Uncategorized

Il grande freddo, lo sul telaio

Ciao a tutti e benvenuto timido, delicato e imprevedibile marzo con i tuoi primi raggi di sole, le giornate luminose, il cielo terso e la pioggia pronta a fare capolino quando meno te l’aspetti.

Febbraio è stato un mese di freddo e neve un po’ ovunque, ma quando i miei nipoti olandesi hanno iniziato a mandarmi il resoconto fotografico della loro felicità fra tuffi nella neve e pattinate sul ghiaccio dei canali sotto casa, ho ringraziato di non dover provare quella sensazione di gelo direttamente sulla mia pelle: dopo quasi un anno di pandemia e isolamento credo mi avrebbe dato il colpo di grazia.

La felicità di mio nipote Emiliano però nello scatto che ho scelto per il lo era talmente bella e contagiosa che non potevo evitare di incorniciarla. E così ecco che a sostegno del mio progetto sono arrivati i clear stamps dello yeti di Impronte d’autore e un tamburello tondo per il ricamo.

Non sono una patita e una maga dei lo, lo ammetto tristemente perché quando vedo i capolavori che sono in grado di creare le mie amiche scrappers mi vergogno anche solo di provarci, ma il desiderio di giocare con i timbri e il sorriso della mia peste del cuore mi hanno fatto superare ogni resistenza.

Ecco il mio innamorato risultato!

Al prossimo pot!

Evita

2.692 commenti