6 mm.

Ripieghiamo il soffietto sul separatore, fissandolo definitivamente. ripetiamo l’operazione per tutti e dieci i fogli separatori e su tutti e due i lati del soffietto.

Il risultato che dovremo ottenere è questo.
Come vedete, il soffietto ha gioco, in quanto ha una larghezza di cm 1.5, ma è fissato ai separatori solo per i 6 mm del biadesivo. Questo ne consentirà il movimento e l’apertura.

Scegliamo le carte che andranno a coprire i nostri piatti e tagliamo il cartoncino spesso nella misura di cm 16×22 e le carte che li copriranno nella misura di cm 20×26. Togliamo eventuali imperfezioni nel bordo del cartoncino usando un pezzetto di cartavetro.

Incolliamo le carte ai piatti usando colla vinilica  e pennello. tagliamo gli angoli a 45°, lasciando un paio di mm di margine, come in foto.

 Ripieghiamo, incollandoli, i 2 cm di margine, sul rovescio del piatto.

 Ripetiamo l’operazione col secondo piatto

 Dalla patterned di cm 7×21, ricaviamo un dorsino, cordonando a 2 cm sia da una parte che dall’altra, sul lato lungo, quindi, con biadesivo da 2 cm, incolliamo solo i due lati cordonati, lasciando libera la porzione centrale. fissiamo il dorsino sulla parte inferiore del nostro soffietto, come in foto.

Incollare i due piatti sul primo e sull’ultimo separatore del soffietto. Utilizzare colla vinilica e pennello.
Per farli aderire meglio aiutarsi infilando la mano nel soffietto e massaggiando la carta in corrispondenza del piatto. sui margini, che sono più delicati e soggetti a sforzo, può essere utile rinforzare i punti con del bostick o della colla caldo (non è ortodossa, ma non diciamolo a nessuno!!)

 A questo punto ho inserito su ogni pagina delle tabs per identificare il contenuto

 E adesso, decoriamo a piacere il piatto frontale

Finito!
E’ stato difficile?
Spero davvero che vi sia piaciuta questa nuova lezione.
E se realizzate qualche lavoro di cartonaggio ispirato a questa rubrica, linkatelo qui nei commenti.
Sarò davvero felice di venire a sbirciare le vostre interpretazioni.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Cartonaggio, lesson number one

Buongiorno a tutte voi.
Oggi inauguriamo una rubrica nuova, tutta dedicata al cartonaggio.
Comincio con l’illustrarvi alcuni aspetti  tecnici e un progetto semplice, giusto per prendere la mano…
Nei post che seguiranno troverete invece solo progetti e un rimando a questo post per  rinfrescare la memoria in merito alla tecnica pura e ai consigli.
Innanzitutto parliamo dei materiali:
il cartone che viene usato per i lavori di cartonaggio deve avere uno spessore di mm 1.5 per i lavori di dimensioni più piccole, mentre per lavori più grandi è preferibile usare un cartone da 2 mm o addirittura da 3 mm.
Per lavori grandi si intendono quelli che superano i 30 cm di misura o che devono sopportare stimoli più forti come, per esempio, le scatole.
Le colle da utilizzare sono principalmente 2:
il Vinavil, che useremo per le superfici più estese e per i rivestimenti dei cartoni. Nell’universo dei vari vinavil in commercio vi consiglio di fare un investimento ( che vi tornerà utile anche per tanti altri lavori scrap ) e acquistare un barattolo da 1 kg nella versione NPC. Infatti la versione che viene venduta in tubetti da 100 e 300 gr è più leggera in termine di tenuta rispetto alla NPC, che è una colla semiprofessionale.
In alternativa, se avete a portata di mano una legatoria, esistono ottime colle del settore, che si presentano già con la giusta diluizione e hanno una ottima tenuta.
Il vinavil, come si intuisce, è una colla vinilica, in dispersione acquosa. Asciuga piuttosto rapidamente e non cede sostanze tossiche alle foto. Va stesa con un pennello e bisogna fare aderire i pezzi piuttosto rapidamente. È removibile per alcuni secondi dopodichè si rischia di danneggiare la carta incollata malamente. I pennelli si lavano con acqua e sapone e si asciugano. Se praticate spesso lavori con il vinavil, tenete a portata di mano una vaschetta con dell’acqua leggermente saponata e della carta da cucina. Avrete così sempre i pennelli puliti, asciutti e vicini a voi.
Il bostik superchiaro.
Questo collante viene venduto in tubetti  con 3 diverse grammature e in barattoli.
Lo useremo sui bordi dei progetti, nei punti di contatto, quindi nel nostro caso è più utile il tubetto.
Il bostik, come si dice, è una colla “a contatto”.
Cosa significa?  Significa che, quando la utilizzeremo, dovremo avere l’accortezza di distribuirlo su tutto il bordo che intendiamo incollare, solo da una delle due parti, unire i due bordi, separarli, lasciare evaporare per una decina di secondi i solventi contenuti nella colla e unire i due pezzi.
Utilizzando questo metodo, la colla farà presa immediatamente e in modo più deciso.
Eventuali pennelli o spatoline usate per distendere il bostik vanno lavati con solventi appropriati.
La tela da legatoria o il nastro di carta?
In legatoria viene utilizzata una tela specifica per i dettagli e la copertura dei dorsini.
Per i nostri lavori di scrapbooking, possiamo sostituire questa tela, peraltro piuttosto costosa, con il nastro di carta. Non pregiudicherà la riuscita o la bellezza del nostro lavoro, anche perché noi andremo a coprire le parti interessate, a differenza della tela che viene lasciata a vista ed è elemento decorativo.
I nastri di carta, o nastri maschera, si trovano nella versione chiara nei ferramenta, nei colorifici e nei brico in diverse misure di altezza, dai 15 mm fino ai 50mm.
Esistono da qualche tempo anche delle versioni avana e in colori pastello.
 Hanno il pregio di essere molto sottili, di non creare antiestetiche grinze nei punti di piegatura e di essere facilmente removibili
I nastri
Nel cartonaggio i nastri hanno il compito di chiudere cartellette o cofanetti, possono diventare pomoli o distanziatori nei bauletti.
Sono generalmente nastri di cotone o di raso. Si trovano in merceria in svariate misure e colori.
Attrezzatura
Per tracciare i segni di taglio, usate una comune matita.
Per tagliare i cartoni, munitevi di un cutter  e di un righello, possibilmente di alluminio, in modo da non scheggiarlo con il cutter mentre tagliate.
Il cutter ha una lama retrattile, che scompare completamente al l’interno dell’impugnatura.
La lama è costituita da segmenti. Quando vi accorgete che non taglia più bene, è sufficiente fare saltare il primo segmento utilizzando il tappo sull’impugnatura, che è munito di una tacca apposita.
Procurate di tagliare su una superficie piana e che non patisca il taglio.
Può andare bene un cartone spesso ( che si deteriorerà prima) o un piano da taglio del tipo autorigenerante che viene usato per il patchwork ( decisamente più longevo…)
per la carta utilizzeremo invece la nostra fedele taglierina, salvo che per misure over, dove utilizzeremo sempre il cutter e il righello.
Pieghetta
Si trova in plastica o in osso. Va bene anche quella della scor –pal.
La forma della punta le consente di incanalarsi nelle fenditure dei dorsini e nelle giunture. Per le superfici piane invece, si può usare orizzontalmente sfruttandone la lunghezza per spianare le parti più estese.
E ancora….
Carta da cucina, per assorbire l’umidità della colla, per asciugare i pennelli.
Carta vetrata, per levigare i margini dei cartoni e pulire imperfezioni
Giornali vecchi, per proteggere il piano di lavoro, da cambiare spesso, per evitare di sporcare di colla il lavoro.
Pesi, libri o altro, per tenere in piano gli oggetti appena ricoperti.
Spugnetta, per eliminare residui e tracce di vinavil e per nettarsi le dita ogni tanto.
Uno straccio di cotone, per spazzolare la carta appena incollata e farla aderire al fondo eliminando eventuali bolle d’aria.
Precauzioni:
per avere un lavoro preciso, utilizzare un’attrezzatura sempre perfettamente pulita da residui di colla.
E il progetto? 

Una cartellina per conservare le vostre pagine o per archiviare delle carte, magari quelle che porterete al prossimo meeting!

Materiale occorrente
Cartoncino da mm 1.5
4 carte patterned intere per rivestire i piatti
1 carta patterned coordinata a quelle scelte per i piatti
Due pezzi da 40 cm di nastro in raso
Carta da pacco avana
Nastro maschera da mm 30
Attrezzatura base per cartonaggio.
Dal cartoncino tagliare due piatti da cm 32×32
Affiancarli e unirli con  il nastro maschera lasciando uno spazio di 1/2 centimetro che fungerà da cerniera.

Scegliere le carte per rivestire i piatti, che andranno lasciate intere.
Dalla carta coordinata ricavare 4 strisce da cm 30.5 x 4
Dalla carta da pacchi tagliare invece 1 striscia da cm 10×36, 1 striscia da cm 10×30, 2 quadrati da cm 8×8
Segnare 3 cm di margine sulle carte della copertina ( lato esterno ), solo sul lato destro del piatto destro e sul lato sinistro del  piatto sinistro.
   

Incollare i piatti sulle relative carte rispettando il margine segnato in precedenza.
 

Aggiungere le strisce di carta cooordinata a completare la misura del piatto e facendole sporgere di 3 cm sopra e sotto la carta intera.  ( questo passaggio è complicato dal fatto che le carte sono più piccole rispetto la misura dei piatti, quindi si rendono necessarie delle aggiunte ).

 
Tagliare gli angoli a 45° ad un paio di mm dal vertice del piatto. Rivoltare i margini e incollarli all’interno della copertina. Prendere ora i due quadrati di carta da pacco e disegnare un margine di cm 1.5 tutto intorno. Dividerli a metà sulla diagonale.

                                                                
Posizionarli, incollandoli,  come nella foto sul lato dritto della copertina, quindi tagliare via l’angolo a 45° come fatto in precedenza, ripiegare i margini incollando.

Incollare la striscia  di carta da pacco da cm 10×36 sul lato esterno della copertina, ripassare il solco con la pieghetta, rivoltare i margini all’interno. Incollare la striscia da cm 10×30 all’interno, ripassare con la pieghetta anche questo lato del solco.
 

Con il cutter praticare un taglio sufficiente a fare passare il nastro scelto e sempre con la lama del cutter, aiutarsi a fare passare il nastro attraverso il taglio, dall’esterno verso l’interno. Incollare il nastro sulla facciata interna per circa 5 cm.

 
Dalla carta patterned coordinata tagliare due pezzetti di cm 2 per una misura tre volte l’altezza del nastro scelto. Nel mio caso il nastro è da cm 1.5, quindi ho tagliato la carta cm 2 x 4.5. incollare il nastro al centro della carta, ripiegare i lembi, lasciare asciugare la colla e tagliare le punte a piacere.
A questo punto si possono rivestire i piatti nelle facciate interne, facendo in modo che la carta copra il piatto lasciando circa 1 cm sui tre lati esterni, mentre sul lato con la cerniera si accavallerà leggermente.

Dalla carta coordinata avanzata, ricavare una bella tasca da incollare all’interno della copertina per contenere  pezzi più piccoli della pagina intera, decorarla  a piacere.
 

A questo punto decoriamo anche l’esterno della copertina, facciamo un bel fiocco e portiamo a spasso i nostri LO al prossimo meeting!!!

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather