Archivi categoria: Tutorial

CalendASI 11/25 Packaging veloce

Ciao a tutti e benritrovati con il nostro appuntamento quotidiano del CalendASI 2018

Chi passa spesso da queste parti già mi conosce, per le altre rapido riassunto: sono Barbara, vivo in provincia di Trento e già da qualche anno faccio parte del DT blog dell’ASI. Ho tre figli e un marito (sempre meglio del contrario), un lavoro full-time e sono in perenne lotta contro il tempo (motivo per cui i miei progetti sono, nella maggior parte dei casi, decisamente “veloci”).

Se già vi è capitato di vedere qualche mio post, probabilmente saprete che adoooooro il packaging in tutte le sue fome. E proprio un packaging, ovviamente natalizio, vi voglio proporre oggi.

Partiamo dal necessario per realizzare il nostro progetto: cardstock A4, taglierina con cordonatore (oppure scoreboard), timbri natalizi, tamponi, colla.

Iniziamo con il cordonare il cartoncino seguendo lo schema sotto: sul lato lungo cordoniamo a 11 cm partendo dal lato sinistro e sempre a 11 cm partendo però dal lato destro.

Giriamo il foglio di 90° e sul lato corto cordoniamo a 9 cm partendo dal lato sinistro e sempre a 9 cm partendo dal lato destro.

Sul lato lungo segniamo ora il centro del foglio (14,75 cm) e da lì cordoniamo come da schema qui sotto.

Ora, sempre partendo dal punto al centro del lato lungo, misuriamo 1,5cm per lato e disegniamo due linee oblique parallele ai due lati del triangolo.

Ritagliamo ora lungo le linee centrali orizzontali e lungo le linee che formano i triangoli in modo da ottenere questa figura (nella foto forse non si vede bene, ma lo “spessore” di 1,5 cm alla base del triangolo va tagliato fino a raggiungere la linea di cordonatura).

Con un timbro “da sfondo” timbriamo l’esterno della nostra sagoma (possiamo anche ovviare a questo passaggio utilizzando una carta patterned un po’ “sostenuta”).

Mettiamo la colla o il biadesivo sui bordi da 1,5cm e incolliamo i lati della nostra scatolina ad ottenere un triangolo spessorato (sulla punta avanzeranno circa 1,5cm che possiamo scegliere se tagliare o piegare all’interno della scatolina chiudendola).

Decoriamo a piacere con un sentiment e un fiocco e il nostro “alberello” è pronto.

Che ne dite? Potrà esservi utile per i pensierini dell’ultimo minuto? Io spero di sì.

Nel frattempo buoni preparativi e tanti auguri a tutte voi!!!

Barbara

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

CalendASI 2/25

Ciao! Sono Micol, ho 39 anni e da 20 vivo a Torino. Mi sono appassionata allo scrapbooking circa cinque anni fa, anche se ho sempre pasticciato con carta e cartoncino per creare biglietti e mini album. Non sono capace di stare ferma e sono sempre in fermento sia mentale, sia fisico ma, soprattutto, emotivo; infatti sono sempre indaffarata in millemila attività, oltre al lavoro, alla famiglia e alla casa (nomina alla casa perché il trasloco recente mi ha portato via un sacco di tempo).

Ho pensato di proporvi questo progetto perché credo che sia importante, per grandi e piccini, arrivare ad un momento importante come il Natale facendo un percorso, una sorta di preparazione. Ma l’ho pensato anche e soprattutto per far amre un pochino il Natale anche a coloro che si definiscono Grinch. Penso che una coccola quotidiana, un momento tutto per sé, siano in grado di far apprezzare un po’ di più questo momento dell’anno che per aluni di noi, per vari motivi, può risultare particolarmente faticoso.

Ecco quindi che ho pensato ad un Calendario dell’Avvento: un appuntamento quotidiano creato apposta per qualcuno a cui vogliamo bene, un gesto per ricordare loro che sono sempre nel nostro cuore.

Ora però basta ciance e vediamo come realizzare questo calendario.

Lista del materiale:

10 cardstock da almeno 300g 12″x12″, due carte patterned 12″x12″, un paper pad 6″x6″, abbellimenti a piacere (stickers, ephemeria, chipboard, eccetera), una mezza sfera in acrilico, delle perline con le lettere dell’alfabeto, stickers con numeri da 1 a 24, colla, biadesivo spessorato, ovatta, alberelli, un carrettino di latta di circa 5x3cm.

Ho ritagliato 4 carsdstock seguendo lo schema qui sotto e ricavando così le 24 matchbox  quattro strisce per chiudere le matchbox.

I rettangoli 4″x4″ 1/2 li ho poi cordonati su tutti e quattro i lati a 3/4″, ho marcato le pieghe e ho incollato le alette tra loro per formare i contenitori.

Altri quattro cartoncini li ho tagliati seguendo questo schema, per ottenere le altre 20 strisce per contenere i cassetti.

Ho poi cordonato tutte le strisce da 3″x7″ 1/2 sul lato lungo a 2″ 5/8, 3″ 1/4, 5″ 7/8 e 6″ 1/2. Ho così ricavato i contenitori dei nostro cassettini, incollando le alette. Consiglio di tagliare un piccolo triangolo a tutte le parti che vanno incollare in modo che non sporgano e non creino troppo spessore.

Una volta create le 24 matchbox devo formare la base e il coperchio della mia cassettiera.

Dai due restanti cardstock ritaglio 2 quadrati da 6″ 3/4 e dalle due patterned da 12″x12″ altri 2 quadrati 6″ 1/2 x 6″ 1/2 e le incollo tra loro.

Ora procedo a incollare i cassettini 3 a 3, uno sopra l’altro e una volta ottenute otto mini cassettiere, procedo a posizionarle sulla base alternando fianchi e parti frontali come da foto.

Ora la struttura è pronta e possiamo passare alla parte più divertente e che lascia più libero sfogo alla nostra creatività e immaginazione.

Ho scelto appositamente una patterned che mi permettesse di darmi al fussy cutting. Vi chiederete cos’è. E’ semplicemente il prendere in mano le forbici e tagliare, tagliare, tagliare. Ho creato così tutti i miei abbellimenti, ma nulla vieta di usare abbellimenti già pronti. Ho decorato così sia i frontali di tutti i cassettini, sia le pareti delle parti laterali.

 

Per la parte superiore ho invece pensato di prendere una mezza sfera d’acrilico e di usarla come la parte superiore di una boccia di neve, creando al suo interno un piccolo paesaggio natalizio con la neve, gli abeti ed un piccolo carrettino rosso. Per finire ho preso delle perle forate con le lettere dell’alfabeto e ho composto la scritta “Countdown to Christmas”.

Ora che il calendario è colmo di dolcetti è pronto per essere donato e gustato giorno per giorno.

Spero che questo progetto vi sia piaciuto e che possiate trarne ispirazione per crearne alti per voi stessi o per la persone a cui tenete di più. Perché il Natale è bello soprattutto se vissuto nell’ottica del dono, ovvero nell’ottica di donare noi stessi agli altri (beh, non dovrebbe essere solo per il Natale… 😜)

Micol

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Minialbum in scatola con envelope punch board

Ciao a tutti!

sono Lisa e oggi volevo proporvi questo facile progettino per realizzare un piccolo mini album con l’envelope punch board. Di che cosa si tratta? E’ un attrezzo prodotto dalla WeR Memory Keepers (ma viene prodotto anche con altri nomi da altri brand) per realizzare buste, scatole, fiocchi e quant’altro. Per me ormai è uno strumento indispensabile nello scrapbooking!

Questo è il mio mini finito

Gli stumenti che ho utilizzato sono: carte patterned, envelope punch board, biadesivo, washi tapes, diecuts, chipboard, twine e abbellimenti vari.

Per prima cosa ho scelto la misura che doveva avere la mia scatolina e il mini album. Nel mio caso la scatola misura 10×10 cm e l’albumino all’interno 9×9 cm. Sul web si trovano delle tabelle  in excel utilissime, in cui basta inserire le misure della scatola o della busta e ti fornisce la misura in cm che deve avere la carta e a quanti cm vanno eseguiti i tagli e le pieghe.

Così da un quadrato di carta patterned 20,4×20,4 ho creato la mia scatolina, e da 5 quadrati di carte patterned 14,7×14,7 cm ho creato le bustine che formano le pagine del mini album.

Poi ho tagliato la parte in alto delle bustine e le ho unite lateralmente tra di loro con i washi tapes

Ho decorato le paginette del mini, inserendo anche dei cartoncini di carte patterned all’interno di ogni bustina dove saranno incollate le foto.

Infine ho decorato una tag con fustellati e abbellimenti e cordonato una striscia di carta patterned che servirà da chiusura per la scatolina.

 

Ora non mi resta che crearne altri che regalerò ad alcune amiche come pensierino per Natale!

Spero vi sia piaciuto il progetto di oggi, alla prossima

Lisa

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Enjoy everyday

Oggi vi parlo di card.

Ne vediamo di bellissime in giro, semplici, elaborate, motivazionali, vere e proprie piccole opere d’arte che racchiudono tanti sentimenti, ma soprattutto i sentimenti che vogliamo trasmettere ad un’altra persona, anche se non la conosciamo affatto.

Quando facciamo una card, aldilà della tecnica dei colori, dei timbri o degli effetti speciali, la prima cosa a cui dobbiamo pensare è proprio questa, che sentimento vogliamo trasmettere.

Oggi ho voluto fare una card per me, voglio dimostrarmi un po’ d’affetto e trovare la forza di non abbattermi nonostante la stanchezza, eh si possiamo farci un regalo ogni tanto!!!

Ho voluto regalarmi una card tonda, mia grande passione e la forma ben si presta ad una ghirlanda, quindi con un tappo di una notissima e buonissima crema da spalmare ho disegnato un cerchio su cartoncino kraft.

poi ho preso una serie di timbri raffiguranti dei rametti alcuni arcuati altri meno e con li ho posizionati sul blocco acrilico seguendo il cerchio disegnato, talvolta piegandoli un po’, ed ho iniziato a timbrare con un inchiostro in tinta con al carta kraft

ho ripetuto il passaggio con i vari rametti andando a riempire la ghirlanda

ho dato un tocco di colore alle foglie con le matite colorate, e con delle penne gel colorate ho colorato le bacche

infine al centro ho stampato il sentiment che più mi ispirava.

Con una fustella a cerchio ho ritagliato la ghirlanda, ma il tutto mi risultava un po’ piatto quindi con tre diverse tonalità di nuvo drops ho aggiunto delle bacche in 3D conferendo così più movimento al tutto

spero di avervi ispirato, alla prossima

Gelsomina

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

FLEXAGON CARD

Ciao a tutte! eccoci con un nuovo post, oggi vi mostrerò come realizzare una Flexagon Card , se non sapete di cosa si tratta lo scoprirete tra poco, a me piace considerarla come un mix tra una      simpatica card e un home decor portafoto.. Si può fare di diverse dimensioni e con carte di vario tipo, basta che si parta utilizzando semplicemente un cartoncino quadrato, io ho utilizzato un bazzico intero azzurro. Con la pieghetta, ho fatto delle semplici piegature, creando velocemente una card divertente e fuori dal comune.

Iniziamo col scegliere il colere della base, può essere anche una patterned successivamente la si ricoprirà solo in alcune zone

Ora iniziamo con le piegature per semplificare la spiegazione vi elenco velocemente le varie pieghe da fare e vi metto in sequenza le foto esplicative.

Piegare il foglio a metà nei due versi, come nella foto sottostante.

Piegare le due colonne che si sono create nuovamente a metà, girare il foglio di 90° e ripetere l’operazione, come in foto in modo da ottenere una griglia di sedici quadrati.

Piegare come in figura, prendere i quattro gli angoli e piegarli verso l’interno in modo da ottenere le pieghe evidenziate in rosso nella foto sottostante.

     

Piegare solo i quattro angoli come nelle due foto.

i quattro angoli andranno ora piegati lungo la diagonale come dimostrato sotto.

   

Un ultimo passo e poi la nostra card sarà finita e potremo passare alla parte più divertente: la decorazione!.

Innanzitutto, seguendo la piega fatta precedentemente, ripiegare gli angoli verso l’interno.

video 1 su questo link troverete un video che vi spiegherà come chiudere la card.

Stampare tre fotografie  10,5×10,5, nella scelta delle foto tenete conto che due di esse verranno tagliate a metà lungo la diagonale.

Tagliare quattro quadrati 7,5 x 7,5 cm da cui ricavare otto triangoli, da userei per coprire la parte superiore della nostra card, posizionare i triangoli e le fotografie come nelle foto sottostanti.

Qua troverete il video completo

Spero che vi sia piaciuto, buon divertimento, alla prossima!!!

SUSANNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Tecnica della carta velina

Ciao! Avete mai pensato ad usare la carta velina per creare degli sfondi per i vostri progetti. Oggi vi faccio vedere come fare.
Tagliare la carta velina della forma che preferite, io ho fatto dei cerchi.

Bagnate abbondantemente della carta acquarellabile e posizionate i cerchi dove volete. Se necessario spruzzate ancora dell’acqua. Poi togliete i dischi di velina

Questo il risultato finale

Con questo sfondo io ho realizzato due cards.

Adesso è il vostro turno … fatemi vedere i vostri sfondi.

A presto

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Dolcetto o scherzetto?

Avete preparato i dolcetti per i bimbi che verranno a suonare alle vostre porte il 31ottobre? Io si ed ho anche realizzato un packaging speciale per le mie nipotine.

Ho realizzato delle caramelline porta cioccolatini utilizzando la envelope punch board.

 

Sono partita da una patterned  misura cm 17,5 x 12,5 ed ho cordonato sul lato lungo a cm 4, 8, 12, 16 e poi sul lato corto a cm 2,5 e a 10

Ho segnato le pieghe ed ho iniziato a punchare tutte le sezioni piegando ogni volta

Ho fatto le codine alla caramella punchando ogni sezione dell’altro lato

infine ho assemblato la caramella incollando i lati

Non sono simpatiche?

Io le trovo allegre e versatile ed adattabili a molte occasioni, io le ho anche realizzate per la comunione di mia figlia come scatoline portaconfetti.

Ma ora torniamo a noi, dolcetto o scherzetto?

Happy Halloween

Letizia 🙂

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

ATCoins

Forse qualcuno avrà già sentito parlare degli ATCoins, ma sicuramente la maggior parte di voi conosce le loro cugine, le ATC. ATC sta per Artistic Trading Cards, piccole opere d’arte collezionabili con misure ben precise e classificate come vere e proprie opere d’arte con tanto di numero di serie. Gli ATCoins sono similarmente Artistic Trading Coins, sono delle monete artistiche, sono dei cerchi del diametro di 2,5 pollici decorate nel modo più disparato e fantasioso possibile. Ora vi mostro alcune ATCoins che ho fatto ispirandomi ai colori dell’autunno:

Ma vediamo come le ho realizzate.

Da un cartoncino bianco liscio ho fustellato 3 cerchi da 2,5 pollici di diametro e 6 cerchi della misura immediatamente più piccola.

successivamente su 3 dei 6 cerchi più piccoli ho fustellato in maniera decentrata una foglia, meglio se ne avete una traforata.

armatevi di distress ink o distress oxide ink (o qualsiasi altro inchiostro a base d’acqua) e sfumate i 3 cerchi più piccoli rimasti. Nel seguito vi mostro quelli che ho fatto io con i vari inchiostri utilizzati:

Procediamo con l’assemblaggio. Con del biadesivo sottile o della colla fissiamo il cerchio colorato su uno dei cerchi bianchi più grandi. fissiamolo in maniera decentrata scegliendo di sbilanciare il lato con i colori che vogliamo far trasparire dalla foglia fustellata. poi con del biadesivo spessorato fissiamo il cerchio bianco fustellato su questo colorato. mettiaolo al centro dell’ATCoins così da un lato uscirà una falce colorata. Infine con un po’ di colla fissiamo la foglia. Timbriamo dei sentiment con i colori predominanti di ogni singolo cerchio e voilà!!

Per completare l’ATCoins sul retro dovremmo inserire le varie informazioni:

  • titolo
  • autore
  • contatti autore
  • data
  • numero di serie formato da numero della singola ATCoins/Numero delle ATCoins della serie/ Numero delle serie di ATCoins realizzate fino a questa

Buon divertimento

Gelsomina

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Segnalibri veloci

Ciao a tutti e benritrovati!

Tutti pronti per il Nazionale? Oggi vi propongo un progettino velocissimo, da poter fare anche all’ultimo momento prima di partire 😉

Partiamo con i materiali: carta da acquerello, taglierina, distress Oxide, spruzzino.

Aggiungeremo poi timbri a piacere, twine e enamel dots.

Partiamo con il tagliare dei rettangoli nella carta da acquerello (la mia è un formato A4 che ho tagliato a metà sul lato lungo e poi in cinque parti).

Tamponiamo un Distress Oxide su un pezzo di acetato e spruzziamo dell’acqua.

Poi passiamo il colore da foglio di acetato alla carta utilizzando la tecnica dello smooshing (altrimenti detta e conosciuta come “la tecnica dello spatascio”).

Ripetiamo lo stesso procedimento con un altro (o più) colore a piacere (io ho usato Peacock Feathers e Wild Honey).

Aggiungiamo poi un sentiment, un motivo a penna, del twine e un enamel dot in tinta.

Ed ecco i nostri segnalibri pronti per la consegna.

Che vi avevo detto, non sono velocissimi?

Ed ora tutti a ultimare i preparativi, il Nazionale vi aspetta!!!!

Alla prossima,

Barbara

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Un pò mini, un pò porta card regalo

Ci siamo quasi…solo pochi giorni e sarà Natale! ormai si inizia a sentire nell’aria e…almeno a me, comincia a salire l’ansia dell’ultimo minuto!!! quest’anno mi sono davvero presa tardi con addobbi e regali e così in questi giorni mi sono data da fare per correre ai ripari. Questo progetto nasce proprio come regalo dell’ultimo minuto, un progetto a metà tra un mini e una card porta tessera regalo. Avete presente quelle tessere prepagate che si acquistano nei grandi negozi, nei supermercati o, come nel mio caso, al cinema? ecco si, proprio una di quelle troverà posto qui! Tasche e taschine permetteranno poi di utilizzare la struttura come un minialbum, magari per raccogliere qualche scatto di questo Natale!

Per realizzarlo sono partita da un foglio di bazzil dal quale ho ricavato due rettangoli di cm.30×15.

Ho piegato ciascun pezzo a cm.10 e cm.20 sul lato lungo ricavando così due accordion.

Ho incollato tra loro i due pezzi come da foto

Ho diviso la taschina così ottenuta in due più piccole,  ho terminato di chiuderle con il nastro biadesivo e ho praticato in ciascuna un’apertura

sul alto sinistro ho fatto una piega come da foto e ho richiuso l’ultima parte dell’accordion a formare una tasca

sul lato destro ho praticato un’apertura con un punch e ho richiuso l’ultima parte dell’accordion a formare una tasca.

Da un’altro foglio di bazzil ho ricavato due tag di cm.9×13 e due di cm.5.5×9

Una volta terminata la struttura mi sono divertita a decorarla ed ecco cosa ne è venuto fuori…

Spero di avervi dato qualche spunto per un regalo veloce, magari da poter sfruttare anche in altre occasioni!

Patrizia

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather