• C’è posta per te

    Natale è alle porte, avete preparato tutto? Avete finito le decorazioni, acquistato i regali o preparato dei pensierini hand made? Io quest’anno ho preparato diversi pensierini hand made tra cui la pocket letter che vi mostro in questo post.

    Le pocket letters sono delle “lettere” contenute all’interno di una busta trasparente divisa in 9 taschine. Le taschine vengono decorate seguendo un tema e sul retro vengono inseriti dei piccoli pensierini ed un messaggio per il destinatario.

    Ho realizzato questa pocket letter a tema natalizio, utilizzando delle patterned super colorate perchè in questo strano Natale abbiamo bisogno di colori ed allegria!

    Ho inserito i ritagli delle carte nelle varie taschine ed ho poi aggiunto die cuts ed abbellimenti realizzati a mano per arricchire la mia pl.

    Alcuni particolari

    Purtroppo non ho la foto del packaging finale perchè mi sono dimenticata di fotografarla prima di spedirla, andavo di fretta e mi sono completamente dimenticata!

    Spero che la mia PL vi possa ispirare o almeno regalare un sorriso.

    Vi auguro di trascorrere un Natale Sereno.

    Letizia

  • Winter Stories in LO

    Questa volta tocca a me tenervi compagnia e ho deciso di farlo realizzando un LO. I layout non sono la mia passione ma questa foto la tenevo conservata da un pò e complici le carte e gli abbellimenti Simple Stories della collezione Freezin’ Season, ho deciso di laciarmi.

    Sono partita da una pattern della collezione su cui poi ho applicato un cartoncino oro specchiato a4 rifilato però nell’altezza in modo da avere un bordo di pattern in vista. Ho incollato un bazzil white tagliato a 27×27 cm e su questo ho prima realizzato degli schizzi con acrilico oro miscelato con acqua, e poi sono partita a realizzare del clustering tra abbellimenti e pattern sviluppando il LO lungo la diagonale.

    La foto l’ho spessorata e incollata solo da un lato in modo da poter realizzare una sorta di tasca nascosta in cui inserire una tag su cui fare del journaling. Sui lati della foto, ho richiamato la tag grande con altre due tagghine sui cui ho poi incollato degli abbellimenti a sinistra, mentre sulla destra ho usato dei sentiment. Come ultimo tocco per le tag, ho utilizzato un punch che Lia Griffith ha disegnato per la Fiskars e ho realizzato dei piccoli fiocchetti

    Ho aggiunto infine, qualche fustellata realizzata con della crepla glitterata nei colori del rosso e dell’oro e con il plotter sono andata a tagliare sempre da un foglio pattern, dei fiocchi di neve che ho inserito per andare a completare il LO.

    Ci tenevo molto a condividere questo lavoro con voi. I LO sono quei progetti che riescono a mettermi in crisi eppure questo è nato così, da solo…è stato facile ecco! Ho provato una grande emozione nel farlo complice sicuramente la foto e l’affetto che porta con se! Spero che da questo mio lavoro, vi giunga almeno un pizzico di quello che ho provato io perchè lo scrap è anche questo, raccontarsi e regalare un pò di quello che si porta nel cuore!

    Vi abbraccio…TATA

  • Every single day

    Ciao a tutti!

    Il Natale si avvicina, – 13 giorni!
    Così oggi per tenervi compagnia sul blog ho pensato di proporvi un progetto che potrebbe essere un regalo di Natale molto carino e veloce da fare!
    Tutti abbiamo bisogno di un calendario che ci ricordi tutti gli impegni che abbiamo, ma sarebbe bello anche avere un calendario che ci ricordi i momenti passati.
    Quindi, per questo 2021, ho deciso di crearmi un piccolo calendario di dimensioni 10×15 cm, in cui poter scrivere i miei impegni, ma anche ricordarli nel futuro grazie allo spazio lasciato sul retro di ogni mese per mettere una o più foto.

    Per prima cosa sono andata in internet e ho cercato un calendario mensile del 2021 (se ne trovano tanti e per tutti i gusti), poi l’ho scaricato e impaginato a mio gusto. Si sono creati così 12 rettangoli 10×15, tre in ogni A4. Sopra ogni mese con due font diversi ho scritto il nome del mese.

    Prima di stampare ho preso quattro cartoncini bianchi che ho spatasciato con gli oxide, di 4 colori pastello diversi. Sono andata poi a stampare su questi fogli. Dopo averli ritagliati, con la Cinch, ho bucato i fogli e messa una spirale bianca.

    Per la parte frontale, avendo ancora spazio per decorare ho stampato delle frasi ognuna dedicata ad un mese.
    Il retro l’ho lasciato bianco in modo da poter andare ad inserire delle foto mese per mese, così da ricordare i momenti più belli.

    Per quest’anno questo è il mio ultimo progetto per il blog, assieme ad esso vi lascio anche i miei auguri di Natale, che per quanto strano sia sereno per tutti voi.
    E naturalmente buon 2021!!!!

    Susanna

  • Tempo di Xmas cards!!!

    Eccoci a dicembre, “the most wonderful time of the year”, di quest’anno di cui tutti stiamo aspettando con ansia la fine… Non ci possiamo incontrare per cui le nostre amate cards saranno i nostri vettori d’affetto, un piccolo mondo da spedire con cui esprimere amore e nostalgia!

    Io e Alessandra siamo ancora qui insieme per condividere le nostre ispirazioni, qualche piccola idea x augurarvi un coloratissimo e dolcissimo dicembre!

    Abbiamo cercato di usare tecniche e materiali diversi, proprio per fare un escursus tra le infinite possibilità che il cardmaking ci offre.

    La mia è un po’ naif e ho utilizzato principalmente timbri e stencil.

    Sono partita da un cartoncino bianco su cui ho incollato della carta velina; ho steso uno strato di gesso e con uno stencil ho decorato con la modeling paste. Ho mattato con una cucitura a macchina. Ho creato delle macchie coi Distress Oxide.

    Ho preparato una striscia di patterned su cui ho timbrato uno sfondo e incollato un pezzetto di pizzo.

    Ho decorato con timbri colorati con le matite acquerellabili, cordoncino e un campanello.

    Alla fine mi sono fatta prendere da questi animaletti e ne ho fatte due…

    Alessandra, meglio conosciuta come Tata, ha invece realizzato una card ispirata al suo “insolito Natale” infatti, mentre gli altri anni ha colorato il Natale con delle tonalità molto classiche, quest’anno ha deciso di usare colori più allegri come il rosa e un verde acceso senza però rinunciare all’oro.

    Per prima cosa ha realizzato una striscia di carta che è andata a colorare con il Distress Oxide “Picked rasperry” su cui ha poi fatto cadere delle goccioline di acqua. Incollata la striscia spessorandola, ha poi schizzato dell’acrilico fucsia e oro.

    Pronta la base è passata alla realizzazione del cut file per il plotter: ha prima scelto il font a cui ha inserito l’off set e lavorando poi solo sul contorno, ha unito a questo i rametti e le foglie. Pronto il file, ha tagliato la parte del contorno su cartoncino bianco, la scritta da cartoncino oro specchiato, le foglie dal verde mentre le palline rosse le ha realizzate con un piccolo punch a cerchio

    Come ultimo tocco, ha embossato un sentiment con polvere oro e incollato la scritta su del vellum strappato. Ha aggiunto qualche enamel dot e la sua “Unconventional card” è pronta!

    Ecco quindi la nostra interpretazione di Xmas Card speriamo possano esservi d’ispirazione! Per chi volesse il cut file realizzato da Tata la contatti pure.

    Baci, Sabrina e Tata

  • Pop Up Card “Christmas Wheel”

    Buongiorno Soci!

    Il Natale è alle porte e noi del dt siamo in pieno fermento per cercare di proporvi idee sempre nuove e originali così da rendere il tempo delle Feste, quest’anno in particolare, il più possibile divertente e sereno.

    Io amo molto impiegare il mio tempo creativo a costruire meccanismi sfiziosi che diano movimento ai progetti e oggi ho preparato per voi una pop-up card natalizia con una dolcissima ruota panoramica che potrete decidere di decorare a vostro gusto anche cambiando le misure.

    Vi allego il link del tutorial caricato su youtube e le foto delle due card realizzate e decorate con elementi che rimandano al tema gingerbread.

    Buon divertimento, vi aspettiamo sui canali social dell’ASI con le vostre versioni.

    Evita

  • Winter Magic Season

    Ciao a tutti!

    Oggi voglio mostrarvi un progetto un po’ particolare, si tratta di una rivisitazione di un tradizionale libro cinese.
    Questo progetto infatti si ispira al “ZHEN XIAN BAO”, si traduce in TASCHE PER FILO DELL’AGO, un libro creato con la tecnica dell’origami nata nella remota zona sud-ovest della Cina.
    È un aspetto dell’arte popolare e assume la forma di una cartella, utilizzata principalmente per riporre i fili da ricamo dai Miao, Dong e altre minoranze.

    Invece di pagine queste contengono molti scomparti tridimensionali piegati ingegnosamente. I libri originali sono decorati in modo bellissimo all’interno e di solito hanno una copertina in tela indaco semplice. 
    Se volete qualche altra informazione… guarda qui

    Dopo essere rimasta affascinata da questa tecnica, ho deciso di lasciarmi ispirare e ne ho creata una versione a mini-album.

    La tecnica per creare le varie tasche è uguali per tutte, cambia solo la dimensione dei fogli di partenza.
    Per le due tasche più grandi sono partita da due pezzi di dimensione
    30 x 15 cm per ottenere delle tasche di 15 x 7,5 cm, per tutte le altre invece da dei pezzi di dimensione 15 x 7,5 cm, ottenendo tasche da 3,75 x 7,5 cm e 3,75 x 3,75 cm.
    Tutte le tasche che si sono create le ho ricoperte con delle pattern colorate.

    Ho inserito foto di diverse dimensioni sia dentro le tasche appena create che sopra così da rendere tutto il progetto più dinamico e allegro.

    In altre tasche ho inserito dei sentiment legati all’atmosfera e ai colori delle foto.

    Spero che questa rivisitazione vi sia piaciuta e vi possa dare uno spunto per un vostro nuovo progetto. Tante cose viste da un’altra prospettiva possono stupire e essere alla base di nuove idee creative.

    A presto, Susanna

  • Bye Bye Fantasiland

    Lo scorso ottobre si sarebbe dovuto tenere il meeting nazionale della nostra associazione, una 3 giorni di corsi, shopping e soprattutto tante chiacchiere e risate. Purtroppo la realtà nella quale ci troviamo oggi non ha permesso lo svolgersi dell’evento nelle modalità tradizionali.

    Infatti, a differenza di tanti altri eventi che sono stati ahimè annullati del tutto, il vulcanico team dietro l’organizzazione di questo evento ha fatto comunque in modo che noi socie potessimo ritrovarci insieme seppur virtualmente, insieme a scrappare i nostri ricordi e a crearne di nuovi anche se alternativi ai soliti.

    La bravura e la disponibilità delle insegnati è sotto gli occhi di tutti e quindi stavolta abbiamo voluto dare una sbirciatina nel dietro le quinte dell’evento, intervistando simpaticamente colei che si è spesa nel coordinare i contributi delle bravissime maestre e reso possibile questo evento per noi irrinunciabile, sto parlando di Deborah Gobetto, ma vediamo come risponde ad alcune nostre domande:

    Quando avete deciso di realizzare un’edizione virtuale del Nazionale?

    Ad inizio Agosto abbiamo chiesto alle insegnanti la loro disponibilità a “chiudere” la parentesi del Nazionale FantASIland e a fine Agosto ci siamo coordinate per trovare un filo conduttore per tutti e sei i progetti. Adesso siamo pronte a voltare pagina per un nuovo ed emozionante Nazionale.

    Progetto di Cinzia Fonticelli

    E’ stato difficile coordinarsi in questa situazione?

    No, Cinzia, Elena, Dayana, Federica, Jennifer e Serena sono disponibilissime. Abitiamo comunque lontane, quindi anche in un momento “normale” ci saremmo coordinate nello stesso modo.

    Progetto di Dayana Pavanello

    Quali criteri sono stati dati alle insegnanti per realizzare questi nuovi progetti ?

    Carta bianca, timbri, colori e ticket. Io ero stata molto cattiva all’inizio e avrei voluto che si scambiassero i progetti tra loro, ma mi hanno detto che saremmo andate incontro ad una catastrofe: io non ne sono ancora convinta. Ed è per questo che annuncio pubblicamente che al prossimo nazione scambierò loro i progetti 😊.

    Progetto di Elena Cortese

    Raccontaci un episodio divertente del dietro e quinte

    Un solo episodio è difficile, devo dire che la cosa bella della chat “INSEGNANTI_Nazionale 2020” è il clima disteso, rilassato e scherzoso che si respira, ogni difficoltà è sempre stata superata parlando e confrontandoci e poi ovviamente buttandola in baraonda. C’è un buon bilanciamento di caratteri (Dayana e Serena sono più timide, Cinzia ed Elena sono più equilibrate – bah forse per Elena non è proprio l’aggettivo giusto – e poi ci sono Jennifer e Federica che sono completamente folli). Siamo ragazze semplici, ci divertiamo con poco: prendendo in giro Fede dicendole che la vogliamo sostituire con il fratello (in realtà poi hanno proposto di licenziare me e prendere lui), facendo la lista delle virtù del marito di Amedea, scommettendo sul colore dei capelli di Jennifer al prossimo Nazionale, convincendo Elena che il tema “Unicorni Ciccioni” piacerebbe tanto anche a lei…le cose più sconce invece non ve le posso dire 😊.

    Progetto di Federica Pinzari

    Quale è stata la cosa più difficile

    Nell’organizzare l’edizione virtuale nulla. Credo che la cosa più difficile sia stata prendere consapevolezza, ancora una volta, che questo periodo molto buio non fosse ancora passato. Noi abbiamo cercato, per quanto possibile, di portare un sorriso nelle case delle socie, essere spensierate per qualche ora.

    Progetto di Jennifer Rustioni

    Le insegnanti come hanno accolto l’idea di un Nazionale Virtuale e la consapevolezza che la loro avventura al Nazionale sarebbe stata “diversa” da quella che avevano immaginato?

    Benissimo, ovvio. Passeranno alla storia per essere le uniche insegnanti ad aver fatto 2 Nazionali di fila. Si prospettano all’orizzonte fama, notorietà, tournée…

    Progetto di Serena Testa

    Grazie Deborah per il tuo lavoro. Un doveroso grazie va alle nostre strabilianti insegnanti con i loro bellissimi progetti che sono stati interpretati e riproposti dalle socie entusiaste.:

    Cinzia Fonticelli, Dayana Pavanello, Elena Cortese,

    Federica Pinzari, Jennifer Rustioni, Serena Testa

    Con il nazionale ci ritroveremo il prossimo anno, con baci e abbracci, grazie ad ASI, grazie a tutte NOI

  • Calde coccole non solo per Natale

    Questo mese per l’ispirazione dal tema “Calde coccole”, ho pensato ad un progetto facile da realizzare ma al tempo stesso di grande effetto.

    Ho realizzato una sorta di mini album non per contenere foto, ma bensì dolci coccole per alleggerire magari il peso di una giornata o semplicemente accontentare la voglia di dolce che a volte viene (e a me capita spesso 😀 ). Sono partita così da due pezzi di chipboard delle dimensioni di 9,5×16,5 cm e un pezzo 3×16,5cm che ho rivestito usando un foglio di Fabriano da 110g proprio come facciamo per realizzare la struttura di un mini. Ho poi decorato l’esterno prima con due pezzi di cartoncino specchiato oro 9×16 cm per le copertine e 2×16 cm per il dorsino, su questo ho poi incollato due pezzi di pattern 8,5×15,5 cm e uno 1,5×15,5 cm. Ho come ultima cosa, rivestito anche l’interno con un pezzo di pattern di un’altra fantasia 21,5×16 cm e ho come sempre marcato le pieghe sia internamente che esternamente per far risultare la struttura elastica.

    Pronta la base ho creato delle taschine interne sempre in carta pattern. Le prime due taschine montate sulla parte sinistra della base le ho realizzate una per una bustina da tè tagliando la pattern a 16×9 cm e andando a cordonare sul lato da 16 cm a 5 e 11,5 cm e sul lato da 9 cm a 1 cm, la seconda taschina invece, l’ho realizzata per inserire al suo interno un biscotto tagliando un pezzo di pattern 13×8 cm che ho cordonato a 1 e 2 cm sui tre lati.

    Sul lato destro della base ho incollato un’unica taschina in cui ho inserito una barretta di cioccolato. Per la tasca, ho tagliato un pezzo di pattern 13×12 cm e ho cordonato a 1 e 2 cm su tre lati. Dopo aver marcato le pieghe, sul lato non cordonato ho fatto un taglio obliquo e ho poi incollato alla base.

    Come ultima cosa davvero e che vedete già nelle foto precedenti, ho decorato la copertina, le tasche e le “coccole” inserite nella struttura, con elementi da ritagliare da una journaling (alcuni dei quali li ho mattatati con il cartoncino oro e poi spessorato) e con del semplice spago. Per il dorsino invece, ho fatto un foro al centro con la crop a dile e dopo aver montato un eleyet, ho passato del twine verde e bianco e attaccato una piccola nappina.

    Come vedete, a volte per fare una carezza e coccolare una persona a cui teniamo, basta davvero poco e non serve attendere una ricorrenza particolare perchè i regali inaspettati sono quelli che regalano una carezza al cuore. Spero che il lavoro vi sia piaciuto e possa esservi d’ispirazione!

    Alla prossima, un bacio.

    TATA

  • Dolci coccole

    Buongiorno a tutti, oggi ci sono io Letizia a tenervi compagnia qui sul blog ASI. Io amo molto l’autunno, i colori sono bellissimi, l’aria diventa più frizzante, e io riprendo il mio rituale preferito: prendermi del tempo per una tisana o una cioccolata calda di fonte al camino. Per me è una dolce coccola che mi rilassa e mi fa stare bene. Ho deciso di regalare qualcuna di queste coccole alle mie amiche, che spero di poter incontrare presto, e ho pensato di realizzare dei porta bustine per il cioccolato caldo.

    Sono partita da un patterned 20x14h cm ed ho cordonato sul lato lungo a 9,5 e 10,5 cm ed ho segnato le pieghe

    Ho misurato 1,5 cm in alto e lateralmente sul lato superiore delle due sezioni per ricavare due tags unite tra loro.

    Per le taschine interne ho tagliato due patterned 11,5x13h cm ed ho cordonato i due lati lunghi e un lato corto ad 1 cm. Ho misurato 4 cm dal basso sul lato interno delle due taschine ed ho tagliato in diagonale.

    Ho incollato le taschine, ho forato entrambe le sezioni ed ho applicato gli occhielli metallici dal lato esterno.

    Ho preferito decorare solo l’esterno, ed ecco il mio porta coccole pronto.

    Ne ho realizzati anche altri in versione natalizia che utilizzerò per dei piccoli pensierini.

    Che ne dite? Non sono delle dolci coccole?

    Buona settimana e happy scrap!

  • Never stop dreaming

    Ciao! Eccoci a novembre: sentite già l’aria del Natale? State già pensando a regali, decorazioni, cards? Io no. Anzi ho ancora tutte le foto dell’estate da scrappare, questo tempo strano passa comunque veloce e io corro sempre.

    Ma oggi voglio condividere con voi un’idea che mi frullava da un po’ per la testa per utilizzare i pezzetti di cartone vegetale che avanzano dalla creazione delle copertine degli album: non vi restano lì delle strisce di cartoncino spesso che non vi va di buttare? A me sì. Per cui ho pensato di utilizzarle per creare lo sfondo di una tela.

    In realtà ho preso un cartoncino telato 18×24.

    Ho ritagliato dei quadrettini di cartone vegetale di varie misure e ho creato una composizione

    Ho incollato col gel medium e ho steso un paio di mani di gesso acrilico bianco sui quadretti e su tutta la tela

    Per eliminare un po’ o segni delle pennellate ho picchiettato con un vecchio pennello e della pasta sabbia per creare un effetto “intonaco” che adoro

    A questo punto ho creato la mia colorazione con gli Ink Extreme di varie tonalità, ma vanno bene tutti i tipi di pigmento, dagli acquerelli alle polveri ai gelatos….

    Ho sporcato i bordi coi Distress Crayon ma anche qui va bene tutto…

    Infine ho timbrato a random con un timbro da sfondo.

    A questo punto ho creato il layering della foto con dei ritagli di patterned e ho decorato con un fiore timbrato e colorato con le matite acquerellabili. Il sentiment è una scritta in carton legno lasciata al naturale.

    Il progetto è molto semplice ma l’effetto tridimensionale mi piace sempre molto.

    E voi come li utilizzate i vostri ritagli?!?

    Alla prossima!!!!

ChatClick here to chat!+