• Un po’ junk un po’ scrap

    Ciao a tutti! Sono Sabrina ed eccomi a tenervi compagnia per il mio primo post di questo tanto atteso 2021.

    Avete passato Buone Feste? Io tutto sommato me la sono passata e nei giorni scorsi ho cercato di riordinare il delirio rimasto nel mio Scrap corner dopo i preparativi per Natale. Ogni anno realizzo un pensierino per i colleghi e quest’anno avrò creato una sessantina di portamascherine…avete idea degli avanzi di carta che ho accumulato? Tutti pezzi da 13×30 cm e 13×17,5cm… Cosa potevo realizzare se non un minialbum?

    Visto lo stile delle carte ho pensato di crearne uno che assomigliasse un po’ ad un Junk Journal: così ne ho approfittato per utilizzare altri materiali di riciclo, cosa che adoro fare!

    Ho realizzato la copertina in cartoncino vegetale ricoperto con le mie patterned; per la struttura ho utilizzato la classica rilegatura con le spine cordonate a scalare su cui ho montato le pagine.

    Grazie all’aiuto della macchina da cucire ho realizzato buste e taschine, inserti in carta velina ( recuperata dai pacchetti natalizi) , applicazioni di pagine di vecchi libri e vecchi spartiti.

    Ho giocato con le altezze delle pagine e coi materiali.

    Per quel che riguarda le foto, visto lo stile un po’anticato, mi è venuto in mente di utilizzarle le foto dell’album dove mia madre tiene le sue foto da bambina: ovviamente non potevo prendere le originali, per cui le ho scannerizzate e per riprodurre l’effetto “vintage” ho pensato di stamparle su un cartoncino, una martellata color avorio perfetta per questo scopo. Ho sporcato un po’ i bordi con un Distress Ink Antique Linen, come si faceva ai vecchi tempi, quando ho iniziato a fare Scrap (adesso si usa un po’meno) e l’effetto devo dire si avvicina molto all’originale.

    Vi metto qualche foto delle pagine interne…

    E voi come utilizzate gli avanzi di carta? Condividete con noi sul gruppo!

    Alla prossima!

  • Winter Magic Season

    Ciao a tutti!

    Oggi voglio mostrarvi un progetto un po’ particolare, si tratta di una rivisitazione di un tradizionale libro cinese.
    Questo progetto infatti si ispira al “ZHEN XIAN BAO”, si traduce in TASCHE PER FILO DELL’AGO, un libro creato con la tecnica dell’origami nata nella remota zona sud-ovest della Cina.
    È un aspetto dell’arte popolare e assume la forma di una cartella, utilizzata principalmente per riporre i fili da ricamo dai Miao, Dong e altre minoranze.

    Invece di pagine queste contengono molti scomparti tridimensionali piegati ingegnosamente. I libri originali sono decorati in modo bellissimo all’interno e di solito hanno una copertina in tela indaco semplice. 
    Se volete qualche altra informazione… guarda qui

    Dopo essere rimasta affascinata da questa tecnica, ho deciso di lasciarmi ispirare e ne ho creata una versione a mini-album.

    La tecnica per creare le varie tasche è uguali per tutte, cambia solo la dimensione dei fogli di partenza.
    Per le due tasche più grandi sono partita da due pezzi di dimensione
    30 x 15 cm per ottenere delle tasche di 15 x 7,5 cm, per tutte le altre invece da dei pezzi di dimensione 15 x 7,5 cm, ottenendo tasche da 3,75 x 7,5 cm e 3,75 x 3,75 cm.
    Tutte le tasche che si sono create le ho ricoperte con delle pattern colorate.

    Ho inserito foto di diverse dimensioni sia dentro le tasche appena create che sopra così da rendere tutto il progetto più dinamico e allegro.

    In altre tasche ho inserito dei sentiment legati all’atmosfera e ai colori delle foto.

    Spero che questa rivisitazione vi sia piaciuta e vi possa dare uno spunto per un vostro nuovo progetto. Tante cose viste da un’altra prospettiva possono stupire e essere alla base di nuove idee creative.

    A presto, Susanna

  • Calde coccole non solo per Natale

    Questo mese per l’ispirazione dal tema “Calde coccole”, ho pensato ad un progetto facile da realizzare ma al tempo stesso di grande effetto.

    Ho realizzato una sorta di mini album non per contenere foto, ma bensì dolci coccole per alleggerire magari il peso di una giornata o semplicemente accontentare la voglia di dolce che a volte viene (e a me capita spesso 😀 ). Sono partita così da due pezzi di chipboard delle dimensioni di 9,5×16,5 cm e un pezzo 3×16,5cm che ho rivestito usando un foglio di Fabriano da 110g proprio come facciamo per realizzare la struttura di un mini. Ho poi decorato l’esterno prima con due pezzi di cartoncino specchiato oro 9×16 cm per le copertine e 2×16 cm per il dorsino, su questo ho poi incollato due pezzi di pattern 8,5×15,5 cm e uno 1,5×15,5 cm. Ho come ultima cosa, rivestito anche l’interno con un pezzo di pattern di un’altra fantasia 21,5×16 cm e ho come sempre marcato le pieghe sia internamente che esternamente per far risultare la struttura elastica.

    Pronta la base ho creato delle taschine interne sempre in carta pattern. Le prime due taschine montate sulla parte sinistra della base le ho realizzate una per una bustina da tè tagliando la pattern a 16×9 cm e andando a cordonare sul lato da 16 cm a 5 e 11,5 cm e sul lato da 9 cm a 1 cm, la seconda taschina invece, l’ho realizzata per inserire al suo interno un biscotto tagliando un pezzo di pattern 13×8 cm che ho cordonato a 1 e 2 cm sui tre lati.

    Sul lato destro della base ho incollato un’unica taschina in cui ho inserito una barretta di cioccolato. Per la tasca, ho tagliato un pezzo di pattern 13×12 cm e ho cordonato a 1 e 2 cm su tre lati. Dopo aver marcato le pieghe, sul lato non cordonato ho fatto un taglio obliquo e ho poi incollato alla base.

    Come ultima cosa davvero e che vedete già nelle foto precedenti, ho decorato la copertina, le tasche e le “coccole” inserite nella struttura, con elementi da ritagliare da una journaling (alcuni dei quali li ho mattatati con il cartoncino oro e poi spessorato) e con del semplice spago. Per il dorsino invece, ho fatto un foro al centro con la crop a dile e dopo aver montato un eleyet, ho passato del twine verde e bianco e attaccato una piccola nappina.

    Come vedete, a volte per fare una carezza e coccolare una persona a cui teniamo, basta davvero poco e non serve attendere una ricorrenza particolare perchè i regali inaspettati sono quelli che regalano una carezza al cuore. Spero che il lavoro vi sia piaciuto e possa esservi d’ispirazione!

    Alla prossima, un bacio.

    TATA

  • Live, create, love…un mini speciale!

    Oggi tocca a me tenervi compagnia e devo dire che sono molto emozionata! Io sono Tata, moglie e mamma di 34 anni, vivo in Basilicata e scrappo da sempre ma ho scoperto che ciò che facevo era scrapbooking proprio grazie ad ASI che oggi mi ha dato la bellissima opportunità di far parte del DT del blog.

    Ma veniamo a noi: oggi voglio mostrarvi come ho realizzato un mini album, che sono la mia passione, in cui ho racchiuso proprio le foto dell’ultimo meeting ASI a cui ho partecipato.

    Per questo progetto ho scelto di usare il pad “La vie d’artiste” de L’encre & l’image che al suo interno ha anche due fogli di scritte e label da ritagliare e una pattern con tag e altri elementi decorativi. Oltre al pad ho usato i classici strumenti delle scrapper.

    Per prima cosa ho scelto una pattern che ho tagliato a 15×30,5 cm e cordonato poi sul lato da 30,5 cm a 9 – 10 – 23 – 24 cm

    A questo punto da altre due pattern ho fatto i tagli da cui ho ricavato le pagine che ho poi incollato alternando le fantasie fronte-retro.

    Pagina 1 taglio a 8,5×15 cm e cordono a 1 cm sul lato da 8,5

    Pagina 2 taglio dalla stessa pattern della pagina 1 a 9,5×15 cm e cordono a 1 cm sul lato da 9,5

    Pagina 3 e 4 taglio a 10,5×15 cm e cordono a 1 cm sul lato da 10,5

    Fatti i tagli, ho montato le pagine alla struttura iniziale e le ho incollate attraverso l’aletta da un cm partendo dalla pagina più piccola alla più grande. Ho attaccato dunque per prima la pagina da 8,5x15cm posizionandola lungo la seconda cordonatura dell’aletta più corta della copertina. Le altre pagine invece, le ho incollate lungo le alette precedenti per ottenere questo risultato finale.

    Pronta la struttura, ho usato due coppie di cerchi di velcro adesivo per far in modo che l’album si chiuda

    Incollato il velcro, ho stondato gli angoli della copertina con un punch

    Pronta la struttura, sono passata ad incollare le foto che ho stampato già con bordino bianco di 0,3mm per lato e poi successivamente le ho mattate su cartoncino nero sempre di 0,3mm per lato. In tutto, ho usato 9 foto di diverse dimensioni che ho adattato alla struttura, ma anche all’inquadratura della foto stessa. Ho decorato poi, con gli elementi da ritagliare presenti nella collezione, spessorando dove possibile con della gomma crepla.

    Incollate le foto e i rispettivi abbellimenti, ho decorato anche la copertina. A questo punto, l’album è davvero completo e porta con se il ricordo di una bellissima giornata vissuta proprio grazie ad ASI. Vi lascio le foto di alcuni dettagli. Spero che il lavoro vi sia piaciuto e possa esservi d’ispirazione. Un bacio.

    TATA

  • Una nuova vita

    ” I bambini sono come i marinai: dove si posano i loro occhi è l’immenso” 

    Adoro creare per le persone alle quali voglio bene, adoro aiutarli a ricordare attimi importanti, raccogliere foto, aggiungere colori, parole. Adoro vedere nei loro occhi meraviglia ed emozione per un dono unico, fatto con amore. Adoro fare i mini album.

    Questo progetto nasce per Giulia, una giovane collega che da pochissimo e diventata mamma per la seconda volta. Volevo raccogliere in un mini gli scatti dei primi momenti di vita della piccola Emilia. Volevo farle un dono magico, una scatola da aprire negli anni a venire, una scatola che sapesse di latte, di coccole… che avesse il profumo di un neonato, il profumo dell’amore.

    E così, ho creato per lei questa scatola dei ricordi nella quale, oltre ad un mini, trovano posto due piccole scatoline nelle quali mettere i bracciali dei primi giorni di vita e il ciuccio di Emilia, quando smetterà di usarlo.

    Nella scatolo ho creato una cornice in tessuto e tulle
    La copertina del minialbum è stata realizzata con lo stesso tessuto della cornice sul coperchio della scatola
    Ho alternato pagine in vellum, pagine in bazzil bianco e carte patterned

    Le pagine, di forme diverse , son rilegate tra loro con degli anelli apribili
    Parole timbrate e decorazioni ottenute ritagliando le carte patterned decorano le pagine del mini
    Alcune fustellate decorano il mini con uno stile clean and simple
    Per decorare ho utilizzato anche la punch word della We R memory
    Alette e aperture diverse movimentano il progetto
    Sovrapposizioni di vellum nel quale ho stampato alcune citazioni completano alcune pagine
    Due scatoline realizzate con l’envelope punch board completano il progetto

    Spero di avervi ispirato in qualche modo a realizzare delle scatole dei ricordi da regalare alle persone care, nelle quale racchiudere parte della loro storia, ma soprattutto tutto il vostro affetto per loro!

    A presto.

    Patrizia

ChatClick here to chat!+