• Gel plate e ombretti

    Ciao a tutti! Per festeggiare la primavera in arrivo ho deciso di tirare fuori la mia piccola gel plate e di fare qualche esperimento.

    L’ultima volta che ho incontrato le mie amiche di “giochi” per un pomeriggio creativo abbiamo sperimentato con la Gel Press. Una delle ragazze aveva i Pan Pastel e l’effetto usando gli stencil mi era piaciuto parecchio…ma io non ho i Pan Pastel. Ma cosa sono i Pan Pastel?

    I Pan Pastel sono pastelli in pasticche, disponibili in tantissimi colori dentro a scatoline trasparenti impilabili, morbidi, dalla consistenza pastosa; si utilizzano o con le dita o con appositi strumenti e applicatori e mi ricordano tantissimo gli ombretti per gli occhi. E allora ho provato.

    Ho tirato fuori un po’ dei miei ombretti e una spugnetta per il fondotinta, la Gelly e qualche stencil.

    Ho applicato gli ombretti con la spugnetta. Ho tolto lo stencil

    Ho steso un velo di acrilico bianco con il rullo ed ho ottenuto quest’effetto

    Essendo gli ombretti leggermente perlati l’effetto finale è iridescente: a me piace tantissimo!

    Ho pensato di utilizzare questi sfondi per delle card, ma sono perfetti anche per le ATC, per le Pocket Letter o per le Zine…

    Ho decorato con i Distress Oxide e uno stencil, qualche timbrata e una cucitura a macchina

    Visto il nostro tema mensile ispirato alla primavera, alle farfalle e ai fiori ho decorato la mia card con l’aiuto di qualche fustellata, pezzetti di spartito cuciti, le mie immancabile etichette e un sentiment pieno di ottimismo!

    …e qualche goccia di rugiada!!!

    E voi avete mai provato a fare un uso alternativo di prodotti con tutt’altro utilizzo?!? Fateci sapere!!!

    Alla prossima!!!

  • Tempo di Xmas cards!!!

    Eccoci a dicembre, “the most wonderful time of the year”, di quest’anno di cui tutti stiamo aspettando con ansia la fine… Non ci possiamo incontrare per cui le nostre amate cards saranno i nostri vettori d’affetto, un piccolo mondo da spedire con cui esprimere amore e nostalgia!

    Io e Alessandra siamo ancora qui insieme per condividere le nostre ispirazioni, qualche piccola idea x augurarvi un coloratissimo e dolcissimo dicembre!

    Abbiamo cercato di usare tecniche e materiali diversi, proprio per fare un escursus tra le infinite possibilità che il cardmaking ci offre.

    La mia è un po’ naif e ho utilizzato principalmente timbri e stencil.

    Sono partita da un cartoncino bianco su cui ho incollato della carta velina; ho steso uno strato di gesso e con uno stencil ho decorato con la modeling paste. Ho mattato con una cucitura a macchina. Ho creato delle macchie coi Distress Oxide.

    Ho preparato una striscia di patterned su cui ho timbrato uno sfondo e incollato un pezzetto di pizzo.

    Ho decorato con timbri colorati con le matite acquerellabili, cordoncino e un campanello.

    Alla fine mi sono fatta prendere da questi animaletti e ne ho fatte due…

    Alessandra, meglio conosciuta come Tata, ha invece realizzato una card ispirata al suo “insolito Natale” infatti, mentre gli altri anni ha colorato il Natale con delle tonalità molto classiche, quest’anno ha deciso di usare colori più allegri come il rosa e un verde acceso senza però rinunciare all’oro.

    Per prima cosa ha realizzato una striscia di carta che è andata a colorare con il Distress Oxide “Picked rasperry” su cui ha poi fatto cadere delle goccioline di acqua. Incollata la striscia spessorandola, ha poi schizzato dell’acrilico fucsia e oro.

    Pronta la base è passata alla realizzazione del cut file per il plotter: ha prima scelto il font a cui ha inserito l’off set e lavorando poi solo sul contorno, ha unito a questo i rametti e le foglie. Pronto il file, ha tagliato la parte del contorno su cartoncino bianco, la scritta da cartoncino oro specchiato, le foglie dal verde mentre le palline rosse le ha realizzate con un piccolo punch a cerchio

    Come ultimo tocco, ha embossato un sentiment con polvere oro e incollato la scritta su del vellum strappato. Ha aggiunto qualche enamel dot e la sua “Unconventional card” è pronta!

    Ecco quindi la nostra interpretazione di Xmas Card speriamo possano esservi d’ispirazione! Per chi volesse il cut file realizzato da Tata la contatti pure.

    Baci, Sabrina e Tata

  • Clean&simple con gli embossing folders

    Ciao a tutti! In questo fine agosto a tenervi compagnia ci sono io, Sabrina.

    Con questo caldo faccio fatica a mettermi in progetti impegnativi però il tempo per giocare un pò lo trovo sempre. Per cui ho tirato fuori la mia scatola degli embossing folders e ho fatto qualche esperimento per riassumere un pò i vari usi che ne possiamo fare.

    Pensando di poterli poi utilizzare per creare delle cards clean&simple ho preparato una serie di cartoncini bianchi di circa 10×13 cm e ho iniziato a fare un pò di prove.

    Uno delle mie preferite è sicuramente una tecnica che ho visto in un video della mitica Jennifer McGuire: con del washi si crea una cornice sul nostro cartoncino:

    e con il blending tool si sfumano tre o quattro Oxide. Volendo con un pennello morbido possiamo spolverare con della polvere di mica dorata. Ora possiamo togliere il washi.

    Infine embossiamo il cartoncino.

    Ed ecco il risultato:

    Un’altra tecnica piuttosto classica è quella di inchiostrare direttamente l’embossing folder: io ho provato con gli Oxide ma anche con un pad di Taylored Expression: il risultato cambia in base all’inchiostro, al tipo di embossing folder, alla carta che utilizziamo ( io ho usato della Fabriano liscia da 220gr o del bristol classico…) ma anche dalla pressione esercitata…

    Nei due sopra ho usato la carta Fabriano liscia, nei due sotto del cartoncino comune…

    Ho provato anche a creare una sfumatura con gli Oxide:

    In questo invece provato poi a sfumare direttamente delicatamente col blending tool il per far risaltare le parti in rilievo per un effetto molto delicato:

    Qui invece ho colorato il cartoncino con dell’acrilico metallico e poi embossato: l’effetto “lamina matallica” è stupendo!

    Qui invece ho colorato il cartoncino con del gesso nero e ho passato della cera di due colori dopo l’embossatura:

    Un altro metodo molto divertente è quello di tamponare col Versamark direttamente il nostro folder e poi cospargere di polvere dopo l’embossatura a freddo: anche qui i risultati variano a seconda se tamponiamo la parte concava o quella convessa:

    Ho provato anche a tamponare col Versamark direttamente sul cartoncino embossato: non sono riuscita a modulare la distribuzione dell’inchiostro per cui con la polvere è venuto tutto uniforme!

    Ho voluto provare anche con i pigmenti. Prima ho trattato il cartoncino con del gesso clear, ho embossato e ho cosparso un pò di pigmenti colorati: con l’acqua il colore si infila nelle fessure e nei rilievi dando un risultato un pò meno clean&simple ma comunque interessante!

    Alla fine ho raccolto una bella serie di sfondi perfetti per creare velocemente delle cards. Ne ho montate un pò con l’aiuto di fiori timbrati e non colorati o colorati pochissimo e qualche fustellata:

    Per ora ho creato queste…anche per provare il nuovo colore dei Distress Oxide (Spekled Egg)… Ma le possibilità sono infinite!!!

    Voi che ne dite? Avete provato? Qual è il vostro effetto preferito?

    Alla prossima!

ChatClick here to chat!+