Un mini dolcissimo

Ciao a tutti oggi io, Letizia, vorrei mostrarvi un mini dai colori allegri e vivaci che ho realizzato in occasione della Prima Comunione di mia nipote.

Durante il pranzo abbiamo scattato un po’ di foto con la Instax con l’intento di inserire le foto in un mini album simpatico e colorato. Per la struttura del mini ho seguito un progetto di Francesca Biancon realizzato ad un suo corso lo scorso anno.

Per le decorazioni ho mescolato fustellate, timbri e timbrate ritagliate per movimentare le pagine.

Ecco il mini:

 

 

 

Spero possa esservi d’ispirazione!

Happy scrap

Letizia

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Origini dello Scrapbooking

Ciao a tutti,

un’altra novità nei post di quest’anno è di dedicare un post al mese alle curiosità.    

Quindi oggi non vi presento un mio progetto ma mi faceva piacere dedicare un post al nostro amato hobby.

Magari a chi si sta avvicinando a questo passatempo può far piacere leggere queste righe.

Prima di tutto tengo a precisare che tutto quello che scriverò è frutto di una mia ricerca sulla rete. Quindi se avete voglia di curiosare tra un blog e l’altro potete trovare le stesse informazioni.

Lo scrapbooking, come tanti sanno già, è l’arte di conservare i ricordi, sotto forma di album fotografici o layout, la cui abbreviazione è LO.

Il termine “scrapbooking” è formato dal verbo “to scrap” che significa “strappare” e dalla parola “book” che vuol dire “libro”.

Una pagina scrap attuale (prima della nascita della foto lo scrap book era una raccolta di ricette, pensieri, appunti) dovrebbe contenere la foto o le foto, il journaling che è la parte di annotazioni relative a quel particolare ricordo e gli abbellimenti o embellishments, questi sono inseriti a seconda del proprio gusto e stile.

Per abbellire la vs foto non fatevi influenzare dalle mode … osate! Mettete del vostro. Quando fate un viaggio tenete scontrini, biglietti, tutto quello che vi può far ricordare un bellissimo ricordo e usatelo nelle vostre pagine scrap. Vi ricordate i diari di scuola? In fondo facevamo una sorta di scrap anche lì … incollando la carta della cinci, una sigaretta data e mai fumata del ragazzo che ci piaceva.

Girivagando per la rete ho scoperto alcune cose …

Si pensa che intorno al 1821 nasceva la parola scrapbook, per riferirsi a un libro con pagine bianche in cui incollare cose. Mentre il primo uso del verbo scrapbook fu nel 1879.

Lo scrittore Mark Twain brevetto nel 1872 uno scrapbook contenente in ogni pagina una parte adesiva per poter attaccare quello che si voleva.

Nel 1826 John Poole scrisse il “Manuscript Gleamings and Literary Scrapbook” dove parlava di come raccogliere in modo creativo ritagli, frasi, poesie e altri memorabilia. Quest’ultima deriva dal latino memorabilis, quindi ricordare o tenere nella memoria. Per memorabilia si intendono oggetti appartenenti ad un avvenimento storico, ad un fatto noto.

Lo scrapbooking a differenza da quello che uno possa pensare non nasce in America ma bensì in Germania, qui le foto erano acqueforti, litografie … poi venne esportato nell’Inghilterra vittoriana dove la regina Vittoria aveva il suo scrapbook che esponeva nel palazzo reale.

Nel 1850 nasce una sorta di fotografia chiamata “carte de visite” che venne esportata dall’Europa all’ America e divenne molto popolare durante la guerra civile.

A partire dal 1870 iniziarono ad apparire negli album le prime timbrate e con l’invenzione della fotografia, nel 1880, l’arte dello scrapbooking fu rivoluzionato e iniziarono ad apparire le foto all’interno degli album.

Sotto vi riporto un esempio di uno scrapbook del 1919 dove la sposa documenta il suo matrimonio

Qui è stato realizzato un die cut ricavato dall’invito alle nozze

Lo scrapbooking moderno è accreditato all’americana Marielen Wadley Christensen che partendo dal suo album di famiglia ha lanciato un nuovo modo di fare scrap.

Marielen intorno alla metà degli anni ’70 aveva realizzato una serie di volumi contenti le foto di famiglia e cercava delle soluzioni per proteggere al meglio le sue foto. Usava gli sheet protectors, le nostre buste forate A4 per raccoglitori, colle e carta acid-free.

Nel 1980 venne invitata al World Conference on Records per mostrare tutti i suoi volumi e un anno dopo pubblico un libretto istruttivo intitolato “Keeping Memories Alive” e aprì il un negozio scrap.

Lo scrapbooking cresce e si iniziano a formare gruppi di scrappers che si incontrano a casa, nei negozi, si organizzano crociere a tema e qui nasce il termine “crop” dal verbo to crop che significa ritagliare.

I primi negozi che iniziano a rivolgersi al mondo scrap oltre a Keeping Memories Alive sono Creative Memories, Making Memories, Stampin’ Up! e Close to My Heart.

Nei primi anni 2000 lo scrap cresce in maniera esponenziale e nascono anche delle declinazioni come lo Smash book creato da EK Success e il Project Life creato da Becky Higgins.

Il primo libro italiano sul nostro hobby intitolato “Scrapbooking” e pubblicato da Fabbri Editore è stato scritto da Patrizia Nave a seguito di una vacanza negli States dove venne a conoscenza di questa tecnica del ricordo.

Nel 2002 nasce il primo gruppo scrap su Yahoo, creato da Stefania Bussoli e nel 2005 nasce anche la nostra associazione.

Spero di non avervi annoiato troppo e che vi sia piaciuta la mia piccola ricerca.

A presto

Nadia

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Un layout per i buoni propositi

Ciao a tutti!

non sò voi, ma io inevitabilmente ad ogni inizio di nuovo anno mi capita di fare un bilancio dell’anno appena trascorso, riflettendo sugli avvenimenti che bene o male hanno lasciato il segno e sui miei errori…..così mi capita di voler mettere nero su bianco la mia lista di buoni propositi per cercare di migliorare un pochino me stessa per quello che mi è possibile….

Quest’anno la mia “lista” per il 2019 l’ho voluta realizzare con questo layout, dedicato a me e alle cose che devo tenere fisse in testa giorno dopo giorno in quest’anno appena cominciato

Sono partita da una carta patterned 30×30 che ho preparato spennellando del gesso trasparente, perchè volevo conservare intatta la texture di fondo, poi ho realizzato degli stencil e delle timbrate con il tampone archival nero

Ho colorato il mio sfondo con dei colori spray, effettuando delle sgocciolature qua e là per avere più movimento

Poi ho costruito il mio punto focale con una foto in bianco nera sovrapposta a vari elementi quali carte patterned, una cornicetta in legno, un centrino di carta, una tag e die cuts.

Ho fissato poi i miei buoni propositi con delle frasi adesive che meglio esprimono il mio stato d’animo e i miei pensieri in questo momento

Infine ho incollato con la tacky glue gli ultimi abbellimenti e ho completato il mio layout con tante goccioline di acrilico bianco liquido

Spero che il mio progetto vi sia piaciuto e vi possa essere di ispirazione per i vostri buoni propositi

Alla prossima! Lisa

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Meeting ASI che passione: un salto in Lombardia!

Ciao a tutte!

Come annunciato da Evita ad inizio anno, con questo post prende il via la rubrica “Meeting ASI che passione”, una finestra aperta, da nord a sud, sulla nostra bellissima realtà associativa! Si, perché il cuore pulsante di tutte le nostre attività si svolge proprio a livello regionale, dove ai meeting ogni socia trova un posto felice dove rigenerarsi, dove stringere mani, incrociare sguardi, imparare.

Ogni mese una regione ci terrà compagnia con un resoconto dettagliato del suo ultimo meeting e allora….bando alle ciance, apriamo le danze!

Patrizia

Meeting ASI che Passione: Un salto in Lombardia!

Quando si parla di meeting si immagina sempre l’obsoleto concetto di riunione, noiosa, interminabile, inconcludente…! Alle nostre associate in Lombardia, quando invece si nomina il meeting si attiva, anzi meglio si scatena, l’ormone della felicità! Il meeting rappresenta infatti un momento di incontro, scambio, crescita, sviluppo di abilità creative e idee originali legate al mondo dello scrapbooking.

I meeting radunano folle di creative che insieme condividono un progetto presentato e illustrato da un’altra creativa, scelta in quel particolare momento per una sua speciale abilità tecnica da proporre.

Durante i meeting creiamo, con un kit appositamente allestito, un progetto pensato, ideato, prodotto e realizzato dall’ insegnante scelta in quell’occasione per presentare una nuova tecnica, nuove collezioni e trend del momento. Nel nostro ultimo meeting  di domenica 20 gennaio , Daniele Caré é stata la nostra teacher e ci ha condotto nella realizzazione di un bellissimo mini album! Se volete potete seguire la sua pagina FB qui!

Il meeting ha, dietro la sua programmazione, due fasi: quella di preparazione e quella di esposizione. Durante la fase di preparazione le creative, che rispondono al ruolo di referenti, si occupano di scegliere l’insegnante, valutare la proposta, scegliere la data del meeting, coinvolgere i negozi convenzionati per la realizzazione dei kit  contenente i materiali necessari per la realizzazione del progetto, illustrare e redigere il volantino, aprire le iscrizioni sul portale dedicato di ASI ( e in Lombardia chiudere subito il computer per non farlo esplodere…in solo 7 minuti netti riempiamo ogni volta la sala!!!) diffondere le informazioni del meeting sui canali social, prenotare una location adeguata e …rispondere a tutte le esigenze delle creative sfiancate dallo stress dell’attesa!!!!

Il giorno del meeting poi, vengono allestiti dei tavoli dove le socie possono realizzare il progetto proposto, altri tavoli che diventano dei piccoli depositi di meraviglie create da ogni socia per le altre creative come regalino da portare a casa, ed un tavolo dove l’insegnante si posiziona per spiegare, “passo passo”, con o senza supporti tecnologici, il progetto proposto.

L’insegnante durante tutto il meeting è a completa disposizione delle discenti per guidarle nella realizzazione del progetto proposto. Il mini-album di Daniela Carè  domenica scorsa ha passato più tempo tra le mani delle creative che sull’ espositore….dove è tornato da solo, stremato, alla fine della giornata…!

Le creative hanno  poi l’opportunità di rilassarsi nella struttura che le accoglie condividendo un pranzo insieme: è  un momento di intensa complicità, un momento che suggella nuove amicizie, collaborazioni, nuovi orizzonti creativi con persone con le quali, durante l’anno, si condivide la propria passione sono virtualmente, nei social.

Vi è poi l’apoteosi del “momento selfie”: con le fotografie che si scattano durante il pranzo si potrebbe creare un project life annuale!

Durante i meeting vengono proposte tecniche che abbracciano tutte le aree dello scrapbooking , tutte sue applicazioni: mini-album, home decor, lay out, colorazione, mix-media, tecniche di utilizzo plotter, biglietti di auguri, calendari e decorazioni di ogni natura.

Nei meeting Lombardi le referenti cercano di proporre sempre proposte innovative per stimolare la fantasia delle creative.

 

Un’ altra attività che si svolge durante il meeting riguarda le sfide che viengono proposte alle socie prima dell’ uscita della data del meeting. Tali attività  permettono al ogni una di mostrare e far conoscere le proprie abilità, presentando dei lavori realizzati seguendo uno schema proposto di volta in volta dal team delle referenti.

Durante la giornata poi i migliori lavori, secondo l’insindacabile giuria composta dalle creative stesse, vengono premiati con prodotti per lo scrapbooking offerti dal team regionale. Nell’ultimo meeting lombardo sono stati presentati dei prodotti creativi degni delle migliori industrie di regali e calendari!!!

 

 

La risposta che viene data delle associate lombarde ad ogni chiamata creativa è la fonte di energia per chi gestisce queste giornate: vedere brillare gli occhi delle socie riempie di orgoglio chi lavora nell’ organizzazione dei meeting.

 

Tra le creative ne abbiamo moltissime in “erba”, sempre presenti e puntuali, e stiamo pensando a come coinvolgerle in modo più attivo nell’associazione.

È in uso, sempre durante il meeting, liberarsi attraverso la vendita dell’usato, di oggetti che non si utilizzano più ma che possono essere fondamentali per un’altra socia che può in questo modo avere l’occasione di fare acquisti a prezzi vantaggiosi.

Nella location sono sempre presenti alcuni shop, convenzionati ASI, scelti per quel determinato meeting, dove si possono acquistare materiali specifici e nuovi prodotti di tendenza per il proprio hobby e la propria passione.

Questa è Asi Lombardia: vi aspettiamo numerose al nostro prossimo meeting per divertirci insieme!

Happy Scrapping!

Elena Quattrone “ The Voice” per le referenti Lombardia

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

50 sfumature di grigio

No no tranquilli non è un post a luci rosse!!! E’ che ultimamente sono in fissa col grigio un colore neutro che con i giusti abbinamenti si presta molto a qualsiasi interpretazione. Io ve lo propongo in abbinamento col bianco e rosa per due semplici e veloci card, che col sentiment Love possono essere usate per San Valentino, ma l’assenza di cuori permette ti impiegarle per ogni circostanza

Materiali:

  • 2 cartoncini grigi 18 x 8
  • inchiostro nero tipo archival
  • timbri per sfondi
  • timbri foglie
  • cartoncino patterned con grigio
  • fustellate bianche
  • fiori bianchi e rosa
  • uniposca bianco e rosa

Ho iniziato preparando lo sfondo dei cartoncini, ho timbrato prima con un timbro con scritte e inchiostro nero

poi ho aggiunto dei pois e dei cerchi realizzati usando un tappinoinfine ho schizzato il fondo con l’uniposca bianco e con quello rosa

Ho timbrato su cartoncino bianco una serie di foglie e le ho ritagliate

ho fustellato dei cerchi da 6 cm dalla carta patterned col grigio, un disegno astratto da un cartoncino bianco, una cornicetta ed un sentiment quindi ho iniziato a giocare con la composizione

quando ho trovato le posizioni giuste ho iniziato a fissare gli elementi alternando biadesivo e spessori per creare maggiore tridimensionalità

Ho colorato uno dei due sentiment con l’uniposca rosa e fissato il tutto, ed il gioco è fatto!!

Ci vediamo al prossimo tutorial e continuate a seguire il blog, le sorprese non sono finite!!

Gelsomina

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Post Shop: ImmagineLab

Oggi inauguriamo una nuova rubrica mensile che ci aiuterà a conoscere meglio i negozi sponsor dell’ASI. Ogni mese vi presenteremo uno o più negozi che vi offriranno un tutorial per ringraziarvi dei vostri acquisti. Questo mese il post è dedicato ad ImmagineLab di Rita, ora lascio la parola a lei:

Immaginelab nasce 10 anni fa (il 17 aprile si festeggia!) da un sogno infranto (ma questa è una lunga storia…) e dall’idea di Valerio (fotografo) e Rita (grafico) di creare un negozio basato interamente sull’ immagine!

Nei primi due anni il negozio  si occupa principalmente di fotografia, grafica e stampa…poi Rita conosce lo Scrapbooking ed è subito amore! Lo stretto legame tra Scrapbooking e Fotografia permette la nascita di un piccolo corner dedicato a questi prodotti, uno spazio che piano piano cresce fino a diventare l’attività principale del negozio!

Immaginelab diventa così un punto di riferimento per i corsi di scrapbooking a Roma (uno al mese di media con una rotazione di maestre, stili e tecniche diverse) …da qualche anno è anche online (www.immaginelab.com/shop)e partecipa alle fiere di settore come Hobby Show ed Abilmente… ma soprattutto, da poco più di un anno, produce una linea propria di timbri (Timbroline di Immaginelab).

Nella squadra è entrata ormai da tempo, anche Elena, che oltre a lavorare nel negozio, crea albums mozzafiato ed insegna la sua tecnica nei corsi presso il negozio. …E oggi avrete la fortuna di ricevere in dono un tutorial inedito fatto proprio da lei!

Suitcase Album

 

MATERIALI:
-Album Fabriano F2 110g bianco liscio 24×33 (servono 4 fogli)
-Album Fabriano F4 220g bianco liscio 24×33 (servono 10 fogli)
-Cartolegno o cartone pressato da 2mm
-Paper pad Kaisercraft 6,5”x6,5”- LET’S GO
-1 Brads – 1 Clips – 3 anellini – 6 calamite 1×0.1mm – twine
– 4 bottoni


STRUMENTI:
-Tappetino da taglio, taglierino o cutter, taglierina, riga,
– Matita, gomma, pieghetta, bulino, forbici, scotch
-Biadesivo forte a nastro circa 2cm di larghezza o poco più
-Spessorati, colla, crop a dile o punteruolo

PROCEDIMENTO

Tagliare i pezzi:
17,1×11,8
17,1×3,5
17,1×12
17,1×3,7
17,1×6
Pezzo jolly per distanziare

Montaggio pezzi:
Prendere due fogli Fabriano f2 da 110g e tenerli uniti con un
pezzetto di scotch (Fig.1). Posizionare il biadesivo lungo i pezzi
come da figura 2 .
Attenzione: fare fede alle misure riportate nella didascalia e non
quelle delle immagini che avevo scritto male  17,6 in realtà è
17,1.
Nel pezzo 17,1×11,8 misurare dal lato destro 7 cm (Fig.3) sia
nella parte alta che in basso e attaccarlo facendo coincidere
questa misura con l’attaccatura dei fogli (Fig.4). Utilizzando un
pezzo jolly andiamo ad attaccare gli altri pezzi, vi consiglio di
tenervi larghe per far si che il vostro album si chiuda. Per
regolarvi meglio potete attaccare al pezzo jolly un pezzo di
fabriano F4 220g in modo da aver un maggior spessore.
Quindi utilizzando il pezzo jolly andiamo ad attaccare il pezzo
17,1×3,5 (Fig.5) subito dopo il pezzo 17,1×12 (Fig.6), l’altro
dorsino misura 17,1×3,7 (Fig.7) e infine il pezzo 17,1×6 che sarà
la chiusura del nostro album (Fig.8).
Il nostro lavoro è pronto per essere rivestito.

Il resto del tutorial lo trovate qui

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

E’ quasi ora di San Valentino…

Ciao a tutti e bentrovati!!!

Passati Natale, Capodanno e Befane varie tocca trovare qualcos’altro con cui pastrugnare.

Ci avete pensato che manca un mese a San Valentino? Vorrete mica farvi trovare impreparate? Sia mai…

Oggi vi propongo un piccolo packaging, che io ho pensato per un cioccolatino ma che, cambiando e adeguando le misure, può essere adattato anche a oggetti più voluminosi.

Partiamo da un foglio di cardstock o patterned pesantina ( io ho utilizzato del Bazzil rosa pallido) di 6″x6″ (o 15×15 cm) e cordoniamo come da foto sotto: a 2″ e 4″ (5 e 10 cm) poi giriamo di 90° il foglio e ripetiamo la cordonatura a 2″ e 4″.

A questo punto cordoniamo in diagonale il centro dei 4 quadrati agli angoli e al centro (3″ o 7,5cm) dei lati superiore e inferiore per circa 1,5cm. Al centro dei due lati verticali facciamo invece due fori con la crop-a-dile.

Tagliamo poi in diagonale i quattro angoli esterni e segniamo bene le cordonature con una pieghetta.

Diamo forma alla scatoline seguendo le pieghe e alternando le piegature a monte e a valle ed ecco il risultato…

La scatolina si chiude senza l’utilizzo della colla, semplicemente con un po’ di twine.

Per la decorazione io ho utilizzato due cerchi punchati, uno scallop e uno liscio, e un bannerino sul quale ho timbrato un sentiment di Carta Bella.

Clean&Simple ma fa il suo lavoro 😉

E voi avete già pensato cosa realizzare per San Valentino? Forza, che manca poco!!!

Alla prossima,

Barbara

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Guest di gennaio: Viviana Fantuzzo

Buongiorno,
oggi ci tiene compagnia una socia senior con un mini dal sapore retrò.
Vi lascio alle sue parole …
SALVE A TUTTI.
MI CHIAMO VIVIANA E SONO NELL’ASI DA QUASI DIECI ANNI.
SONO PASSATA ATTRAVERSO DIVERSE ATTIVITA’ MANUALI, MA QUANDO LA MIA COLLEGA FEDERICA MI HA FATTO CONOSCERE LO SCRAP, ME NE SONO INNAMORATA FOLLEMENTE E NON L’HO PIU’ LASCIATO.
ESSENDO AMANTE DELLA FOTOGRAFIA, PREDILIGO I MINI, MA NON DISDEGNO NULLA CHE POSSA AVERE A CHE FARE CON LO SCRAP E IL MIO MOTTO E’ … PROVARE OGNI COSA!
ULTIMAMENTE FACCIO MOLTISSIME CARDS E MI CIMENTO NEL MIXED MEDIA.
I COLORI SONO STATI IL MIO PRIMO AMORE SIN DA QUANDO ERO RAGAZZINA E QUINDI CON PENNELLI , TIMBRI, BLENDING TOOL E COSI’ VIA MI DIVERTO E MI RILASSO.
DEVO RINGRAZIARE QUESTO HOBBY CHE MI HA FATTO CONOSCERE BELLISSIME PERSONE E SOPRATTUTTO ,DOPO CHE SONO STATA REFERENTE LIGURE, HO INSTAURATO UNA BELLISSIMA AMICIZIA CON LE MIE SOCIE GIOVANNA E GRAZIELLA .
ULTIMAMENTE HO UN PO’ TRASCURATO IL MIO BLOG PER SVARIATI MOTIVI, MA MI SONO RIPROMESSA ,PER IL NUOVO ANNO, DI POSTARE CIO’ CHE FACCIO, ANCHE PERCHE’ , DORMENDO POCO …. LA NOTTE DIVENTA CREATIVA!!
ED ECCO IL MIO ULTIMO MINI, FATTO PER UN REGALO DI NATALE, PER IL QUALE HO UTILIZZATO LE CARTE “WINTER” DELLA STAMPERIA.
Chi sarà la prossima Guest?
Curiosi?
Allora seguiteci
A prestissimo
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Buon Anno Nuovo e Buone Nuove sul Blog!

Buon Anno Soci Cari!

Con l’inizio del 2019 ripartono le nostre attività sul blog e non vediamo l’ora di coinvolgervi nei mille progetti che abbiamo pensato per tenervi compagnia nei prossimi 12 mesi ricchi di creatività e sorprese!

Quello che si è appena chiuso è stato un anno intenso e impegnativo per tutti noi e il successo del CalendASI dell’Avvento, pubblicato ogni giorno attraverso gli splendidi progetti delle referenti regionali, ci ha confermato che la strada giusta per far vivere di energia e partecipazione queste pagine online è la comunicazione costante e immediata fra noi del dt e voi soci con le mani in carta e la fantasia sempre pronta a volare alto. Per questa ragione una delle novità a cui teniamo particolarmente sarà una finestra costantemente aperta sull’ASI attraverso la collaborazione mensile con un socio incaricato di preparare un personale progetto che verrà pubblicato sul Blog, e il racconto aggiornato dei meeting regionali che si svolgeranno quest’anno e dell’attesissimo Nazionale di maggio.

Abbiamo anche deciso di innaugurare due nuove rubriche:

  1. Storia e Curiosità sul Mondo dello Scrap, in cui a turno racconteremo le origini, gli aneddoti curiosi e l’evoluzione dell’hobby più bello del mondo, e
  2. Lo Scrap con i Bambini, in cui ci dedicheremo a progetti particolari a portata di manine, per trasmettere il piacere della creatività con la carta anche ai più piccoli e poter passare con loro del tempo divertente e di assoluta qualità.

Oltre ai nostri consueti tutorial fotografici, poi, useremo il canale instagram dell’ASI per mostrarvi dei mini video di realizzazioni facili e d’effetto che vi divertano fornendovi spunti creativi .

Un anno in movimento insieme, insomma, all’insegna del colore, della leggerezza e della comunicazione immediata e proficua con Voi, per stare in compagnia e sentire pulsare un’Associazione che sa di famiglia.

Vi aspettiamo a casa allora!

A prestissimo,

Evita

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Happy New Year!!!

A tutte le nostre socie (e non) i nostri migliori auguri di buon anno nuovo!

Il DT si prende un po’ di vacanze per tornare presto con nuove idee e proposte, nel frattempo in alto i calici e che il 2019 ci porti tutto quello che desideriamo!!!

A presto!!!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather