• Ciao 2020!!

    Ed eccoci qui arrivati alla fine di questo 2020…

    Un anno particolare, ma che ci ha dato la possibilità di dare la giusta importanza alle piccole cose: alla libertà, a quel caffè con l’amica che davamo per scontato, a quella carezza e a quell’abbraccio di conforto nel momento del bisogno.

    Si, è stato un anno difficile un po’ per tutti ma che ci ha permesso di riscoprire i rapporti, quelli veri, che nonostante la distanza si sono consolidati o addirittura rafforzati.

    Quindi ditelo sempre quel “Ti voglio bene”, datelo sempre quel bacio della buonanotte e mandatelo sempre quel messaggio quando una persona è nei vostri pensieri…

    Non rimandate le cose che volete e potete fare perché mai come in questo anno appena trascorso ci siamo resi conto di quanto sia importante vivere le esperienze che vogliamo fare davvero.

    Noi come Asi abbiamo cercato di starvi vicino nei limiti del possibile, di farvi quella coccola virtuale, di cercare di regalarvi un sorriso con le nostre dirette strampalate e lo faremo anche nell’anno che verrà, ci saremo con i nostri meeting virtuali, con le nostre dirette nei weekend e con gli swap che riusciranno a creare nuove amicizie anche a chilometri di distanza.

    Perché Asi è proprio questo: una collettività di scrappers dagli acquisti compulsivi che riescono ad abbracciarsi nonostante le distanze.

    Quindi continuate a seguirci su i nostri canali social per scoprire le iniziative che abbiamo pensato per voi, andate a sbirciare all’interno del Forum Asi gli swap in corso e non abbiate paura di mettervi in gioco!

    Vi ringraziamo tutte care socie per averci supportato e sopportato durante questo 2020, ringraziamo il CD che ha cercato di gestire nel migliore dei modi questo periodo di pandemia, ringraziamo le referenti che nel loro lavoro dietro alle quinte hanno permesso di realizzare i vari incontri a distanza, ringraziamo le insegnanti che hanno messo a disposizione il loro tempo e la loro creatività per tutte noi, ringraziamo le forumine che hanno saputo deliziarci con le loro iniziative, ringraziamo tutte quelle che lavorano dietro alle quinte, ma soprattutto ringraziamo TE perché ASI SIAMO NOI e senza la nostra collettività questo anno sicuramente sarebbe stato più difficile!

    Vi mandiamo un abbraccio virtuale sperando al più presto di potervelo dare in modo reale!

  • C’è posta per te

    Natale è alle porte, avete preparato tutto? Avete finito le decorazioni, acquistato i regali o preparato dei pensierini hand made? Io quest’anno ho preparato diversi pensierini hand made tra cui la pocket letter che vi mostro in questo post.

    Le pocket letters sono delle “lettere” contenute all’interno di una busta trasparente divisa in 9 taschine. Le taschine vengono decorate seguendo un tema e sul retro vengono inseriti dei piccoli pensierini ed un messaggio per il destinatario.

    Ho realizzato questa pocket letter a tema natalizio, utilizzando delle patterned super colorate perchè in questo strano Natale abbiamo bisogno di colori ed allegria!

    Ho inserito i ritagli delle carte nelle varie taschine ed ho poi aggiunto die cuts ed abbellimenti realizzati a mano per arricchire la mia pl.

    Alcuni particolari

    Purtroppo non ho la foto del packaging finale perchè mi sono dimenticata di fotografarla prima di spedirla, andavo di fretta e mi sono completamente dimenticata!

    Spero che la mia PL vi possa ispirare o almeno regalare un sorriso.

    Vi auguro di trascorrere un Natale Sereno.

    Letizia

  • Every single day

    Ciao a tutti!

    Il Natale si avvicina, – 13 giorni!
    Così oggi per tenervi compagnia sul blog ho pensato di proporvi un progetto che potrebbe essere un regalo di Natale molto carino e veloce da fare!
    Tutti abbiamo bisogno di un calendario che ci ricordi tutti gli impegni che abbiamo, ma sarebbe bello anche avere un calendario che ci ricordi i momenti passati.
    Quindi, per questo 2021, ho deciso di crearmi un piccolo calendario di dimensioni 10×15 cm, in cui poter scrivere i miei impegni, ma anche ricordarli nel futuro grazie allo spazio lasciato sul retro di ogni mese per mettere una o più foto.

    Per prima cosa sono andata in internet e ho cercato un calendario mensile del 2021 (se ne trovano tanti e per tutti i gusti), poi l’ho scaricato e impaginato a mio gusto. Si sono creati così 12 rettangoli 10×15, tre in ogni A4. Sopra ogni mese con due font diversi ho scritto il nome del mese.

    Prima di stampare ho preso quattro cartoncini bianchi che ho spatasciato con gli oxide, di 4 colori pastello diversi. Sono andata poi a stampare su questi fogli. Dopo averli ritagliati, con la Cinch, ho bucato i fogli e messa una spirale bianca.

    Per la parte frontale, avendo ancora spazio per decorare ho stampato delle frasi ognuna dedicata ad un mese.
    Il retro l’ho lasciato bianco in modo da poter andare ad inserire delle foto mese per mese, così da ricordare i momenti più belli.

    Per quest’anno questo è il mio ultimo progetto per il blog, assieme ad esso vi lascio anche i miei auguri di Natale, che per quanto strano sia sereno per tutti voi.
    E naturalmente buon 2021!!!!

    Susanna

  • Pop Up Card “Christmas Wheel”

    Buongiorno Soci!

    Il Natale è alle porte e noi del dt siamo in pieno fermento per cercare di proporvi idee sempre nuove e originali così da rendere il tempo delle Feste, quest’anno in particolare, il più possibile divertente e sereno.

    Io amo molto impiegare il mio tempo creativo a costruire meccanismi sfiziosi che diano movimento ai progetti e oggi ho preparato per voi una pop-up card natalizia con una dolcissima ruota panoramica che potrete decidere di decorare a vostro gusto anche cambiando le misure.

    Vi allego il link del tutorial caricato su youtube e le foto delle due card realizzate e decorate con elementi che rimandano al tema gingerbread.

    Buon divertimento, vi aspettiamo sui canali social dell’ASI con le vostre versioni.

    Evita

  • Dare to dream

    Ciao a tutti,

    oggi è il mio turno e vorrei condividere con voi una tela che ho realizzato dopo tanti mesi di blocco creativo e quindi per me speciale.

    Il senso della mia tela è racchiusa nel journaling che ho inserito nella composizione. Spesso non abbiamo il coraggio di sognare, dimentichiamo di volare … dobbiamo avere la forza di far esplodere quello che abbiamo dentro, questo anche se non è nei gusti di chi guarderà un nostro lavoro. Soprattutto nell’ultimo anno, non mi sono sentita artisticamente apprezzata, ci ho sofferto tanto. Poi ho capito tanti meccanismi che ci sono dietro ad alcune scelte. Inoltre non si può piacere a tutti, ma la cosa più importante è che le nostre creazioni sono per noi, devono piacere a noi, devono raccontare noi.

    Ma basta tediarvi e veniamo alla tela che è stata realizzata con del semplice cartone come base.

    Ho rivestito la base con della patterned che ricorda il legno, sulla quale sono andata timbrare a caso usando timbri da sfondo. Per non rendere tutto troppo scuro ho dato luce con delle stencilate usando uno stencil con fantasie damascate.

    Poi mi sono dedicata alla protagonista della tela. Ho timbrato su carta acquerellabile … ho ritagliato i vari elementi che sono andata a colorare.

    A questo punto ho deciso dove mettere la ragazza alata sulla tela e ho inserito il mio journaling.

    Il mio progetto è finito.

    Vi lascio ad alcuni dettagli

    Spero di avervi tenuto piacevolmente compagnia.

    A presto e buona creatività a tutti

    Nadia Fiortino

  • Two is megl’ che uan!

    Buongiorno!

    Come al solito sono sempre in ritardo, insomma ho i miei tempi! Vi mostro con piacere una doppia intervista a cura della nostra super Evita Zappadu che vede la nostra Presidentah e vice Presidentah che ci raccontano Asi tramite i loro occhi!

    Non servono parole, vedete il nostro video 🙂

    Enjoooooy!

    Saluti

    Sab

  • ISPIRAZIONE DEL MESE: LA MIA ESTATE PASSATA parte 2

    Ciao amiche e amici scrapper!

    Avete finito anche voi le ferie? Siete già rientrati come noi nel mood settembrino “lavoro-casa-scuola, scuola-casa-lavoro”?

    Non so voi ma noi sentiamo già la nostalgia delle giornate stese al sole in alta montagna o in riva al mare…

    Se questa strana estate 2020 è iniziata con mille paure e tanta diffidenza, la stagione che ci apprestiamo ad affrontare non si prospetta tanto migliore: tanta incertezza sulle modalità di ripresa, dati preoccupanti circa la pandemia… tutte notizie che ci fanno rimpiangere le giornate spensierate delle scorse settimane nelle quali abbiamo scattato foto come non ci fosse un domani, prese dalla smania di fissare su carta le emozioni ed i colori che questa estate 2020 ci ha regalato.

    E cosi io e Susanna abbiamo deciso oggi di raccontarvi una parte dei nostri ricordi estivi attraverso due album uguali ma diversi! Uguali ma diversi??? ma com’è possibile vi starete chiedendo! Si, avete capito benissimo. Si tratta infatti di due mini album creati seguendo uno stesso tutorial ma interpretati in modo assolutamente personale. La nostra è stata una scelta dettata dalla voglia di dimostrare che a volte basta davvero poco per rendere uno stesso progetto sempre diverso: cambiare l’ordine delle pagine, il loro orientamento, usare colori e carte diverse, abbellimenti personali., cambiare il formato…tutti piccoli accorgimenti che regalano sempre nuove soddisfazioni. Il tutorial che abbiamo deciso di seguire è di Pinkstrawberryz e lo potete trovare qui. E’ un progetto davvero semplice che permette di raccogliere tantissime foto.

    Io Patrizia ho preferito delle carte molto colorate ed un formato orizzontale per il mio progetto. Le foto che ho inserito sono tante ed alcune di formato davvero grande. Nelle foto sono ritratte le mie due nipotine Eleonora e Rebecca con le quali ho trascorso qualche giorno al mare. Questo progetto sarà il mio ricordo per loro di quei giorni insieme. Le decorazioni sono semplici ed essenziali, solo qualche timbrata e qualche fustellata, proprio per bilanciare l’impatto del colore delle carte. Ho volutamente lasciato molto spazio alle foto che sono il cuore di questo progetto.

    Vi lascio il link al video completo del progetto che potete trovare sul mio canale You Tube

    https://www.youtube.com/watch?v=AcTkBP_ew8w&t=2s

    Susanna

    Io mi sono lasciata ispirare da alcune carte colorate, che mi piacevano molto, ma non riuscivo mai a trovare l’occasione giusta per sfruttarle al massimo, questa volta si abbinavano perfettamente alle foto.
    Essendo carte già molto piene, anche io ho usato poche e semplici decorazioni, prevalentemente sentiment.
    La maggior parte delle foto che sono inserite delle buste hanno una mattatura bianca o con le stesse carte usate per la struttura.

    A presto allora,

    Patrizia e Susanna

  • Lo Scrap e l’arte della manutenzione della Quarantena

    La campagna mi ha sempre dato un senso di tristezza, una malinconia dovuta all’isolamento e alla vastità dei suoi spazi aperti così poco rassicuranti e circoscrivibili rispetto ai centri urbani definiti, popolati e sempre in movimento. Ho imparato col tempo ad afferrarne la potenza silenziosa, curativa e rigenerante e ad amarla come luogo di pausa e ripartenza insieme. Una fra le cose che più mi disturbava da ragazzina erano i momenti in cui per un motivo o per l’altro mancava la luce senza preavviso e noi piccoli ci ritrovavamo insieme agli adulti riuniti attorno alla flebile luce di una candela, o appesi al residuo prossimo all’estinzione della batteria di una torcia (sempre che non fosse già estinto da tempo), o davanti al fuoco del camino, in attesa che il salvavita ripartisse o il guasto di zona venisse riparato. Mi assaliva un preciso sentimento di precarietà mischiato all’ansia di dover trascorrere al buio molte ore, soprattutto (quasi sempre) se la mancanza arrivava a pomeriggio inoltrato con la luce esterna che già aveva cominciato a scemare. Il mio primo istinto era quello di correre a rifugiarsi nella civiltà e pregavo che i miei ci caricassero in auto portandoci dai nonni e risparmiandoci lo strazio di inventarci, anche se solo per poche ore, una vita alternativa a quella in cui tutto si vede, si tocca, si accende, funziona. Non succedeva mai che i miei si facessero prendere dal mio stesso panico e puntualmente usavamo quelle serate per leggere, raccontare, parlare, più del solito, e alla fine in qualche modo mi rilassavo, anche se giocare alla Casa nella Prateria con la mia famiglia mi ha sempre creato più scompensi che il pericolo di rompermi un osso.

    L’improvvisa chiusura della saracinesca sul nostro Paese a causa del Covid, mi ha regalato lo stesso tipo di sensazioni a millemila anni di distanza, “E ora? Che facciamo? Con chi stiamo? Quando ne usciamo? Come?”. Uno stop forzato a tutto quello che avevamo, facevamo e conoscevamo e in cambio il fiato trattenuto in attesa di sviluppi e mutamenti positivi che portassero con sé il seme dello scampato pericolo, di una possibile ripresa. Un’infinità di tempo a disposizione davanti per un periodo indefinito e variabile e non sapere che cosa farci.

    Vi rendete conto se fosse successo in un momento diverso della nostra vita? Negli anni ’80 per esempio? Senza telefoni cellulari internet, social, youtube, streaming, rider a domicilio? Quanto avremmo sofferto l’isolamento forzato senza la possibilità di informarci in tempo reale e chattare con i nostri cari, con gli amici “virtuali”, con i colleghi, gli insegnanti? Quanto avremmo accusato il colpo di non poterci unire mossi da uno stesso paniere di sentimenti contrastanti e confusi, attorno a un tema, a una passione comune che ci aiutassero a superare le giornate, archiviandole a blocchi di attività da svolgere in una routine del quotidiano in perenne trasformazione?

    Come avremmo fatto noi dell’ASI a confrontarci sull’opportunità di rimandare le date del Nazionale tanto atteso, a sostenerci con le dirette del Direttivo, i tutorial, i Virtual Meeting Regionali iniziati il 10 maggio con la Sardegna e il Vaneto – per puro caso due regioni simbolicamente lontanissime per geografia – unite nell’inaugurare la stagione degli incontri creativi online impossibili da realizzare fisicamente. “Sfogliando”, o più orribilmente “scrollando”, i centinaia di post dei soci in questo periodo di pandemia e rinunce, è impossibile non farsi prendere da un groppo di commozione per come e quanto copiosamente ci siamo attivati nell’arte creativa di dare un senso al buio all’improvviso, armati di forbici e acquerelli, colla e timbri. Ciò che siamo stati in grado di mettere in piedi con creazioni splendide e ispirate, dallo scrapbooking al cardmaking all’home decor al mixed media, è la risposta più positiva e profonda che potessimo dare alle domande dettate dalla paura e dall’incertezza: finché avremo la capacità di ritagliarci del tempo per creare e donare del bello a un tempo che di bello sembra non avere niente, siamo in corsa per una gara dal finale niente affatto scontato.

    Grazie per esserci stati, Soci, grazie al Direttivo per non aver mollato di un millimetro rispetto all’impegno e all’organizzazione delle iniziative attuali e in programma, grazie alle Referenti Regionali sempre presenti e grazie allo Scrap, per non averci fatto scapocciare per le nuove orribili ragioni, ma per le vecchie consolidate e invincibili smanie che ci tengono incollati alla carta anche quando fuori piove.

    Evita Zappadu

  • I meeting di dicembre: meeting Emilia Romagna

    Ciao a tutte!

    Domenica 15 dicembre si è svolto l’ultimo meeting dell’anno in Emilia Romagna, che si è tenuto nello stesso hotel dove era stato ospitato il Nazionale la scorsa primavera. L’atmosfera questa volta era decisamente più natalizia ma di sicuro l’allegria e il divertimento non sono mancati…

    L’insegnante, Manuela Marsan, ha presentato, insieme ai suoi elfi, un bellissimo e coloratissimo minialbum natalizio che è piaciuto molto a tutte le partecipanti.

    Se siete curiose di vedere il minialbum presentato da Manuela date un’occhiata al video cliccando qui

  • I meeting di Dicembre: Veneto

    CHRISTMAS IS COMING!!!

    Siiiiiiii……..Natale sta finalmente arrivando e per noi scrapper questo è un momento davvero magico nel quale spargiamo paiettes e glitter come non ci fosse un domani su qualsiasi cosa ci capiti a tiro: mariti, figli, card, home decor, e chi più ne ha più ne metta!

    Ma “Christmas is coming” è anche il titolo del progetto che le bravissime Elisa Fornezza e Michela Servadei hanno presentato ieri all’ultimo meeting della regione Veneto in una cornice di straordinaria atmosfera natalizia. Una vera sfida quella di ieri, un progetto a quattro mani creato da due scrapper d’eccezione che abitano a 400 chilometri l’una dall’altra, un progetto nel quale si sono fusi gli stili di Michela ed Elisa in un progetto davvero curato e ricco di piccoli magici particolari.

    La sala, addobbata di tutto punto, è stata anche un perfetto backstage per scattare una infinità di foto che finiranno sicuramente in altrettanti numerosi progetti scrap per i prossimi mesi a venire!

    Curiose di vedere il progetto di Elisa e Michela? eccovi accontentate!

    Visto che meraviglia? Eh si, le teachers ASI ci stupiscono sempre: ad ogni meeting regionale condividono con noi socie progetti sempre bellissimi ed unici !

    Chissà cosa ci riserveranno i meeting 2020!

    Patrizia

ChatClick here to chat!+