• Never stop dreaming

    Ciao! Eccoci a novembre: sentite già l’aria del Natale? State già pensando a regali, decorazioni, cards? Io no. Anzi ho ancora tutte le foto dell’estate da scrappare, questo tempo strano passa comunque veloce e io corro sempre.

    Ma oggi voglio condividere con voi un’idea che mi frullava da un po’ per la testa per utilizzare i pezzetti di cartone vegetale che avanzano dalla creazione delle copertine degli album: non vi restano lì delle strisce di cartoncino spesso che non vi va di buttare? A me sì. Per cui ho pensato di utilizzarle per creare lo sfondo di una tela.

    In realtà ho preso un cartoncino telato 18×24.

    Ho ritagliato dei quadrettini di cartone vegetale di varie misure e ho creato una composizione

    Ho incollato col gel medium e ho steso un paio di mani di gesso acrilico bianco sui quadretti e su tutta la tela

    Per eliminare un po’ o segni delle pennellate ho picchiettato con un vecchio pennello e della pasta sabbia per creare un effetto “intonaco” che adoro

    A questo punto ho creato la mia colorazione con gli Ink Extreme di varie tonalità, ma vanno bene tutti i tipi di pigmento, dagli acquerelli alle polveri ai gelatos….

    Ho sporcato i bordi coi Distress Crayon ma anche qui va bene tutto…

    Infine ho timbrato a random con un timbro da sfondo.

    A questo punto ho creato il layering della foto con dei ritagli di patterned e ho decorato con un fiore timbrato e colorato con le matite acquerellabili. Il sentiment è una scritta in carton legno lasciata al naturale.

    Il progetto è molto semplice ma l’effetto tridimensionale mi piace sempre molto.

    E voi come li utilizzate i vostri ritagli?!?

    Alla prossima!!!!

  • Il mese delle foglie

    Ciao a tutti! Siamo arrivati ad ottobre, l’autunno è entrato nel vivo e per gli amanti delle palette colori calde a base di ocra, ruggine, terra di Siena, palissandro e zucca è festa!!! Allegri tappeti di foglie ci accolgono nelle nostre passeggiate, nei viali, nei giardini e al nostro passaggio si stropicciano, scricchiolano e crocchiano. Per cui abbiamo deciso la nostra ISPIRAZIONE DEL MESE che sarà inevitabilmente : CRUNCH!!!!

    Oggi io, Sabrina, per iniziare ad entrare nel Mood ho pensato di proporvi un altro dei miei progetti riciclosi. Tra le cose che “la tengo perché sembra già fatta” avevo questa confezione della pellicola del cellulare…avete presente?

    Ecco come l’ho trasformata:

    Mi è bastato ricoprirla con della patterned. Ma possiamo anche usarla per i progetti mixed media ovviamente!!!

    Io ho ritagliato le carte a misura e le ho rifinite con una cucitura con la macchina da cucire.

    Per l’esterno ho usato una carta effetto corteccia e ho decorato con una PL della collezione delle patterned che ho scelto per l’interno.

    Ho rifinito i dorsini con del washi tape.

    Ho decorato l’interno con una patterned che mi sembrava perfetta per immortalare la giornata che abbiamo passato nei boschi alla foce del Tevere.

    Ho aggiunto rami timbrati e colorati con gli acquerelli, rametti e foglie fustellate e qualche etichetta.

    Ho mattato e spessorato la mia foto ed ho aggiunto il sentiment.

    Ecco qualche particolare:


    Come home decor mi sembra una soluzione simpatica, semplice e veloce!

    Che ne dite? A noi piacerebbe vedere anche le vostre idee riciclose!!!

    Un abbraccio e alla prossima!!!

  • Un portatag personalizzato

    Ciao! Sono Sabrina e oggi vi tengo compagnia con un’altra delle mie manie: l’accumulo compulsivo di scatole. In ognuna vedo un possibile futuro utilizzo e quando ho visto questa scatola da 24 ghiaccioli ho fatto un rapido calcolo delle dimensioni e ho capito di aver trovato quello che mi serviva. Ultimamente sono diventata una tag addicted e quindi avevo bisogno di un qualcosa per conservare le mie tag; generalmente le faccio di una misura standard (9x17cm) e questa scatola è risultata perfetta.

    Naturalmente potete realizzare la struttura anche con la tecnica del cartonaggio ma così si fa molto prima.

    Mi è sembrata un’ottima occasione per esercitarmi ancora col mixed media, ispirandomi alle creative che ho incontrato nel mio percorso, per citare una delle prime dico Helga Pinelli, ma anche Elena Cortese per citare una delle più recenti. In questo caso mi sono decisamente ispirata anche ad quell’artista coloratissima che è Kate Crane.

    Per prima cosa ho tagliato la scatola in forma trapezoidale (foto 1.) e l’ho ricoperta di carta velina (bianca e colorata fuori, nera dentro) (foto 2.)

    Ho steso uno strato leggero di gesso (foto 3.)

    Ho timbarto con lo Staz On sulla velina e ne ho applicati qualche pezzetto. Ho aggiunto un pò di washi tape per iniziare a creare movimento. (foto 4.)

    Con le dita ho steso degli acrilici e poi ho uniformato spatolando l’acrilico bianco.

    Ho continuato la decorazione con gli stencil e gli acrilici bianco e nero.

    Con gli uniposca sottili ho giocato sulle stencilate.

    Sempre con la tecnica delle timbrate su carta velina ho aggiunto qualche elemanto decorativo.

    infine ho aggiunto le scritte e le bamboline.

    Ed ecco la scatola con le tags

    È stato divertentissimo e adesso ho la mia scatola porta tags!!! Naturalmente possiamo ricoprire la scatola con qualsiasi tecnica, con carta, stoffa o ciò che ci piace! Spero di avervi dato qualche spunto!

    Alla prossima!!!

  • Segnalibro origami

    Una delle cose più utili dell’estate per me, ovviamente dopo un ventilatore, è il segnalibro. Infatti in questa stagione ho l’occasione di ritagliare un po’ di tempo da dedicare alla lettura. Si è vero ora ci sono favolosi dispositivi elettronici che tengono il segno per te, ma talvolta tenere la carta tra le mani fà parte del rituale per godersi appieno il relax.

    Oggi vi propongo un segnalibro triangolare fatto con la tecnica dell’origami e decorato con lo scrap per cui questo progetto si presta per essere realizzato anche dai più piccoli in quanto non richiede l’uso di forbici e colla se non nella decorazione.

    Prendiamo un foglio di carta da origami o carta da stampante (bianco o colorato ) e ricavate un quadrato di circa 15 cm per lato. Piegatelo lungo una delle diagonali. Poi pieghiamo i vertici della diagonale verso l’altra pinta del triangolo ottenuto

    Riapriamo il quadrato e ripieghiamo verso l’interno la punta subito sotto le punte appena unite

    Richiudiamo seguendo le pieghe già fatte e ripieghiamo all’interno gli spigoli della diagonale

    Una volta ripiegate queste due punte otteniamo il segnalibro col retro quadrato e il davanti triangolare, se fogliamo il fronte ed il retro triangolare basterà ripiegarlo verso l’interno. Appiattite bene le pieghe per definire la forma.

    A questo punto possiamo decorare usando un cartoncino quadrato 7×7 tagliato lungo la diagonale ed incollando questi pezzi su entrambi i lati

    oppure potete decorare con un cartoncino sagomato sul davanti e un quadrato sul retro

    Visto è più difficile a dirsi che a farsi!! Ora non fatevi vincere dall’afa alzatevi ed iniziate a realizzare un esercito di segnalibri, potrete anche inserirli nei libri che regalerete per un compleanno o a Natale aggiungendo così un po’ di personalità al regalo.

    Spero che l’idea vi sia piaciuta e vi auguro buon proseguimento di vacanze

    Gelsomina

  • Today Love

    Ciao a tutti e ben ritrovati.

    Finalmente il blog è tornato attivo e ho l’immenso piacere di condividere con voi un Layout a cui tengo tanto.

    Spulciando nella scatola delle foto, ne ho trovata una che mi ha riportato a una bellissima vacanza fatta con il mio compagno Alex e altre due coppie di amici. Nella foto siamo a Barcellona e mi fa sorridere pensando a quanto eravamo gioppini … erano i primi anni che ci frequentavamo. Chi l’avrebbe detto che saremmo stati insieme, e ancora lo siamo, per ben 16 anni? E che avremmo fatto anche una bimba?

    Va beh! Basta tediarvi … e passiamo al progetto.

    Come vi ho accennato ho realizzato un LO, partendo da una base di bazzill bianco e da un cut file a forma di cuore.

    Per prima cosa con l’aiuto di un plotter ho realizzato il cuore. Poi con l’aiuto di carte patterned di scarto (quale scrapper non ha carte che le avanzano e non butta?) ho riempito alcuni spazi della mia maschera. Infine ho incollato il cuore al bazzill.

    A questo punto ho deciso dove avrei posizionato la mai foto che ho mattato con avanzi di carte e spessorato. Con l’aiuto di alcune fustellate l’ho incorniciata, cercando di ammorbidire la composizione che, secondo il mio gusto, era troppo spigolosa 🙂

    Infine ho inserito i sentiments, dei cuoricini di legno che ho colorato e ho schizzato qua e là un pò di gesso nero.

    E il gioco è fatto … semplice vero?

    Vi lascio alle foto del progetto

    Spero di avervi tenuto piacevolmente compagnia. Se avete domande chiedete o contattatemi senza problemi.

    Grazie per essere passati

    Un abbraccio

    Nadia

  • Operazione riciclo

    Ciao a tutti!

    Eccomi con il mio primo post sul blog: sono Sabrina e sono onoratissima di essere qui perché Asi è sinonimo di tante cose belle, di tutto quello che mi piace fare, di tutto quello che mi piace essere. Ma soprattutto Asi sono le persone, sono gli incontri, sono le condivisioni, sono i sorrisi! Per cui spero di riuscire a dare il mio contributo a questa associazione da cui tutto inizia! Sì perché tutto quello che so o quasi l’ho imparato qui, ai meeting, dalle compagne di viaggio, dalle meravigliose creative che ho conosciuto, dalle dirette che molti sponsor hanno organizzato in quarantena, ai meeting virtuali…ad esempio per il progetto di oggi molti trucchetti li ho imparati da Sabrina Perna e Daniela Gelosa…ma la lista sarebbe lunghissima! Spero di avere l’occasione di ringraziare mano a mano tutti!!!

    Ma veniamo a noi: per dare un filo conduttore abbiamo pensato di tenere qualche rubrica fissa ed oggi io vi parlerò di: RICICLO!!!

    Non so se siete tutti come me ma molti sicuramente sì: la mia casa è piena di scatole, scatoline, scatoloni dove tengo cose “da riciclare”: cartoni da imballaggio, scatole dei biscotti, targhette dei vestiti, nastri dei pacchetti, buste coi ritagli delle carte, confezioni vuote dei chipboard…sono patologica?!? Il confine è sottile!!!

    Tempo fa (circa sei anni) ho smontato un porta CD Ikea e ho voluto conservare le mensoline in vista di un qualche progetto.

    Questa mi è sembrata l’occasione giusta!!! Per cui ecco da dove partiremo:

    Con un po’ di carta vetrata ho creato una superficie un pochino più aggrappante e poi con la colla vinilica leggermente diluita (ma se volete essere sicuri usate il gel medium) ho incollato pezzi di scottex, sacchetti del pane, libri e garza

    Ho coperto tutto con una mano di gesso acrilico

    Che texture meravigliosa è uscita! Non contenta ho aggiunto un po’ di movimento con modeling paste e uno stencil

    A questo punto ho preso un po’ di ink (ma vanno bene anche gli Oxide o acrilici diluiti o pigmenti in polvere o acquerelli…) e ho spruzzato alternando acqua e embosser

    Con dei timbri da sfondo e l’Archival Ink ho dato ancora movimento

    Siccome mi sembrava fosse venuto un po’ scuro ho preso dell’acrilico bianco e con le dita ho cercato di smorzare le zone più strong, soprattutto sui bordi e ai passaggi di colore

    Ho pensato di farci un mini Lo: nella mia busta delle patterned avanzate ne avevo proprio una adatta!!! E ho iniziato a ritagliare i fiori.

    Ho mattato la foto e ho iniziato a creare il layering e mi è venuto in mente che avevo tra i chipboard delle cornicette avanzate dal meeting Asi ER di novembre: mi sembravano perfette!

    Innanzitutto le ho spennellate con della pasta sabbia; come base per la mia composizione ho utilizzato un pezzetto di rete da fiorista e ho iniziato con le sovrapposizioni.

    Ho aggiunto dei rametti e delle foglie fustellate cercando di seguire una linea armonica

    Per il sentiment ho embossato a caldo una scritta in carton legno e ho aggiunto uno sticker

    Ho aggiunto un po’ di schizzi di acrilico nero e bianco e qualche enamel dots

    Ed è tutto!

    Spero vi siate divertiti!!!

    E voi? Siete patiti del riciclo?!?

    Alla prossima!!!!

  •  Il quarto d’ora creativo: Altered

    Buongiorno a tutte!

    Chi ha detto che per alterare qualcosa servono ore! ecco qui alcune proposte Altered realizzate dal nostro DT in soli 15 minuti!! Dai 15 minuti si trovano sempre, no?

    Paola ha realizzato una cornice decorata e personalizzata con il nome del bimbo, recuperando pezzetti di carta patterned dal fondo dei cassetti creativi!

    Cornice altered

    Marina ha creato un porta penne primaverile per il suo tavolo scrap con un tubo e un quadrato di cartone, carta unita azzurra e verde per rivestire il tubo e la base, una striscia di erbetta tenera, qualche nuvoletta fustellata, un tocco di colore e qualche fiore finto e una farfalla per decorare.

    Gelsomina Ha realizzato un portafoto da tavolo alterando una vecchia custodia di CD. Un pezzo di carta acquerellabile, sul quale ha realizzato un effetto acquerellato con i gelatos richiamando i colori della foto. Timbrate sparse, schizzi neri e avanzi di fustellate di crepla glitterata, il titolo con la dymo è il gioco è fatto. C’è voluto più tempo per rimettere a posto!!

    Letizia ha alterato un post it utilizzando dei semplicissimi ritagli, un timbro e la Dymo per il titolo

    Per Barbara una doppia alterazione: ha alterato un post it utilizzando (alterando a sua volta) un portafoto di plexiglas trasparente.

  • Shopping bag diventa LO

    Ciao, sono Sara e oggi vi faccio vedere l’ultimo LO che ho realizzato.

    Ero un po’ in astinenza da LO, troppo tempo che non ne facevo uno. L’occasione si è presentata quando uscita da un negozio di abbigliamento ho avuto in mano una piccola shopping bag in carta con una frase stampata. Mi si è accesa subito la lampadina: è della misura giusta per un LO.

    Detto, fatto!

    Ho tagliato la frase Put yourself first! e messa in risalto incollando dietro un pezzo di cartone da imballaggio. Per la prima volta nella costruzione di un LO non sono partita da una foto, ma da una frase che condivido pienamente.

    asi_putyourselffirst_1

    Un po’ di washi, qualche stella, qualche abbellimento in legno di Scrapbooking facile.

    asi_putyourselffirst_2

    Ed in poco tempo ho creato questo LO

    asi_putyourselffirst_4

    Per Natale ho ricevuto la Shape Studio Round della Epiphany Craft e dovevo provarla subito. Quindi con questo nuovo strumento ho messo in evidenza il timbro Oh happy day del set Never say never di Kesi’Art e posizionato al centro della stella.

    asi_putyourselffirst_3

    Noi scrapper non buttiamo via nulla, però mai avrei pensato di usare una borsa di carta…

    Voi lo avete mai fatto?

    Sara

  • Una ghirlanda fiorita

    Oggi vi mostro un progettino semplicissimo ed anche un po’ ricicloso. Mi piace molto arrivare davanti ad una porta d’ingresso e trovare una bella ghirlanda a darmi il benvenuto, non solo nel periodo natalizio, ma durante tutto l’anno. Era ora di togliere dalla mia porta quella invernale, per lasciare il posto ai fiori e celebrare questa primavera.

    IMG_5202

    Ho utilizzato una ghirlanda in polistirolo e siccome mi piace anche riciclare, ho deciso di rivestirla con un tessuto con il quale era confezionato un uovo di Pasqua artigianale che mi è stato regalato. Per i fiori ed i rami ho utilizzato la gomma crepla, sia opaca che glitter, e le fustelle Sizzix  Flowers-3D e Branch w/Leaves e per la scritta l’alfabeto Whiff of Joy.

    Un particolare dei fiori

    IMG_5198

    Naturalmente è lilla perché è uno dei miei colori preferiti! Ora è fuori dalla mia porta a dare il benvenuto a chi arriva.

    Buona creatività e alla prossima!!!

  • Altered: un salvadanaio in un barattolo

    Ciao a tutti!

    oggi volevo mostrarvi questo semplicissimo progetto per riciclare un comune barattolo di latta e usarlo come salvadanaio. I materiali occorenti sono davvero pochi e facilmente reperibili per una scapper e sono: barattolo di latta (vuoto, lavato e privato della carta di copertura) fondo gesso bianco, un pennello, washi tapes di diversi colori, un pezzettino di cartone (di riciclo da una scatola di cartone va benissimo) carta scrap, colla, cutter, un nastrino colorato, un alfabeto adesivo in gomma crepla

    Si comincia con lo stendere 1 o 2 mani di fondo gesso sul barattolo

    progetto_Lisa_step1progetto_Lisa_step2

    Una volta asciugato si comincia con il ricoprirlo di washi tapes, partendo dal fondo fino ad arrivare a ricoprire anche il bordo superiore. Successivamente si misura il diametro interno del barattolo e da un pezzo di cartone si ricava un cerchio della stessa misura, che ricopriremo con un cerchio di carta scrap

    progetto_Lisa_step3progetto_Lisa_step5

    Si disegna inoltre sul retro un rettangolino che sarà la fessura per infilare i soldini e un buco, per far passare il nastrino che serve per sollevare facilmente il coperchio. Con il cutter si ritaglia il rettangolino e con un punteruolo o un punch apposito si buca il coperchio, e aiutiamoci con filo e ago per inserire il nastrino facendo un nodo all’estremità interna.

    progetto_Lisa_step4

    Infine si decora la parte frontale del barattolo con un nome o una scritta e il salvadanaio è pronto! Nel mio caso uno l’ho creato per mio figlio, l’altro non posso ancora mostrarlo perchè si tratta di un regalo!

    Spero di esservi stata di ispirazione anche oggi, alla prossima

ChatClick here to chat!+