• Scraplift che passione…

    Questo mese l’ispirazione ha come tema “Fiori e farfalle” in attesa di questa imminente primavera che a scorci si è già palesata.

    Ho pensato così di realizzare la mia ispirazione partendo da una foto di una card di qualche tempo fa fatta dal DT di Florileges Design

    La card da cui sono partita, a cui mi sono ispirata, era strutturata con lo sfondo realizzato a motivi geometrici colorati con poi con acquerello e un fiore sempre colorato ad acquerello, posizionato lì dove io ho messo il mio.

    Questo modo di realizzare un progetto scrapposo, è definito Scraplift. Ma cos’è uno scraplift? Non è latro che realizzare un lavoro, partendo dal lavoro di un’altra creativa, reinterpretandolo e adattandolo ai propri gusti. Scrapliftare un progetto quindi, non è altro che realizzare una sorta di copia ma non fedele.

    Nel mio caso, la card differisce per: i colori e le forme, per il fatto di aver aggiunto intorno ad ogni spazio il contorno con la penna gel e per il modo in cui ho realizzato il fiore

    Il fiore l’ho prima emobossato a caldo usando la polverina nera e poi colorato con acquerelli e dell’uniposca bianco. Per le foglie invece, ho colorato un pezzo di carta acquerello con diverse sfumature di verde e ho poi fustellato. Ho composto la mia card andando poi ad aggiungere dei sentiment in legno e qualche dot

    Cosa è d’obbligo fare però quando si scraplifta un progetto? La cosa che bisogna sempre fare è quella di dare i crediti cioè citare da chi si è preso ispirazione, dall’idea di chi si è partiti per realizzare il lavoro. E’ una cosa davvero semplice da fare: basta scrivere una piccola didascalia nel post in cui si dice che l’idea originale è di Tal dei Tali.

    La stagione 2021 dei virtual meeting per ASI si è aperta con il primo meeting dell’anno in Asi- Sud in cui è stato proposto come progetto proprio uno scraplift e la teacher oltre a spiegare in cosa consistesse questa tecnica e quindi mostrare la sua reinterpretazione, ha lanciato un # che è stato #ioscrapliftoetu?

    Ormai i social ci mettono a disposizione tante risorse per condividere e il guardarsi intorno è davvero facile perciò, quando si è a corto di idee o semplicemente si ha necessità di scrappare senza pensare troppo, lo scraplift è un’ottima soluzione.

    Alla prossima, baci

    TATA

  • Swap che passione

    Lo scrap non è fatto solo di carta, colla, collezioni e tool. Dietro a progetti, foto e tutorial ci sono persone con un vissuto, con sentimenti e storie ricche di emozioni che attraverso le loro mani, prendono forma per essere fissate nel tempo come un attimo eterno ma anche, per essere condivise.

    Grazie allo scrap io stessa ho conosciuto belle persone: alcune amicizie sono diventate più forti altre, nuove ed inaspettate, sono diventati importanti come se nell’incontrarsi ci fosse qualcosa di destinato.

    Un canzone dice “ci si sceglie per essere simili” e forse è proprio così: una passione, un hobby, ci accomuna e ci porta a trovarci con una tale facilità che sembra a volte di conoscerci da sempre.

    Questa possibilità è data dallo scrap grazie a dei piccoli eventi organizzati anche da ASI, in particolare sul forum, e non solo: sto parlando degli SWAP…ma cos’è con precisione uno Swap?

    Il termine deriva dell’inglese e significa letteralmente “scambio”. Possiamo quindi dire che lo swap non è altro che uno scambio di un pensiero tra due persone che vengono abbinate a caso: ma come funziona?

    In realtà, il tutto è davvero molto semplice! Si organizza l’evento scegliendo un tema che può essere tra i più disparati: Natale, Befana, San Valentino ecc. si mettono dei vincoli che ogni iscritta deve rispettare come ad esempio: l’oggetto da realizzare come deve essere, cosa deve contenere ed entro quale data spedire. Ogni persona del gruppo o iscritta al forum può aderire all’iniziativa tenendo però ben presente che anche se si tratta di scrap, l’impegno va preso con serietà perchè comunque c’è chi aspetta di ricevere il suo dono.

    Proprio in occasione di San Valentino in molti gruppi hanno organizzato swap di vario genere: su alcuni bastava realizzare una tag e abbinarci delle cioccolate, su altri una card e così via. Addirittura ci sono dei gruppi dedicati unicamente agli swap. Vi starete chiedendo ma quindi consiste solo in uno scambio? No, è molto di più!

    Una volta fatti gli abbinamenti, ci si inizia a scrivere per scambiarsi gli indirizzi ma allo stesso tempo, si inizia a chiacchierare , a raccontare i proprio gusti e a chiedere quali siano quelli dell’abbinata affinché il dono sia il più affine possibile. Ti ritrovi alla fine con alcune swappine, ad instaurare un rapporto che va oltre allo scambio perchè ti riconosci affine non solo nello scrap ma nel vissuto in generale.

    Io stessa ho partecipato a molti swap e con alcune delle ragazze è nata un’amicizia bella che niente ha avuto a che fare con il valore economico speso per realizzare il dono perchè in fondo gli swap sono uno scambio di cuore e nel dono che si riceve, quel cuore è l’unica cosa che conta davvero.

    Vi lascio con la foto di uno regalo realizzato per partecipare ad uno swap di San Valentino il cui vincolo era cioccolata e la realizzazione di una tag. Un piccolo pensiero davvero per regalare una dolce coccola.

    Al prossimo mese, un abbraccio,

    TATA

  • Il tempo: il più grande dei regali!

    Eccoci qui al mio primo post per il 2021 e come prima cosa voglio farvi i miei più cari auguri di buon anno! Il 2020, è stato poco clemente e di certo sarà un anno che difficilmente dimenticheremo ma credo che allo stesso tempo, ha insegnato tanto. Io per mia natura, sono sempre ottimista e anche se il 2020 ci ha tolto tanto, allo stesso tempo ci ha anche regalato una cosa che, causa impegni e vita frenetica, avevamo perso: il tempo!

    Proprio da questa idea, inizio il mio anno nel DT di ASI proponendovi come progetto, un calendario perpetuo.

    Sono partita da del cartoncino rigido di recupero, del Fabriano da 110g, due cubi 6×6 cm di PVC che solitamente vengono utilizzati per confezionare bomboniere o confetti, e delle pattern di Studiolight. Per prima cosa, ho tagliato dal cartoncino rigido un pezzo 8×12,5 cm; un pezzo 6,5×12,5 cm; due pezzi 6,5×8 cm sui quali sono andata a fare un taglio in diagonale segnando su uno dei lati da 8 cm la metà.

    Ho applicato il biadesivo sui pezzi e incollato sul foglio di Fabriano da 110g del quale ho tagliato gli avanzi ricavandomi però le alette per unire i pezzi tra loro. Dopo di che ho rivestito, sempre con il Fabriano, anche l’interno tagliando dei pezzi di qualche millimetro più piccoli rispetto alle basi di cartoncino. Pronta la scatola ho decorato sia internamente che esternamente con le pattern.

    A questo punto, sono passata a creare i parallelepipedi su cui ho poi inserito con un timbro planner, i mesi. Ho realizzato così 3 tagli 9x18cm dal cartoncino bianco che ho cordonato sul lato da 18 cm a 1 – 2 – 12 – 14 cm e sul lato da 9 cm a 1 – 2 – 5 – 7 cm e ho eliminato l’avanzo ricavandomi delle piccole alette per chiudere le scatoline lateralmente. Ho poi rivestito con una pattern tutti lati tagliando per ogni scatola 4 pezzi 1,8×11,8 cm e 2 pezzi 1,8×1,8 cm. Ho infine timbrato su cartoncino i nomi dei mesi che ho poi fustellato con una fustella a bannerino e distrassato per decorare e dare spessore. I cubi invece, essendo già pronti, li ho solo rivestiti creando prima una base con del cartoncino bianco tagliato a 5,9×5,9 cm che ho distrassato e su cui poi ho incollato dei pezzi 5×5 cm di pattern.

    Prima di applicare i numeri su ogni facciata dei cubi, ho incollato un cerchio da 5cm fustellato dalle pattern e aggiunto dei piccoli die cut e degli enamel dots gialli e rosa. Per ottenere tutte le combinazioni necessarie al calendario, su un cubo ho incollato i numeri 0, 1, 2, 3, 4, 5 mentre sull’altro i numeri 0, 1, 2, 6, 7, 8 (il 6 farà anche da 9).

    Ho scelto di usare le scatoline in PVC in modo da utilizzare il calendario anche come un piccolo contenitore per quelle piccole cose che servono a noi scrapper ma che non sempre teniamo a portata di mano (almeno io che sono una disordinata cronica!) ho infatti inserito in una delle scatoline le mollette che uso per fermare gli angoli delle scatole in attesa che la colla faccia presa!

    Insomma un calendario perpetuo colorato e allegro per un anno, che si spera, sia migliore e soprattutto all’insegna della serenità per tutti. Vi lascio anche gli schemi di taglio sperando che possano esservi utili e che il progetto possa essere per voi fonte d’ispirazione!

    Alla prossima, un bacio

    TATA

  • Winter Stories in LO

    Questa volta tocca a me tenervi compagnia e ho deciso di farlo realizzando un LO. I layout non sono la mia passione ma questa foto la tenevo conservata da un pò e complici le carte e gli abbellimenti Simple Stories della collezione Freezin’ Season, ho deciso di laciarmi.

    Sono partita da una pattern della collezione su cui poi ho applicato un cartoncino oro specchiato a4 rifilato però nell’altezza in modo da avere un bordo di pattern in vista. Ho incollato un bazzil white tagliato a 27×27 cm e su questo ho prima realizzato degli schizzi con acrilico oro miscelato con acqua, e poi sono partita a realizzare del clustering tra abbellimenti e pattern sviluppando il LO lungo la diagonale.

    La foto l’ho spessorata e incollata solo da un lato in modo da poter realizzare una sorta di tasca nascosta in cui inserire una tag su cui fare del journaling. Sui lati della foto, ho richiamato la tag grande con altre due tagghine sui cui ho poi incollato degli abbellimenti a sinistra, mentre sulla destra ho usato dei sentiment. Come ultimo tocco per le tag, ho utilizzato un punch che Lia Griffith ha disegnato per la Fiskars e ho realizzato dei piccoli fiocchetti

    Ho aggiunto infine, qualche fustellata realizzata con della crepla glitterata nei colori del rosso e dell’oro e con il plotter sono andata a tagliare sempre da un foglio pattern, dei fiocchi di neve che ho inserito per andare a completare il LO.

    Ci tenevo molto a condividere questo lavoro con voi. I LO sono quei progetti che riescono a mettermi in crisi eppure questo è nato così, da solo…è stato facile ecco! Ho provato una grande emozione nel farlo complice sicuramente la foto e l’affetto che porta con se! Spero che da questo mio lavoro, vi giunga almeno un pizzico di quello che ho provato io perchè lo scrap è anche questo, raccontarsi e regalare un pò di quello che si porta nel cuore!

    Vi abbraccio…TATA

  • Calde coccole non solo per Natale

    Questo mese per l’ispirazione dal tema “Calde coccole”, ho pensato ad un progetto facile da realizzare ma al tempo stesso di grande effetto.

    Ho realizzato una sorta di mini album non per contenere foto, ma bensì dolci coccole per alleggerire magari il peso di una giornata o semplicemente accontentare la voglia di dolce che a volte viene (e a me capita spesso 😀 ). Sono partita così da due pezzi di chipboard delle dimensioni di 9,5×16,5 cm e un pezzo 3×16,5cm che ho rivestito usando un foglio di Fabriano da 110g proprio come facciamo per realizzare la struttura di un mini. Ho poi decorato l’esterno prima con due pezzi di cartoncino specchiato oro 9×16 cm per le copertine e 2×16 cm per il dorsino, su questo ho poi incollato due pezzi di pattern 8,5×15,5 cm e uno 1,5×15,5 cm. Ho come ultima cosa, rivestito anche l’interno con un pezzo di pattern di un’altra fantasia 21,5×16 cm e ho come sempre marcato le pieghe sia internamente che esternamente per far risultare la struttura elastica.

    Pronta la base ho creato delle taschine interne sempre in carta pattern. Le prime due taschine montate sulla parte sinistra della base le ho realizzate una per una bustina da tè tagliando la pattern a 16×9 cm e andando a cordonare sul lato da 16 cm a 5 e 11,5 cm e sul lato da 9 cm a 1 cm, la seconda taschina invece, l’ho realizzata per inserire al suo interno un biscotto tagliando un pezzo di pattern 13×8 cm che ho cordonato a 1 e 2 cm sui tre lati.

    Sul lato destro della base ho incollato un’unica taschina in cui ho inserito una barretta di cioccolato. Per la tasca, ho tagliato un pezzo di pattern 13×12 cm e ho cordonato a 1 e 2 cm su tre lati. Dopo aver marcato le pieghe, sul lato non cordonato ho fatto un taglio obliquo e ho poi incollato alla base.

    Come ultima cosa davvero e che vedete già nelle foto precedenti, ho decorato la copertina, le tasche e le “coccole” inserite nella struttura, con elementi da ritagliare da una journaling (alcuni dei quali li ho mattatati con il cartoncino oro e poi spessorato) e con del semplice spago. Per il dorsino invece, ho fatto un foro al centro con la crop a dile e dopo aver montato un eleyet, ho passato del twine verde e bianco e attaccato una piccola nappina.

    Come vedete, a volte per fare una carezza e coccolare una persona a cui teniamo, basta davvero poco e non serve attendere una ricorrenza particolare perchè i regali inaspettati sono quelli che regalano una carezza al cuore. Spero che il lavoro vi sia piaciuto e possa esservi d’ispirazione!

    Alla prossima, un bacio.

    TATA

  • Un autunno pieno di colori

    L‘autunno è una stagione particolare, alcuni, tra cui io, la amano in particolar modo, altri non la vedo di buon occhio a causa della nostalgia che hanno per l’estate e le vacanze finite da poco. Una cosa però è certa, l’autunno è una stagione in cui i colori si mescolano tra loro creando delle sfumature uniche e che nonostante la pioggia, le giornate fredde, questi colori sono capaci di scaldare il cuore risvegliando ricordi sopiti da tempo.

    Noi ragazze del DT abbiamo pensato di presentarvi l’ispirazione del mese che Sabrina vi ha già annunciato in un suo precedente post, con due lavori. Il tema è CRUNCH e io e Sabrina lo abbiamo interpretato realizzando due Layout diversi sia per genere che per stile.

    Io ad esempio sono partita da una base di legno a forma di cuore che ho colorato con i distress nei toni autunnali (verde, arancione, marrone e rosso) e che ho poi decorato scrappando una vecchia foto.

    Per decorare la foto che ho prima mattato su cartoncino nero e poi su un pezzo di pattern rosso, ho utilizzato sia a sinistra della foto che nella parte bassa, dei fustellati e timbrate di foglie che ho colorato sempre con i distress

    Ho poi nella parte alta, aggiunto un sentiment di una plancia di timbri che io stessa ho disegnato e che ho spezzettato e mattato con cartoncino nero. Come ultimo tocco, ho aggiunto una clip color oro, degli enamel dots gialli e dello spago per poter appendere il Lo.

    Sabrina invece, per ispirarvi ha realizzato un Lo più classico decorato con un tappeto di foglie decisamente CRUNCH!

    Per realizzarlo Sabrina si è “allegramente e felicemente” ispirata ai lavori di uno scrappers francese che adora, Victor Henriques.

    Infatti ha creato uno sfondo a base di modeling paste e acquerelli (che ovviamente alla fine si vede pochissimo) e su quello ha costruito il layering delle foto.

    Le foglie sono fustellate da un foglio acquerellato, i rametti timbrati sono colorati con le matite acquerellabili e rifinite con la penna gel bianca.

    Ha rifinito la pagina con una doppia cucitura a macchina e mattato il tutto con un bazzil kraft.

    Ha fissato il sentiment con qualche punto cucito.

    Tocco finale: qualche schizzo con l’acrilico arancione.

    E voi come avete interpretato quest’autunno colorato?

    Ciao e alla prossima!!!

  • Ispirazione del mese: La mia estate passata

    Settembre è appena cominciato, l’estate è quasi agli sgoccioli e le temperature sono già più miti. Pian piano si ritorna agli impegni soliti ma lo scrap resta il compagno fedele per distrarci e immergerci in un modo dove la fantasia prende forma attraverso ciò che realizziamo.

    Iniziamo questo mese qui sul blog, con me, Tata, e come ben capite dal titolo, voglio raccontarvi un pò come questa strana estate è scivolata via e mostrarvi un porgetto che spero possa ispirarvi.

    Ho passato questa estate per lo più a casa dividendomi tra faccende domestiche, bambini, famiglia e qualche nuotata in piscina dai miei. In tutto questo però, non è mancato lo scrap che a differenza degli altri anni per via del caldo, accantonavo sempre. Quest’anno è stato un vero compagno, ho creato nuovi progetti ma soprattutto ho completato i tanti WIP che erano lì nello scaffale della mia scraproom in attesa di foto o decorazioni. E’ il caso dell’album che vedete in foto: l’ho realizzato l’anno scorso con del bazzil tiffany e la collezione “Oltre mare” di CreativeStudio.

    Per questa struttura ho utilizzato le carte 12×12 della collezione, i die cut e gli abbellimenti in acrilico e ho poi stampato qualche frase scelta adattandola alle foto. Il tutto nasce da una struttura a portfolio che ospita poi al suo interno una fascia e una busta a soffietto porta- card e un mini album con struttura ad accordion.

    L’accordion contenuto all’interno, è stato realizzato direttamente con le pattern che avendo una buona grammatura, si sono prestate perfettamente per questo progetto.

    Insomma, finalmente quest’anno, sono riuscita a completare questo lavoro grazie ad una ragazza che, anche lei nostalgica delle vacanze degli anni passati, mi ha chiesto un album che potesse raccontare i viaggi fatti con il fidanzato. Quando ho visto le foto ho subito pensato che questo WIP fosse l’ideale e infatti il risultato finale mi ha molto soddisfatta.

    Questa per me sarà anche stata un’estate differente ma comunque da ricordare perchè passata con le persone che amo, ricca di sorrisi e divertimento e soprattutto di scrap. Spero che il mio lavoro vi sia piaciuto e possa esservi d’ispirazione. Per qualsiasi cosa scrivetemi pure!

    Baci Tata.

  • Live, create, love…un mini speciale!

    Oggi tocca a me tenervi compagnia e devo dire che sono molto emozionata! Io sono Tata, moglie e mamma di 34 anni, vivo in Basilicata e scrappo da sempre ma ho scoperto che ciò che facevo era scrapbooking proprio grazie ad ASI che oggi mi ha dato la bellissima opportunità di far parte del DT del blog.

    Ma veniamo a noi: oggi voglio mostrarvi come ho realizzato un mini album, che sono la mia passione, in cui ho racchiuso proprio le foto dell’ultimo meeting ASI a cui ho partecipato.

    Per questo progetto ho scelto di usare il pad “La vie d’artiste” de L’encre & l’image che al suo interno ha anche due fogli di scritte e label da ritagliare e una pattern con tag e altri elementi decorativi. Oltre al pad ho usato i classici strumenti delle scrapper.

    Per prima cosa ho scelto una pattern che ho tagliato a 15×30,5 cm e cordonato poi sul lato da 30,5 cm a 9 – 10 – 23 – 24 cm

    A questo punto da altre due pattern ho fatto i tagli da cui ho ricavato le pagine che ho poi incollato alternando le fantasie fronte-retro.

    Pagina 1 taglio a 8,5×15 cm e cordono a 1 cm sul lato da 8,5

    Pagina 2 taglio dalla stessa pattern della pagina 1 a 9,5×15 cm e cordono a 1 cm sul lato da 9,5

    Pagina 3 e 4 taglio a 10,5×15 cm e cordono a 1 cm sul lato da 10,5

    Fatti i tagli, ho montato le pagine alla struttura iniziale e le ho incollate attraverso l’aletta da un cm partendo dalla pagina più piccola alla più grande. Ho attaccato dunque per prima la pagina da 8,5x15cm posizionandola lungo la seconda cordonatura dell’aletta più corta della copertina. Le altre pagine invece, le ho incollate lungo le alette precedenti per ottenere questo risultato finale.

    Pronta la struttura, ho usato due coppie di cerchi di velcro adesivo per far in modo che l’album si chiuda

    Incollato il velcro, ho stondato gli angoli della copertina con un punch

    Pronta la struttura, sono passata ad incollare le foto che ho stampato già con bordino bianco di 0,3mm per lato e poi successivamente le ho mattate su cartoncino nero sempre di 0,3mm per lato. In tutto, ho usato 9 foto di diverse dimensioni che ho adattato alla struttura, ma anche all’inquadratura della foto stessa. Ho decorato poi, con gli elementi da ritagliare presenti nella collezione, spessorando dove possibile con della gomma crepla.

    Incollate le foto e i rispettivi abbellimenti, ho decorato anche la copertina. A questo punto, l’album è davvero completo e porta con se il ricordo di una bellissima giornata vissuta proprio grazie ad ASI. Vi lascio le foto di alcuni dettagli. Spero che il lavoro vi sia piaciuto e possa esservi d’ispirazione. Un bacio.

    TATA

ChatClick here to chat!+