• Scraplift che passione…

    Questo mese l’ispirazione ha come tema “Fiori e farfalle” in attesa di questa imminente primavera che a scorci si è già palesata.

    Ho pensato così di realizzare la mia ispirazione partendo da una foto di una card di qualche tempo fa fatta dal DT di Florileges Design

    La card da cui sono partita, a cui mi sono ispirata, era strutturata con lo sfondo realizzato a motivi geometrici colorati con poi con acquerello e un fiore sempre colorato ad acquerello, posizionato lì dove io ho messo il mio.

    Questo modo di realizzare un progetto scrapposo, è definito Scraplift. Ma cos’è uno scraplift? Non è latro che realizzare un lavoro, partendo dal lavoro di un’altra creativa, reinterpretandolo e adattandolo ai propri gusti. Scrapliftare un progetto quindi, non è altro che realizzare una sorta di copia ma non fedele.

    Nel mio caso, la card differisce per: i colori e le forme, per il fatto di aver aggiunto intorno ad ogni spazio il contorno con la penna gel e per il modo in cui ho realizzato il fiore

    Il fiore l’ho prima emobossato a caldo usando la polverina nera e poi colorato con acquerelli e dell’uniposca bianco. Per le foglie invece, ho colorato un pezzo di carta acquerello con diverse sfumature di verde e ho poi fustellato. Ho composto la mia card andando poi ad aggiungere dei sentiment in legno e qualche dot

    Cosa è d’obbligo fare però quando si scraplifta un progetto? La cosa che bisogna sempre fare è quella di dare i crediti cioè citare da chi si è preso ispirazione, dall’idea di chi si è partiti per realizzare il lavoro. E’ una cosa davvero semplice da fare: basta scrivere una piccola didascalia nel post in cui si dice che l’idea originale è di Tal dei Tali.

    La stagione 2021 dei virtual meeting per ASI si è aperta con il primo meeting dell’anno in Asi- Sud in cui è stato proposto come progetto proprio uno scraplift e la teacher oltre a spiegare in cosa consistesse questa tecnica e quindi mostrare la sua reinterpretazione, ha lanciato un # che è stato #ioscrapliftoetu?

    Ormai i social ci mettono a disposizione tante risorse per condividere e il guardarsi intorno è davvero facile perciò, quando si è a corto di idee o semplicemente si ha necessità di scrappare senza pensare troppo, lo scraplift è un’ottima soluzione.

    Alla prossima, baci

    TATA

  • Winter Magic Season

    Ciao a tutti!

    Oggi voglio mostrarvi un progetto un po’ particolare, si tratta di una rivisitazione di un tradizionale libro cinese.
    Questo progetto infatti si ispira al “ZHEN XIAN BAO”, si traduce in TASCHE PER FILO DELL’AGO, un libro creato con la tecnica dell’origami nata nella remota zona sud-ovest della Cina.
    È un aspetto dell’arte popolare e assume la forma di una cartella, utilizzata principalmente per riporre i fili da ricamo dai Miao, Dong e altre minoranze.

    Invece di pagine queste contengono molti scomparti tridimensionali piegati ingegnosamente. I libri originali sono decorati in modo bellissimo all’interno e di solito hanno una copertina in tela indaco semplice. 
    Se volete qualche altra informazione… guarda qui

    Dopo essere rimasta affascinata da questa tecnica, ho deciso di lasciarmi ispirare e ne ho creata una versione a mini-album.

    La tecnica per creare le varie tasche è uguali per tutte, cambia solo la dimensione dei fogli di partenza.
    Per le due tasche più grandi sono partita da due pezzi di dimensione
    30 x 15 cm per ottenere delle tasche di 15 x 7,5 cm, per tutte le altre invece da dei pezzi di dimensione 15 x 7,5 cm, ottenendo tasche da 3,75 x 7,5 cm e 3,75 x 3,75 cm.
    Tutte le tasche che si sono create le ho ricoperte con delle pattern colorate.

    Ho inserito foto di diverse dimensioni sia dentro le tasche appena create che sopra così da rendere tutto il progetto più dinamico e allegro.

    In altre tasche ho inserito dei sentiment legati all’atmosfera e ai colori delle foto.

    Spero che questa rivisitazione vi sia piaciuta e vi possa dare uno spunto per un vostro nuovo progetto. Tante cose viste da un’altra prospettiva possono stupire e essere alla base di nuove idee creative.

    A presto, Susanna

  • Un autunno pieno di colori

    L‘autunno è una stagione particolare, alcuni, tra cui io, la amano in particolar modo, altri non la vedo di buon occhio a causa della nostalgia che hanno per l’estate e le vacanze finite da poco. Una cosa però è certa, l’autunno è una stagione in cui i colori si mescolano tra loro creando delle sfumature uniche e che nonostante la pioggia, le giornate fredde, questi colori sono capaci di scaldare il cuore risvegliando ricordi sopiti da tempo.

    Noi ragazze del DT abbiamo pensato di presentarvi l’ispirazione del mese che Sabrina vi ha già annunciato in un suo precedente post, con due lavori. Il tema è CRUNCH e io e Sabrina lo abbiamo interpretato realizzando due Layout diversi sia per genere che per stile.

    Io ad esempio sono partita da una base di legno a forma di cuore che ho colorato con i distress nei toni autunnali (verde, arancione, marrone e rosso) e che ho poi decorato scrappando una vecchia foto.

    Per decorare la foto che ho prima mattato su cartoncino nero e poi su un pezzo di pattern rosso, ho utilizzato sia a sinistra della foto che nella parte bassa, dei fustellati e timbrate di foglie che ho colorato sempre con i distress

    Ho poi nella parte alta, aggiunto un sentiment di una plancia di timbri che io stessa ho disegnato e che ho spezzettato e mattato con cartoncino nero. Come ultimo tocco, ho aggiunto una clip color oro, degli enamel dots gialli e dello spago per poter appendere il Lo.

    Sabrina invece, per ispirarvi ha realizzato un Lo più classico decorato con un tappeto di foglie decisamente CRUNCH!

    Per realizzarlo Sabrina si è “allegramente e felicemente” ispirata ai lavori di uno scrappers francese che adora, Victor Henriques.

    Infatti ha creato uno sfondo a base di modeling paste e acquerelli (che ovviamente alla fine si vede pochissimo) e su quello ha costruito il layering delle foto.

    Le foglie sono fustellate da un foglio acquerellato, i rametti timbrati sono colorati con le matite acquerellabili e rifinite con la penna gel bianca.

    Ha rifinito la pagina con una doppia cucitura a macchina e mattato il tutto con un bazzil kraft.

    Ha fissato il sentiment con qualche punto cucito.

    Tocco finale: qualche schizzo con l’acrilico arancione.

    E voi come avete interpretato quest’autunno colorato?

    Ciao e alla prossima!!!

  • Ispirazione del mese: La mia estate passata

    Settembre è appena cominciato, l’estate è quasi agli sgoccioli e le temperature sono già più miti. Pian piano si ritorna agli impegni soliti ma lo scrap resta il compagno fedele per distrarci e immergerci in un modo dove la fantasia prende forma attraverso ciò che realizziamo.

    Iniziamo questo mese qui sul blog, con me, Tata, e come ben capite dal titolo, voglio raccontarvi un pò come questa strana estate è scivolata via e mostrarvi un porgetto che spero possa ispirarvi.

    Ho passato questa estate per lo più a casa dividendomi tra faccende domestiche, bambini, famiglia e qualche nuotata in piscina dai miei. In tutto questo però, non è mancato lo scrap che a differenza degli altri anni per via del caldo, accantonavo sempre. Quest’anno è stato un vero compagno, ho creato nuovi progetti ma soprattutto ho completato i tanti WIP che erano lì nello scaffale della mia scraproom in attesa di foto o decorazioni. E’ il caso dell’album che vedete in foto: l’ho realizzato l’anno scorso con del bazzil tiffany e la collezione “Oltre mare” di CreativeStudio.

    Per questa struttura ho utilizzato le carte 12×12 della collezione, i die cut e gli abbellimenti in acrilico e ho poi stampato qualche frase scelta adattandola alle foto. Il tutto nasce da una struttura a portfolio che ospita poi al suo interno una fascia e una busta a soffietto porta- card e un mini album con struttura ad accordion.

    L’accordion contenuto all’interno, è stato realizzato direttamente con le pattern che avendo una buona grammatura, si sono prestate perfettamente per questo progetto.

    Insomma, finalmente quest’anno, sono riuscita a completare questo lavoro grazie ad una ragazza che, anche lei nostalgica delle vacanze degli anni passati, mi ha chiesto un album che potesse raccontare i viaggi fatti con il fidanzato. Quando ho visto le foto ho subito pensato che questo WIP fosse l’ideale e infatti il risultato finale mi ha molto soddisfatta.

    Questa per me sarà anche stata un’estate differente ma comunque da ricordare perchè passata con le persone che amo, ricca di sorrisi e divertimento e soprattutto di scrap. Spero che il mio lavoro vi sia piaciuto e possa esservi d’ispirazione. Per qualsiasi cosa scrivetemi pure!

    Baci Tata.

  • Mixed Media in fiore

    Ciao a tutti!

    Oggi vi tengo compagnia qui sul blog Asi mostrandovi il mio ultimo progetto mixed media, questa volta creato utilizzando come base un cerchio da ricamo.

    Sulla tela di cotone ho passato alcune mani di gesso bianco, e una volta asciugato ho effettuato i miei stencil, timbrate e colorazione con colori acrilici e spray.

    Questa volta ho deciso di non utilizzare foto per il mio progetto, ma un die cut stampato con delle frasi motivazionali, da tenere sempre a mente in qualunque momento. Sopra ho aggiunto una cornicetta in gesso in modo da dare maggiore risalto al punto focale del mio progetto.

    Ho lavorato poi sovrapponendo i miei abbellimenti creando varie stratificazioni, e continuando ad aggiungere colore, piccoli dettagli e “sporcando” di gesso qua e là per un effetto più leggero.

    Così il mio cerchio da ricamo decorato è pronto per essere appeso!

    Per oggi è tutto, spero di esservi stata di ispirazione

    A presto, Lisa

  • Un minialbum per un occasione speciale

    Ciao!

    oggi è il mio turno tenervi compagnia e volevo presentarvi il mio ultimo minialbum, realizzato per l’avvicinarsi di un occasione molto speciale per me e il mio compagno. Ho utilizzato tutte carte patterned e abbellimenti nelle tonalità del rosa-grigio-bianco-nero che trovo colori molto eleganti mischiati tra di loro

    Questa è la copertina:

    La struttura prevede doppie pagine e tasche per contenere pagine extra

    Questi i dettagli delle paginette interne, pronte per accogliere le nostre foto

    Spero possa esservi di ispirazione per i vostri prossimi progetti!

    Alla prossima, Lisa

  • Midori su tela

    Ciao a tutti,

    oggi è il mio turno tenervi compagnia e volevo mostrarvi questo progetto che mi sta tenendo occupata ultimamente, e che mi sta dando moltissime soddisfazioni! si tratta di piccole midori realizzate su tela

    midori_lisa

    I materiali occorrenti sono:

    progetto_lisa_materiali

    Tela da dipingere, gesso bianco, gelatos di vari colori, stencil, distress ink, timbri, tampone nero, spugnette e macchine da cucire, rivetti, cordino elastico e carte per scrapbooking

    Per prima cosa ho steso il gesso bianco su un pezzo di tela e una volta asciutto ho distribuito i colori gelatos, sfumandoli tra di loro con le dita umide

    Ho lasciato asciugare bene, poi con un pennello ho applicato ancora del gesso bianco in modo casuale, per poi successivamente tamponare i distress ink sopra uno stencil con delle frasi.

    midori_Lisa1

    Ho poi timbrato con il tampone nero delle piumette e delle parole. Una volta asciugato tutto ho tagliato la tela a metà e le ho cucite insieme per dare maggiore solidità alla mia copertina.

    midori_Lisa2

    Ho poi realizzato dei quadernini con delle carte da scrapbooking e carta a quadretti, cucendo tra di loro i fogli, e una volta effettuati i buchi e fatto passare i cordini elastici ho assemblato le mie midori, una in formato regular e l’altra più piccola.

    midori_Lisa3

    midori_Lisa4

    Per oggi è tutto! spero di esservi stata di ispirazione

    alla prossima

    Lisa

     

  • Biglietto a cascata

    Ciao sono Sara e oggi vi illustrerò un album a cascata.

    Quando scoprii questo bellissimo mondo, ormai molti anni fa, mi ricordo che fui affascinata da questo tipo di biglietti o album, così dinamici e dal magico meccanismo. Però non provai mai a replicare, fino ad oggi quando desideravo un biglietto che contenesse anche alcune foto e mi sono ricordata di questo tipo struttura.

    asi_album_cascata_1

    Dopo aver cercato album waterfall su YouTube e visto alcuni video, ho capito il meccanismo e l’ho adattato alle mie esigenze.

    asi_album_cascata

    La struttura è più semplice di quello che pensavo.

    Si parte dall’ultima foto che si vedrà e la si incolla completamente sulla linguetta che si tira. Io avevo deciso che 2 cm fossero sufficienti per incollare le altre foto, quindi ho incollato le altre foto in questi 2 cm. Ovviamente tra una foto e l’altra la linguetta va piegata per agevolare il meccanismo. Una volta incollata l’ultima foto della mia serie ho piegato completamente la linguetta ( ricordatevi che deve essere più lunga delle foto affinché possa essere tirata).

    A questo punto è necessario fermare il meccanismo alla mia card. Quindi taglio un’altra linguetta di cartoncino lunga esattamente quanto il mio biglietto e incollo perpendicolarmente il retro della foto più bassa, lasciando libera la linguetta che devo tirare. Ora posso incollare l’ultima linguetta alla mia card, solo i lati e non la parte interna.

    Più facile a dirsi che a farsi.

    asi_album_cascata_3

    asi_album_cascata_5

    Io per questo progetto ho usato le foto scattate in Giappone, i cui templi hanno ispirato i colori che ho scelto: oro e rosso.

    Questo tipo di struttura potrebbe essere usata in una pagina di un album più complesso o come biglietto di auguri natalizio con foto a tema.

    Anche se è un progetto un po’ datato, secondo me è ancora d’effetto ed ora che ho appreso il meccanismo lo userò sicuramente in qualche altro progetto.

    Voi avete qualche struttura che nonostante il tempo continua a piacervi e non vi stanca?

    Sara

  • P come pocket letter

    Ciao a tutti!

    oggi è il mio turno e volevo parlarvi di pocket letter, o meglio, mostrarvi come le creo io affinchè possano esservi di ispirazione. Io le adoro, trovo che siano la creazione perfetta quando una semplice card non basta più, perchè si ha spazio a sufficienza per dare sfogo alla nostra creatività (e riempirla anche di regalini che, a chi riceverà, faranno senz’altro piacere)

    PL_cristiana PL_cristiana2

    PL_giovanna PL_giovanna2

    Io utilizzo le cards per project life come basi da inserire nelle taschine, che decoro con abbellimenti, fustellati, washi tapes e timbri mentre sul retro i regalini assortiti (sia scrap che altro) e una bustina contenente un messaggio per la destinataria della pocket letter.

    PL_mare PL_mare2

    PL_hilma2 PL_hilma

    PL_swap

    Una volta piegata poi ha anche la sua importanza il “pacchetto” che la contiene, e le mie pocket letter le incarto così: un pò di carta velina colorata, un sottotorta di carta, spago e qualche decorazione:

    PL_pacchetto PL_pacchetto2 PL_pacchetto3

    Unica avvertenza: creano dipendenza!!

    Spero di avervi ispirato per oggi, alla prossima

    Lisa

  • Home decor: un portafoto con i mini pallet di legno

    Ciao!

    oggi è il mio turno proporvi qualche ispirazione e volevo mostrarvi il mio ultimo progetto di home decor: un utilissimo portafoto creato con i mini pallet di legno! io li avevo acquistati tempo fa in un famoso negozio di oggettistica perchè non potevo resistere, e questo è stato il risultato

    homedecor_portafotohomedecor_portafoto2

    Il procedimento è molto semplice: ho prima colorato i pallet con dell’acrilico marrone, lasciandolo più scuro lungo i bordi, ho poi passato l’acrilico bianco per illuminare e fatto gocciolare dell’acrilico nero per dargli un effetto un pò più vissuto

    Una volta asciutti li ho legati tra loro con dello spago, e ho incollato con la colla a caldo 4 mollettine di legno per poter pinzare le foto scattate proprio a Verona durante l’ultimo meeting nazionale

    homedecor_portafoto3homedecor_portafoto4

     

    Per le decorazioni ho utilizzato delle semplici fustellate in cartoncino bianco e acquamarina, la scritta “LOVE” è stata creata fustellandola più volte con la silhouette e incollando le letterine una sopra l’altra per ottenere maggiore spessore

    Ora questo portafoto handmade è già appeso sulla parete del salotto di casa mia

    Alla prossima,

    Lisa

ChatClick here to chat!+