• Per una coppia perfetta

    Vi propongo un albumino con una struttura accordion molto semplice. E’ ancora senza foto, perchè sarà regalato ad una coppia di amici (del resto il Natale si sta avvicinando!)

    Per le copertine ho usato del cartone di recupero di uno scatolone, tagliato 16×16 cm. L’ho spelacchiato un po’ sui bordi e sporcato con del gesso acrilico bianco per accentuare l’aspetto invernale. Sopra la copertina ho realizzato una doppia mattatura con una carta Stamperia e cartone avana ondulato, che ho cucito tra di loro con del filo rosso, per richiamare il colore di alcuni dettagli.

    mini inverno uccellni (7)

    Ho completato la copertina iniziale  con la coppia di uccellini ritagliata da una delle carte della collezione invernale (SBB404) e con alcune paillettes  e quella finale con una punchata di mezzo cerchio con la timbrata “fatto a mano”

    mini inverno uccellni (6)

    Una visione d’insieme di un lato del minialbum

    mini inverno uccellni (5)

    e una visione dell’altro lato

    mini inverno uccellni (1)

    La prima coppia di pagine interne, con tasche ricavate dal taglio sovrapposto di alcune delle carte. Le foto troveranno posto sulle tag inserite nelle tasche.

    mini inverno uccellni (2)

    La seconda coppia di pagine. A destra una semplicissima mattatura e qualche paillettes, mentre a sinistra ho fatto una tasca con un’altra coppia di uccellini (sono bellissimi!) e ancora un paio di tags per le foto

    mini inverno uccellni (3)

    La copertina finale e una delle pagine del retro, anche questa con una tasca obliqua e un paio di tags

    mini inverno uccellni (4)

    Ultima pagina con una tasca decorata e tags all’interno e infine la copertina di apertura.

    Ho mantenuto le pagine con pochissime decorazioni, a parte qualche paillettes, perchè queste carte secondo me sono già molto importanti così e non volevo appesantire troppo il minialbum.

    Carte usate per questo progetto : SBB405 – SBB413 – SBB404 – SBB408 – SBB409

    Per trovare il rivenditore Stamperia più vicino a casa vostra, guardate qui.

    Spero vi sia piaciuto.

    Marina

     

     

  • Una rubrica che…..non è una rubrica

    Infatti è costruita come se lo fosse, ma servirà ad un’amica sarta per registrare le misure delle sue clienti.

    Ho recuperato da vecchie agende, quaderni, notes e tutto ciò che mi è capitato per le mani, le pagine sufficienti a costruire le varie sezioni, lettera per lettera.

    Per ognuna delle sezioni ho realizzato una pagina di separazione, che ho decorato con timbrate e fustellate.

    La rilegatura è realizzata con la Bind It All

    rubrica misure (21) rubrica misure (20) rubrica misure (19) rubrica misure (18) rubrica misure (17) rubrica misure (16) rubrica misure (15) rubrica misure (14) rubrica misure (13) rubrica misure (12) rubrica misure (11) rubrica misure (10) rubrica misure (9) rubrica misure (8) rubrica misure (7) rubrica misure (6) rubrica misure (5) rubrica misure (4) rubrica misure (3) rubrica misure (2) rubrica misure (1)

    Per concludere, la copertina è stata realizzata con una plastica decorata.

    La plastica della copertina, alcune delle carte e alcune delle timbrate sono prodotti Stamperia

  • Scrappers dell’altro mondo : Daniela Dobson

    Questo mese vi presento Daniela Dobson.                                                                                        Sono stata conquistata immediatamente dal suo modo di usare il colore.                                Nella sua produzione scrap troviamo molte card, come potrete scoprire visitando il suo blog “create your everyday”                                                                                                                          Daniela è Designer per diversi brand, tra cui Impression Obsession, Technique Tuesday, Elle’s Studio, Therm-o-web ed Emma’s paperie                                                                                                Vi lascio con una carrellata di sue card ed un paio di layout.                                                        Spero piaccia anche a voi come è piaciuta a me.

    Happiness close by Daniela Dobson_thumb Hello bird close by Daniela Dobson_thumb Hello by Daniela Dobson_thumb (1) Thank you by Daniela Dobson_thumb XO by Daniela Dobson[7] Lucky by Daniela Dobson_thumb You-are-awesome-by-Daniela-Dobson_th Hello by Daniela Dobson_thumb Just-for-you-by-Daniela-Dobson_thumb You touched my heart by Daniela Dobson_thumb Seriously by Daniela Dobson_thumb Best day by Daniela Dobson_thumb

    Marina

  • Sartoria : un pannello mixed media

    Ho realizzato un pannello ovale in faesite per un’ amica che ha una sartoria. Per prima cosa ho fatto inchiodare un’attaccaglia per appenderlo, operazione da fare subito, prima di mettere spessori. Poi ho proceduto coprendo l’intera superficie con del gesso acrilicoIMG_9393

    Quindi ho incollato con il gel medium alcuni pezzi di cartamodello e li ho smorzati con del gesso acrilico diluito con acqua

    IMG_9395

    A questo punto ho cominciato a stendere il colore di fondo con l’aiuto di una spugnetta. Qualche spruzzo ulteriore di colore più scuro e asciugatura.

    IMG_9396

    Una volta preparato il fondo, ho applicato della garza autoincollante (quella da medicazioni per intenderci) che ho fissato alla base con generoso medium gel. Dopo asciugatura completa ho dato una mano di gesso alla garza per renderla più stabile. Ho timbrato alcuni punti più “vuoti” con dei soggetti relativi alla moda.

    IMG_9397

    Dopo avere scelto un posto per ognuno degli elementi scelti per la decorazione, li ho incollati con della colla a caldo e li ho coperti di gesso fino ad annullarne il colore originale. Per alcuni punti sono occorse 3 mani di prodotto. E’ importante fare asciugare bene tra una mano e l’altra.

    IMG_9398 IMG_9399

    Ho quindi colorato con prodotti a spruzzo tutti gli elementi fino ad ottenere l’effetto desiderato ( salmone, lilla, verde menta ), ho  fatto asciugare perfettamente e ho passato una mano di medium gel, dopodichè ho ripassato i contorni con un colore scuro per mettere in evidenza le profondità. Poi la scritta sartoria (diversa dalla precedente foto, perchè nel frattempo mi sono permessa di cambiare idea…). L’alfabeto è un chipboard in MDF che ho prima coperto con un paio di mani di gesso e colorato con un colore salmone, in contrasto con il fondo, ma comunque già presente nella colorazione degli elementi. Ho decorato alcuni punti con stencil e pasta spessore. Ho incollato la scritta.

    IMG_9400 IMG_9401

    Gli elementi utilizzati per la decorazione sono, ad eccezione di alcuni pezzi, oggetti comunemente usati in sartoria. Guardando bene potrete riconoscere 1 fibbia, 1 ditale, parecchi bottoni, 3 ganci da busto, 1 gancio da pantalone, 1 gessetto, 1 rocchetto di filo, 1 spola della macchina da cucire, il cursore di una cerniera, 1 ago da materassaio, pezzi di pizzo, alcune paillettes, spille da balia, alcuni elementi di bigiotteria, e una fustellata a forma di manichino.

     IMG_9404 IMG_9405IMG_9402

    Spero di avervi ispirate. Io mi sono divertita molto a realizzare questo pannello!

    Marina

  • Scrappers dell’altro mondo : Olga Heldwein

    Chi ha partecipato al meeting nazionale di quest’anno, ha avuto il piacere di incontrarla.           Ha potuto conoscere la sua spontaneità e la sua dolcezza, ma anche quel suo modo così bello di mettere allegria e di sapersi mettere in gioco. Olga ama i colori. li ama a tal punto di averne “inventati” di suoi. Ha una predisposizione naturale per schizzi, spruzzi e gessi. Con lei il mixed media diventa un gioco, ma non trascura aspetti più tradizionali dello scrapbooking, utilizzando tecniche free style per decorare le sue pagine. Olga è cittadina del mondo. Polacca di nascita, vive a Berlino e comunica col mondo in inglese.

    Partecipa attivamente a diversi DT : Ingvild Bolme, Blue Fern Studios, Once Upon a Sketch, Scrap Butik

    Tele, Layout, Oggetti Alterati, Card…… qualsiasi cosa esca dalle sue mani prende una nuova vita!

    Se non la conoscete, se volete conoscerla meglio, il suo blog è : http://olga-heldwein.blogspot.it   ecco una carrellata di alcuni suoi lavori :

    P6280503 P4230103

     

    otp2 P4230188

    P7231073 P7231081

     

    P3200299 mad FU3 May Angels small P5150018 P6280510

    Spero di avere stuzzicato la vostra curiosità.

    p.s. : tenete d’occhio gli ultimi tre nomi delle scrappers dell’altro mondo…… qualcosa è in arrivo!

    Marina

  • Serendipity, un po’ di cucito, un po’ di big shot

    Alzi la mano chi non ha una scatola, una busta, una cesta, un qualsiasi contenitore traboccante di ritagli di carta che “guai a buttarli, potrebbero sempre servire”!!!

    Non vedo mani alzate…… molto bene!

    Ok. E’ arrivato il momento di aprire quel contenitore e utilizzare un po’ di questi preziosi ritagli.

    Vi propongo questa tecnica, chiamata serendipity. (serendipity = ritrovare inaspettatamente qualcosa di prezioso che si credeva perduto) Ho selezionato un certo numero di ritagli : strisce, quadratini… insomma, quel che c’era. In un caso ho utilizzato carte di vario genere e con fantasie miste, mentre nell’altro ho fatto una scelta più rigorosa di strisce tutte in toni di grigio avanzati dal mini di Ribes.

    IMG_9340 IMG_9341

    Ho usato come base un cartoncino favini da 200 grammi e ho incollato i miei ritagli in modo abbastanza casuale, anche con delle sovrapposizioni, fino a coprire interamente il fondo. Ho lasciato asciugare bene la colla e poi sono passata alla macchina da cucire. Ho usato filo nero e una cucitura libera tutta ondeggiante per il foglio con le carte colorate e filo rosso con due cuciture parallele per il foglio con i ritagli in grigio. Le cuciture hanno sia una funzione decorativa che di maggior tenuta del lavoro.

    IMG_9343 IMG_9344

    E poi? E poi vai di big shot!!!! scegliendo delle forme un po’ pienotte e preferendo, dove è possibile l’uso delle fustelle alte. Ma tagliano anche le altre! Bisogna solo avere l’accortezza di passare avanti e indietro per agevolare meglio il taglio. Quando andrete a staccare gli elementi, fate attenzione al filo. Infatti non sempre viene tagliato dalle lame delle fustelle e bisogna intervenire con una forbicina, senza tirare per evitare di scucire il lavoro.

    Con alcune fustellate di serendipity ho realizzato una serie di ATC.

    serendipity (10) serendipity (9) serendipity (8)  serendipity (7)  serendipity (6)    serendipity (5) serendipity (2) serendipity (3)   serendipity (4)

     

    Ecco…. adesso conservare tutti i più piccoli ritagli darà un nuovo senso alla nostra vita da scrapper!

    Marina

  • Scrappers dell’altro mondo: Karine Cazenave-Tapie

    la conosciamo in molte, ma vale sempre la pena spendere qualche parola per descriverla:

    Karine pratica lo scrapbooking dalla nascita di suo figlio. Nel tempo ha fatto parte di svariati designs team e ha fatto di questo hobby una professione che è sfociata nella creazione di una linea di prodotti disegnati da lei.

    i suoi lavori sono ricchi di colore e di textures.

    Karine ha anche pubblicato 6 libri per allietarci con i suoi lavori e ispirarci quando abbiamo il vuoto creativo.

    Attualmente è DT member di diverse case tra le più prestigiose al mondo per la diffusione di materiali per lo scrapbookig:

    Pause Creative, Lovely tape, Tattered angels, Craftorigine, 4h37, Sizzix e Jbs mercantile

    Karine collabora da tempo con Celine Navarro e insieme hanno uno spazio creativo : entreARTistes che ha ampi spazi dedicati al project life e a corsi.

    mentre questo è il suo blog personale.

    6a00e54ed047a2883301b7c71b235b970b 6a00e54ed047a2883301b7c73b964c970b 6a00e54ed047a2883301b8d0a50e15970c 6a00e54ed047a2883301b8d0bf843d970c 6a00e54ed047a2883301bb07c0ef82970d 6a00e54ed047a2883301bb07df448a970d 6a00e54ed047a2883301bb07e4629a970d-800wi IMG_8871

     

    al prossimo mese con….

    Marina

  • Un mini per Ribes

    Che io ami tanto i gatti è risaputo. Ribes non è mio. Però io sono un po’ sua. Insomma mi ha scelta. Io sono l’umana assunta per l’apertura della scatolette. Apparentemente dolcissimo e giocherellone, in realtà è incapace di relazionarsi con gli umani senza graffiare. In compenso il ragazzo è altamente fotogenico. Quindi ecco che dove non arrivano le carezze, arriva l’obiettivo!

    Per realizzare questo mini 15×15, ho usato del bazzil nero, che ho spruzzato con Paint Milk bianco e verde e con perfect pearl oro. Le pagine sono tutte simili tra loro. In realtà è un mini molto semplice nella sua struttura, infatti ho voluto giocare con questo sfondo spruzzato e sull’uso delle cuciture che ho fatto in verde e della penna gel bianca.

    IMG_9204  IMG_9218

    La foto usata per la copertina è stata ritagliata e spessorata con due strati di cartoncino, per creare un effetto di tridimensionalità

    IMG_9217 IMG_9216 IMG_9215IMG_9214 IMG_9213 IMG_9212 IMG_9211IMG_9210 IMG_9209IMG_9208 IMG_9207 IMG_9206 IMG_9205IMG_9220

    grazie per essere arrivate fino qui.

    Miaoooo, da me e da Ribes

     

  • Scrappers dell’altro mondo: Vicky Papaioannou

    Questa volta so di non raccontare nulla di nuovo o di troppo originale…. ma la scrapper in questione si è affacciata prepotentemente nel panorama mondiale e secondo me merita di essere citata.

    Vicky Papaioannou è la maga degli art journal, è la guru del mixed media, è colei che usa le luci e le ombre in modo sublime

    Le pagine della sua Moleskine sono conosciute in ogni angolo del globo terracqueo. Anche i pesci sanno. Anche le pietre conoscono i suoi lavori.

    il suo blog , il suo canale youtube e tutte le collaborazioni che porta avanti per diverse case produttrici hanno fatto di lei una star senza uguali

    tra queste la già citata Moleskine, Limor Webber Designs, Simon Says Stamp, Faber-Castell,  The Alley Way Stamps

    ecco una carrellata di alcuni suoi lavori. Ma se non la conoscete, non esitate a visitare le sue pagine e il suo canale con i tutorial spiegati fin nei minimi dettagli. Ne rimarrete affascinate!

    IMG_3 IMG_4 IMG_2224 IMG_2364 IMG_2555 IMG_2603 IMG_2626 IMG_2696 IMG_5311 IMG_25291

  • Scrappers dell’altro mondo : Irina Honcharyk (Rulya)

    Parole d’ordine per presentare questa scrapper : sfondi chiari, quasi sempre bianchi, presenza di foto di piccolo formato, schizzi di colore, layering, fibre tessili e cuciture. Il tutto condito da lievità e poesia.

    Dalla Russia con amore, ecco a voi Rulya, al secolo irina Honcharyk.

    irina è DT member di 13 Arts, di Te con Cannella, di Paperdvizhnik e di Skrapkritika.

    se non la conoscete, o se la volete conoscere meglio, ecco il link al suo blog : “la vita a colori”

    ecco una carrellata dei suoi lavori :

    DSC_2672 DSC_2787 DSC_3114 DSC_3231 (1) DSC_3264 DSC_3277 DSC_3329 DSC_3372 DSC_3386 скетч славушка

     

    spero vi sia piaciuta questa artista,

    a presto. Marina

     

ChatClick here to chat!+